È arrivato il maschio “pin up”

15 01 2009 di Antonella Boralevi
Credits: Emmevi

Adesso tocca a lui. È l'esito finale di un processo lento ma inesorabile, l'ultima evoluzione della specie: l'uomo oggetto. Sguardo vacuo e attributi in primo piano, sguaiato eppure affascinante, imperversa negli spot e sui cartelloni. E ora siamo noi a divertirci!

La star del Milan David Beckham, testimonial dell'Emporio Armani.

Adesso tocca a lui. È l'esito finale di un processo lento ma inesorabile, l'ultima evoluzione della specie: l'uomo oggetto. Sguardo vacuo e attributi in primo piano, sguaiato eppure affascinante, imperversa negli spot e sui cartelloni. E ora siamo noi a divertirci!

La nazionale italiana di rugby per la nuova collezione intimo di Dolce & Gabbana.

Adesso tocca a lui. È l'esito finale di un processo lento ma inesorabile, l'ultima evoluzione della specie: l'uomo oggetto. Sguardo vacuo e attributi in primo piano, sguaiato eppure affascinante, imperversa negli spot e sui cartelloni. E ora siamo noi a divertirci!

L'attore Jude Law nello spot del profumo Dior Homme Sport.

Adesso tocca a lui. È l'esito finale di un processo lento ma inesorabile, l'ultima evoluzione della specie: l'uomo oggetto. Sguardo vacuo e attributi in primo piano, sguaiato eppure affascinante, imperversa negli spot e sui cartelloni. E ora siamo noi a divertirci!

L'attore Matthew McConaughey, nel 2005 proclamato dalla rivista People "uomo più sexy del mondo" nello spot tv del profumo The One for men di Dolce & Gabbana.

Adesso tocca a lui. È l'esito finale di un processo lento ma inesorabile, l'ultima evoluzione della specie: l'uomo oggetto. Sguardo vacuo e attributi in primo piano, sguaiato eppure affascinante, imperversa negli spot e sui cartelloni. E ora siamo noi a divertirci!

Il cantante Morgan, alfiere del mascara.

Adesso tocca a lui. È l'esito finale di un processo lento ma inesorabile, l'ultima evoluzione della specie: l'uomo oggetto. Sguardo vacuo e attributi in primo piano, sguaiato eppure affascinante, imperversa negli spot e sui cartelloni. E ora siamo noi a divertirci!

Il campione spagnolo Fernando Verdasco nel calendario 2009 dei tennisti.

Adesso tocca a lui. È l'esito finale di un processo lento ma inesorabile, l'ultima evoluzione della specie: l'uomo oggetto. Sguardo vacuo e attributi in primo piano, sguaiato eppure affascinante, imperversa negli spot e sui cartelloni. E ora siamo noi a divertirci!

Costantino Vitagliano, il più celebre dei "tronisti", per l'intimo di Parah.

Adesso tocca a lui. È l'esito finale di un processo lento ma inesorabile, l'ultima evoluzione della specie: l'uomo oggetto. Sguardo vacuo e attributi in primo piano, sguaiato eppure affascinante, imperversa negli spot e sui cartelloni. E ora siamo noi a divertirci!

Il campione di nuoto Filippo Magnini nella pubblicità delle docce Titan.

Foto

Adesso tocca a lui. È l'esito finale di un processo lento ma inesorabile, l'ultima evoluzione della specie: l'uomo oggetto. Sguardo vacuo e attributi in primo piano, sguaiato eppure affascinante, imperversa negli spot e sui cartelloni. E ora siamo noi a divertirci!

 

Riproduzione riservata