Le foto più emozionanti di oggi

Credits: Pieter Hugo

31 gennaio. 1994 è l’anno del genocidio in Rwanda e l’anno delle fine dell’apartheid in Sudafrica. 1994 è anche il titolo del lavoro fotografico di Pieter Hugo, fotografo sudafricano: è la testimonianza fotografica di una generazione nata dalle ceneri di quell’anno cruciale, figli della violenza ma anche di un profondo rinnovamento. 1994 è anche una mostra, ospitata dalla galleria Yossi Milo a New York fino a marzo.

Credits: Daniel Peter / Epa / Ansa

31 gennaio. Ancora nessuna ipotesi né nessuna dichiarazione sui sei ragazzi trovati morti in Baviera in un piccolo chalet la notte dopo una festa. E’ stato il padre di uno di loro a scoprire i corpi. Forse il monossido di carbonio di una stufa, forse altro, peggio.

Credits: Christoph Gerigk © Damien Hirst and Science Ltd.

31 gennaio. Da  13 anni l’Italia non ospita una personale di Damien Hirst. Ora Venezia gli concede Palazzo Grassi e Punta della Dogana (sedi della Pinault Collection) per quella che sarà una delle mostra di punta del 2017. E’ la prima volta che le due sedi sono dedicate ad un unico artista. Che ha lavorato a questo nuovo progetto, Treasure, dieci anni.

31 gennaio. L’elezione di Donal Trump a presidente degli Stati Uniti continua a non andare giù a mezzo mondo. A forse più di mezzo mondo. Aeroporti bloccati per via dell’infelice Muslim Ban e piazze colme di manifestanti inferociti. Ma anche il mondo dell’arte e della grafica non sta a guardare in silenzio. Kurt McGhee ad esempio ha ideato e messo in vendita un calendario quadriennale, 1462 Days of Trump, che copre dal giorno dell’insediamento fino al giorno del 2020 in cui Trump potrebbe lasciare la Casa Bianca. Ogni giorno con un’illustrazione buffa del presidente. Una sorta di gigantesco conto alla rovescia. Come ad augurarci che anche al peggio c’è sempre una fine….

Credits: Watchara Phomicinda, Olycom

30 gennaio. Ryan Gosling questa volta non ce l’ha fatta: ai Sag 2017 l’attore canadese non ha vinto la statuetta per il film “La La Land”. Lo “Screen Actors Guild Award” è considerato uno degli eventi più importanti di Hollywood e uno dei più attendibili indicatori per la vittoria all’ “Academy Award”, ma il bel Ryan si è ampiamente consolato grazie all’aiuto della straordinaria Meryl Streep, già vincitrice di ben 3 premi Oscar, che da brava “fata madrina” gli ha sistemato il cravattino durante la cerimonia.

Credits: Lam Yik Fei, Getty Images

30 gennaio. Coloratissimi fuochi d'artificio illuminano lo skyline di Hong Kong per i festeggiamenti del nuovo anno lunare cinese, conosciuto anche come “Festival di Primavera”. I festeggiamenti coinvolgono le comunità cinesi in tutto il mondo, si protraggono per 15 giorni e si chiudono con la festa delle lanterne, occasione in cui le famiglie si riuniscono, cenano e pregano insieme. Secondo l’astrologia cinese questo è l’anno del gallo e durerà fino al 15 febbraio 2018.

Credits: Fabrizio Cerignale, Ansa

30 gennaio. Tiler è un artista anonimo che ha deciso di segnalare le brutture cittadine e il degrado di alcuni quartieri attraverso le sue opere d’arte: piastrelle adesive che attacca sui muri. Negli ultimi mesi lo street artist ha disseminato in varie zone della città di Genova le sue “piastrelle d'arte”. Lo scopo? “Tu che cammini per strada e passi 100 volte davanti ad un mio lavoro senza vederlo, ma alla 101esima volta alzi lo sguardo e lo scopri, insieme alle mie piastrelle scopri anche che li c'è un muro e dietro al muro esiste un quartiere che ha bisogno di essere guardato e curato”.

Credits: Jens Schlueter/Getty Images

27 gennaio. L’artista Yadegar Asisi presenta a un gruppo di addetti ai lavori e giornalisti il naufragio del Titanic. Il punto di vista di chi osserva il relitto è sotto il livello del mare a 3800 metri e l’uso delle luci artificiali permette al visitatore di scoprire la tragicità del disastro, infatti sono ben riconoscibili il relitto rotto in due pezzi e gli oggetti di uso quotidiano attrezzature tecniche e bagagli. Il messaggio che vuole dare l’artista non è tanto sul disastro vero e proprio del naufragio , ma vuole illustrare l’arroganza del genere umano nel tentativo di dominare la natura

Credits: JANEK SKARZYNSKI/Getty Images


27 Gennaio. Un cervo attraversa un campo innevato alle prime luci del giorno ancora una volta la natura ci regala un’immagine di una spettacolare tenerezza.

Credits: MARIO VAZQUEZ/Getty Images

27 Gennaio. Se non fosse che la notizia è tragicamente vera la dichiarazione del neopresidente degli Stati Uniti Donald Trump di costruire il muro tra gli Usa e il Messico a spese di quest’ultimo sembrerebbe una barzelletta. Purtroppo non è uno scherzo , infatti l’amministrazione Trump vorrebbe imporre un dazio sui prodotti importati dal Messico per far pagare le spese del nuovo muro ai messicani. Il ministro degli esteri messicano Videgaray esclude a priori che il suo paese si faccia carico dei costi della nuova barriera e l’economista Paul Krugman bolla l’iniziativa come una misura da incompetenti.

Credits: Lynn Bo Bo / Epa / Ansa

26 gennaio. Stanno volgendo al termine gli Australian Open 2017 e non potevano farlo in modo più eclatante. La finale tra le donne sarà infatti tra le sorelle Venus e Serena Williams. La stessa cosa successe, sempre a Melbourne, 14 anni fa e, in anni più recenti, nel 2009 a Wimbledon. Vinse tutte e due le volte Serena, la più giovane. Questa volta però Venus sembra la più agguerrita. Ne vedremo delle belle!

Credits: Delphine Blast / Hans Lucas https://www.facebook.com/delphineblastphotographe/

26 gennaio. Le cholitas sono uno degli indiscussi simboli della Bolivia. Le loro gonne colorate, le elegantissime bombette e le lunghe trecce nere portano avanti l’antica tradizione aymara. Una volta il termine cholitas era dispregiativo, sinonimo di ragazze di bassa estrazione sociale che nemmeno parlavano lo spagnolo; poi nel 2006 Evo Morales prese le redini del paese e, da buon presidente indigeno, iniziò la riabilitazione delle tradizioni andine. Oggi la fotografa francese Delphine Blast ce le mostra con tutta la loro elegantissima solennità.

Credits: Miguael Juarez Lugo / Olycom

26 gennaio. Sette attivisti di Greenpeace Usa si sono arrampicati su una gru poco distante dalla Casa Bianca e hanno srotolato uno striscione con la scritta RESIST. Dall’istante dell’insediamento di Donald Trump nessun accenno è stato fatto ai cambiamenti ambientali; anzi con il via libera agli oleodotti Dakota Access il messaggio di disinteresse del nuovo presidente verso le questioni climatico-ambientali è arrivato forte e chiaro a tutti. Ma Greenpeace resiste!

Credits: Claudio Lattanzio, Ansa

25 gennaio. Non c'è pace per l'Abruzzo: un elicottero del 118 è precipitato nella zona del Gran Sasso dopo aver soccorso uno sciatore rimasto ferito sulle piste della stazione sciistica di Campo Felice. Tra le sei persone a bordo del velivolo, tutte decedute, c'erano anche un volontario e un medico del soccorso alpino di ritorno dal luogo della tragica slavina che ha colpito l'hotel Rigopiano a Farindola.


Credits: Peter Foley, Epa

25 gennaio. La pop star Madonna è pronta ad adottare altri due bambini del Malawi, ma non prima che il giudice della Corte Suprema decida se concedere l'ordine di adozione. La cantante ha già adottato dallo stesso paese africano il piccolo David Banda e Mercy James. La pop star è molto attiva in Malawi per migliorare la condizione di povertà e il disagio sopportato dagli orfani.

Credits: Massimo Percossi, Ansa

25 gennaio. A un anno dalla scomparsa di Giulio Regeni, il ricercatore italiano barbaramente assassinato in Egitto, l'Italia si mobilita: familiari, gente comune, politici, Amnesty International, chiedono al governo di battersi affinché gli assassini vengano scoperti. L'appello del Csm alle autorità egiziane parla chiaro: "fate quello che non avete fatto fino ad ora per far emergere cosa è accaduto".

Credits: 01distribution

25 gennaio. Il documentario "Fuocoammare" di Gianfranco Rosi è stato nominato nella cinquina finale della corsa al premio Oscar. Attraverso la storia del dodicenne Samuele il film racconta l'isola di Lampedusa, spesso dimenticata, alle prese con le difficoltà e la tragedia delle migrazioni. E per il regista Gianfranco Rosi : “Il nostro vero premio è portare Lampedusa di fronte al mondo”.

Credits: Andrea Solero, Ansa

25 gennaio. Lo sci azzurro vive una giornata favolosa grazie all'impresa di Federica Brignone e Marta Bassino, le due ragazze terribili che conquistano il primo e terzo posto nello slalom gigante di Coppa del Mondo a San Vigilio di Marebbe-Plan de Corones. E la gioia esplode nel bellissimo abbraccio tra le due amiche: "Vincere in Italia è fantastico, ancor di più farlo con un’altra compagna di squadra sul podio". ha detto Federica.

Credits: ALAIN JOCARD/Getty

24 gennaio. Sono i giorni della Haute Couture a Parigi , per le vie della città c’è fermento: modelle, celebrities , fotografi e giornalisti tutti curiosi e pronti a cogliere quell’abito e quel dettaglio che farà sognare per i prossimi mesi . E Alex Mabille è riuscito a farci sognare con i colori , i dettagli preziosi , le trasparenze e i veli che regalano a ogni abito una nota romantica.

Credits: Olycom

23 gennaio. Centinaia di migliaia di donne in 162 città del mondo. Questi i numeri della protesta tutta al femminile che ha risposto all’insediamento di Donal Trump a presidente degli Stati Uniti d’America. Una voce potente che vuole contrapporsi alla politica misogina e violenta del neo-presidente.

Credits: Stephanie Lecocq / Epa / Ansa

23 gennaio. Durante l’odierno primo consiglio UE dell’anno dedicato all’agricoltura, mentre i ministri si danno appuntamento all’interno del nuovo incredibile, futuristico palazzo di vetro, fuori un centinaio di allevatori protestano vivacemente in una scenografica nuvola di latte in polvere sparso con dei sacchi e dei soffiatori. E’ tornata prepotentemente in discussione la vicenda delle quote latte. Vediamo chi la spunterà…

Credits: Oli Scarff / Getty Images

23 gennaio. Siete amanti dei piccioni? Amate il loro grugare? Di sicuro se conoscete il significato di questo verbo una certa cultura in materia l’avete. Il grugare è infatti il verso del piccione e vi lascio solo immaginare il grugare che riempirà questo padiglione dei Winter Gardens a Blackpool in Inghilterra. Siamo all’annuale raduno della Royal Pigeon Racing Association, che ogni anno raduna più di 2500 esemplari.

Credits: Pat Benic / Olycom

20 gennaio. Hollywood, la stampa, le minoranze, le donne, i democratici..tutti stanno manifestando contro Donald Trump. Eppure, tra poco più di una manciata di minuti, The Donald si insedierà come 45esimo presidente degli Stati Uniti d'America. Si alza il sipario, signori….

Credits: Francois Durand / Getty Images

20 gennaio. Sono consapevole di star per dire una banalità: la moda non è moda se non stupisce e non fa parlare di sé. D’accordo. Però di corpi caricati sulle spalle, come sacchi o corpi morti, francamente potevamo farne a meno. Io, almeno, posso farne a meno. Siamo a Parigi, durante lo show di Rick Owens.

Credits: Vigili del Fuoco

20 gennaio. Miracolo o no, alla fine da quella maledetta montagna di neve e macerie a Rigopiano stanno riuscendo a estrarre dei superstiti. Ora sembra siano 7 in salvo e 4 in procinto di essere estratti. Qualche ora fa i paese si è commosso per il video del salvataggio di madre e figlio. Chi piange, chi si commuove, chi maledice il Paese e il governo…siamo comunque ancora tutti con il fiato sospeso, in attesa dell’epilogo.

20 gennaio. Avevo già visto opere d’arte, già visto Lego atteggiati come opere d’arte, opere d’arte fatte con i Lego, ma opere d’arte riprodotte con Lego e dipinti come una nuova opera d'arte mai. Un’opera d’arte contenente un’altra opera d’arte insomma. Se volete vederne altre e saperne di più avete ancora 3 giorni per People - L’arte al tempi del Lego, di Stefano Bolcato, al Museo Archeologico Provinciale di Salerno.

Credits: ANSA

19 gennaio. Maltempo e terremoto stanno mettendo in ginocchio l’Abruzzo e vaste aree dell’Italia centrale. Sull'Appennino  le scosse di assestamento raggiungono magnitudo fino a 5. Moltissimi paesi delle zone più interne sono sono ancora senza utenze e completamente isolati a causa della neve. Cosa che rende problematici i soccorsi, come nel caso tragico della slavina che ha travolto l’ hotel a Rigopiano, in provincia di Pescara.

Credits: Chip Somodevilla, Getty Images

19 gennaio. Il presidente americano Barack Obama tiene l'ultima conferenza stampa della sua presidenza alla Casa Bianca, prima dell’insediamento di Donald Trump come 45esimo presidente degli Stati Uniti. Un Obama estremamente emozionato lascia l’incarico con un messaggio di fiducia nel Paese e nel popolo americano.

Credits: Julian Stratenschulte, Getty Images

9 gennaio. Il drone permette una ripresa fiabesca del castello di Marienburg, nella Germania settentrionale, immerso di un rigoglioso bosco innevato.

Credits: Vyacheslav Oseledko, Getty Images

19 gennaio. La chiesa ortodossa celebra la festa dell’Epifania: questi bambini vengono immersi nelle acque del lago ghiacciato nei pressi del villaggio di Leninskoe in Kirghizistan, per ripetere la tradizione del battesimo di Cristo. I fedeli credono che la balneazione in acque benedette durante la celebrazione rafforzi il corpo e lo spirito.

Credits: EMILIANO GRILLOTTI/Ansa

18 Gennaio. La terra trema ancora in centro Italia, già in ginocchio per le forti e abbondanti nevicate che si susseguono da giorni e per il grande freddo che mette a dura prova gli abitanti delle zone terremotate ancora senza una casa, oggi la faglia di Campotosto è tornata a muoversi  causando  forti scosse.

Credits: MANAN VATSYAYANA//Getty

18 Gennaio. Una divertente iniziativa è stata organizzata dall’associazione Cancer Associates e dalla Kindred Network a Kaula Lumpur per raccogliere fondi per i bambini malati di cancro , una dozzina di clown si sono esibiti in spettacoli divertenti sui vagoni dei treni e nelle stazioni a sostegno dei bambini malati e delle loro famiglie.

Credits: Julian Stratenschulte / Getty Images

17 gennaio. E’ bella come un quadro questa istantanea catturata da un drone che ha sorvolato il serbatoio Okerstausee nella Germania centrale. Le rigidissime temperature hanno ghiacciato l’acqua del bacino artificiale sopra cui è caduta anche la neve.  Il ponte che attraversa il serbatoio crea un effetto spettacolare!

Credits: Pablo Blazquez Dimunguez / Getty Images

17 gennaio. Ha un che di folle e di eroico questa foto. Potrebbe essere l’impresa di uno stunt-man su un set cinematografico. Potrebbe essere la bravata di un coraggioso. Potrebbe essere il pegno di una scommessa persa. Invece siamo a San Bartolome de Pinares, in Spagna, e stiamo festeggiando San Antonio, protettore degli animali. Il salto nel fuoco dell’animale servirebbe a purificarlo e proteggerlo per l’anno a venire.

Credits: Andrej Isakovic / Getty Images

17 gennaio. Non se la stanno passando bene i migranti bloccati in Serbia che, come unico riparo dal freddo dell’inverno, utilizzano come abitazioni vecchie, semi-distrutte carrozze ferroviarie alle porte di Belgrado. Inutile dire che i vecchi convogli non dispongono né di acqua né di elettricità. E questa è la condizione di più di mille persone nella capitale serba, dopo che Ungheria e Croazia hanno chiuso le loro frontiere.

Credits: Evan Vucci, Epa

16 gennaio. Ci siamo quasi! Venerdì Donald Trump presterà giuramento davanti al Campidoglio di Washington, come 45esimo presidente degli Stati Uniti d'America. Nel frattempo le due sorridenti controfigure Greg Lowery e Sara Corry, procedono a piedi lungo il percorso che Trump percorrerà a piedi insieme alla moglie Melania durante l'Inauguration Day.

Credits: Abedin Taherkenareh

16 gennaio. Nel giorno del primo anniversario dell'accordo nucleare fra l'Iran e le potenze mondiali, Federica Mogherini, durante il Consiglio degli Esteri dell'anno, ha sottolineato che la Comunità Europea continuerà a lavorare per il rispetto dell'accordo per la sicurezza mondiale. Aspettiamo di vedere se la posizione del nuovo presidente americano Donald Trump sarà a favore dell'accordo.

Credits: Daniel Leal-Olivas / Getty Images

13 gennaio. Non di soli neve e ghiaccio è fatto questo inizio 2017! Le coste della Gran Bretagna sono flagellate da fortissimi venti e mare grosso che stanno, in alcune zone, addirittura spazzando via letteralmente le paratie protettive dei lungomare. Come a Walton-on-the-Naze, nel sud-est dell’Inghilterra. E gli allarmi meteo non preannunciano veloci miglioramenti.

Credits: Julian Stratenschulte / Getty Images

13 gennaio. Tempo di pesate e misurazioni allo zoo di Hannover. Mentre per alcune speci di animali la pratica non sarà propriamente una passeggiata, questo ippopotamo non sembra minimamente disturbato dalle manovre con cui lo stanno misurando.

Credits: Adrian Dennis / Getty Images

13 gennaio. Nel Surrey inglese, più precisamente nella cittadina di Woking, si è appena inaugurata una Casa delle Farfalle molto speciale: prima dell’inaugurazione nello spazio dedicato all’evento c’erano solo pupe che, dal momento dell’apertura in avanti, hanno iniziato a trasformarsi in splendide farfalle. L’affascinante processo si potrà ammirare fino al 5 marzo.

Credits: Matt Cardy/Getty Images

12 Gennaio. In queste sere si può vedere la “luna lupo” sulle campagne di Glastonbury . La luna piena di gennaio in alcune parti del mondo viene soprannominata la luna lupo direttamente da alcune antiche usanze di tribù native americane di dare un nome alla luna piena di ogni mese per tenere traccia delle stagioni.

Credits: Getty images

12 Gennaio. Treni presi d’assalto in India con persone accalcate alle stazioni che tentano di salire su vagoni già pieni . Le persone tornano a casa per il festival Sankranti che celebra l’inizio della stagione del raccolto, un evento importante per l’economia del paese.

Credits: Scott Barbour/Getty Images

12 Gennaio. Rafael Nadal è pronto per l’Australian Open , agguerrito e in forma mostra tutta la sua forza in un gesto atletico carico di aspettative

Credits: Kamil Kraczynski, Epa

11 gennaio. “Per 25 anni sei stata non solo mia moglie, la madre delle mie figlie e la mia migliore amica”. Con queste parole Obama ha commosso tutti ringraziando la first Lady Michelle alla fine del suo discorso d’addio alla presidenza degli Stati Uniti d’America, dal palco della sua città di origine Chicago. E ricorderemo per molto tempo l’intenso lungo e complice abbraccio tra Michelle e Barack.

Credits: Pino Cavuoti, Ansa

11 gennaio. In Abruzzo l’ondata di gelo non è ancora finita. Mentre sulle strade e sulle autostrade la circolazione è ripresa in tutta la regione, in molte scuole e fabbriche prosegue l’emergenza a causa della rottura di tubazioni e contatori a causa delle base temperature raggiunte nella notte. I maggiori disagi sono nelle province di Chieti e Teramo, dove sarebbero 2.000 gli utenti rimasti senza acqua.

Credits: Abir Sultan, Ansa

11 gennaio. La clown israeliana visita un bambino siriano di undici anni al Ziv Medical Center, nel nord di Israele. Gli ospedali israeliani forniscono cure mediche a oltre 2.500 feriti siriani, tra cui più di 850 presso il Ziv Medical center. A parte un po' di sospetto iniziale, non c'è più traccia dell'astio storico tra i due paesi confinanti tra di loro. I pazienti siriani sono a loro agio anche perché molti dei medici e del personale, parlano arabo.

Credits: Andrej Isakovic , Getty Images

11 gennaio. Un migrante esce da un riparo di fortuna trovato in un magazzino abbandonato a Belgrado. Secondo gli ultimi dati, sono migliaia i migranti, per la maggior parte provenienti da Asia e Medio Oriente, bloccati in Serbia, in attesa di entrare in Ungheria. Le loro condizioni sono aggravate dalle temperature, che negli ultimi giorni hanno superato i venti gradi sotto zero.

Credits: DANIEL LEAL-OLIVAS//Getty Images

10 Gennaio. Numerosi fan si sono ritrovati davanti al murales realizzato dall’artista Jimmy C. dell’icona pop David Bowie a Brixton, lasciando fiori e messaggi nel primo anniversario della sua morte.

Credits: Olycom

9 gennaio. Sono passati due anni da quando il terrorismo si è avvicinato di colpo alle nostre città, alle nostre abitudini, alle nostre vite. Due anni fa il mondo rimase sconvolto dalla strage perpetrata ai danni della criticatissima redazione della rivista satirica Charlie Hebdo. Il mondo il giorno dopo era tutto un Je Suis Charlie. Da quel giorno non so più quanti Je Suis…hanno popolato i social network di ciascuno di noi; questo vuol dire che non si contano gli attacchi terroristici che sempre più spesso cercano di uccidere la nostra quotidianità.

Credits: Massimo Percossi / Ansa

9 gennaio. Alla fine tutti quelli che più o meno celatamente si lamentavano di quanto poco invernale fosse questo inverno 2016 sono stati accontentati! Neve (tanta neve) in posti più o meno impensabili, temperature a picco sui termometri di quasi tutta Italia e sculture naturali di ghiaccio che rendono capolavori anche gli angoli solitamente più anonimi. Pare che l’inverno sia arrivato.

Credits: Martin Divisek / Epa / Ansa

9 gennaio. Dopo 10 anni dall’ultimo focolaio torna in Repubblica Ceca, nelle campagne fuori Praga, l’incubo influenza aviaria. Due i focolai segnalati, entrambi nella Moravia meridionale, dove centinaia di animali sono già stati abbattuti. Un cordone sanitario di tre chilometri dai focolai è già stato predisposto dalle autorità cecoslovacche.

Credits: Olycom

5 Gennaio. Tra le mete imperdibili del 2017 c’è la Calabria, secondo il New York Times che ha stilato la lista delle mete da visitare la regione italiana è stata prescelta per la buona cucina. Io aggiungerei anche per i suoi panorami mozzafiato e per un mare stupendo. Allora quest’estate tutti in vacanza in Calabria!!!!!!

Credits: WU HONG/Epa

5 Gennaio. Al via il trentatreesimo festival di ghiaccio di Harbin nel nord della Cina , un evento atteso da cittadini e turisti e che durerà circa tre mesi con spettacoli e fuochi d’artificio che illumineranno le enormi sculture di ghiaccio.

Credits: Massimo Percossi / Ansa

4 gennaio. Mc’Donalds 1- Borgo Pio 0. Così è finito il match tra il colosso dei fast food e il quartiere romano adiacente la Santa Sede. A stupirmi però è stato conoscere l’identità di chi si opponeva all’apertura: non qualche cardinale troppo anziano o troppo zelante bensì gli abitanti laici del quartiere che proprio non ci stavano a vedere le grandi M gialle troppo vicine alle cupole di San Pietro. L’unica cosa che è stata loro concessa è che le insegne non abbiano il colore giallo abbagliante di quelle del resto del mondo, ma un più sobrio colore bronzeo.

Credits: Nic Bothma / Epa / Ansa

4 gennaio. Vigili del Fuoco sono impegnati a domare un grosso incendio scoppiato sui monti Helberg sopra Somerset West, in Sudafrica. La lunga siccità dei mesi passati e i forti venti di questi giorni complicano lo spegnimento di un incendio dalla natura ancora ignota.

Credits: Ozan Kose / Getty Images

4 gennaio. Pare sia stato identificato anche se non se ne sono diffuse le generalità (comprensibile, dopo due falsi allarmi che hanno coinvolto persone estranee ai fatti) l’attentatore che la notte di capodanno ha ucciso 39 persone e ne ha ferite 65 al Reina Club di Istanbul. La città piange le sue vittime e il resto del mondo rimane in attesa di sapere la verità.

Credits: Olycom

3 Gennaio. La situazione smog in Cina è davvero preoccupante, le città ormai sono invase da fitte nubi di smog tanto da rendere “invisibili"edifici e palazzi. I dati analizzati da Greenpeace sono allarmanti : milioni di persone che vivono in Asia sono sottoposte a un livello di smog molto pericoloso.

Credits: ATTILA KISBENEDEK/Getty

3 Gennaio. Quanta tenerezza la piccola giraffa di tre giorni che tenta di alzarsi in piedi alla casa delle giraffe dello zoo di Budapest. La giraffa porta con sé già un primato : è la prima nascita del 2017

Credits: TOBIAS SCHWARZ/Getty

3 Gennaio. E se a Budapest il cuore si riempie di tenerezza per la piccola giraffa, a Berlino al giardino zoologico va di scena il divertimento! Gli elefanti giocano con gli abeti usati per gli alberi di Natale.

Credits: FELIX KASTLE/Getty

3 Gennaio. La natura è la più bella poesia che ci viene regalata: sorprendente , romantica e avvolgente come l’alba su un prato innevato.


Credits: Nasa

2 gennaio. La cometa45P/Honda-Mrkos-Pajdusakova”, che si chiama così dai nomi dei tre scopritori che l'hanno vista per la prima volta nel 1948, è ricomparsa nei nostri cieli subito dopo Natale, ma nei primi giorni del 2017 raggiungerà il suo picco di luminosità, in particolare subito dopo il tramonto. La sua magnitudine è appena sotto la soglia della visibilità a occhio nudo, ma sarà possibile ammirarne la chioma e la coda anche soltanto con un binocolo o un piccolo telescopio. E per chi la perde ora, tornerà a farsi vedere sempre meglio nei primi giorni di febbraio.

Credits: Spencer Platt, Getty Images

2 gennaio. Si paga in dollari ma sembra di essere in Russia tra i negozi di Brighton Beach, una delle più grandi enclavi di lingua russa nell'emisfero occidentale, la cosiddetta “Little Odessa” per la sua popolazione di immigrati di lingua russa. Tra la fine del 2016 e l’inizio del 2017 i rapporti fra Russia e Stati Uniti sono ricchi di colpi di scena: gli Usa espellono dal paese 35 diplomatici russi in seguito al sospetto di intromissione degli hacker del Cremlino nelle elezioni presidenziali (smentita da Mosca), Vladimir Putin prima sembra voler rispondere allo stesso modo ma poi annuncia il contrario. Forse al Cremlino prendono tempo in attesa che arrivi il 20 gennaio, il giorno in cui il nuovo presidente Donald Trump si insedierà ufficialmente alla Casa Bianca.

Credits: Spencer Platt, Getty Images

2 gennaio. Ragazzi della comunità ortodossa nel quartiere Williamsburg, a Brooklyn, New York, dove vive la più grande comunità di ebrei ortodossi d'America, gli hassidici. Il presidente americano uscente Barack Obama, dopo aver criticato piu' volte la politica di Israele sulle colonie nella West Bank, ha deciso di dare un segnale forte come non mai: l'ambasciatrice americana Samantha Power durante il Consiglio di Sicurezza dell’ONU ha annunciato un’astensione che di fatto è una condanna degli insediamenti israeliani in Cisgiordania.

Credits: Farooq Khan, Ansa

2 gennaio. Un ragazzo cammina sulle acque congelate a sud di Srinagar, capitale del Kashmir, in India. Questa valle del Kashmir sta attraversando un periodo di siccità prolungato mentre la temperatura notturna scende sotto zero.

Foto

Ogni giorno noi della redazione di Donna Moderna vi segnaliamo le fotografie più emozionanti dall’Italia e dal mondo: fotografie che mostrano l’attualità, che fanno riflettere, meravigliare, indignare, sorridere. Il tema caldo del mese di gennaio è senza dubbio l’avvicendamento alla presidenza degli Stati Uniti d’America tra il democratico Barack Obama e il repubblicano Donald Trump.


Nel suo discorso d’addio Obama ha commosso tutti ringraziando la first Lady Michelle per il suo aiuto e il suo supporto e per il suo operato. L’ abbraccio finale tra Michelle, Barack e Malia a conclusione della serata d’addio a Chicago, resterà scolpito nella mente di tutti. Ma nonostante i suoi successi in politica interna, il presidente, vincitore del Premio Nobel, ha deluso le aspettative di chi, in politica estera avrebbe sperato in un ruolo più deciso della superpotenza americana per la risoluzione dei conflitti mondiali tuttora in corso, dalla Siria all’Afghanistan.
A Donald Trump spetterà chiarire i rapporti fra Russia e Stati Uniti dopo i colpi di scena di inizio anno, così come i rapporti con Israele, grazie alla collaborazione del genero ebreo ortodosso Jared, marito della figlia Ivanka, nominato consulente speciale per il commercio e il Medio Oriente.


Il terrorismo è un tema ricorrente da quando, due anni fa, si è avvicinato di colpo alle nostre città, alle nostre abitudini, alle nostre vite. Il giorno dopo la strage di Parigi perpetrata ai danni della redazione della rivista satirica Charlie Hebdo, il mondo era tutto un “Je Suis Charlie”. Da quel giorno ad oggi non si contano gli attacchi terroristici che sempre più spesso cercano di uccidere la nostra tranquilla quotidianità. Non è solo la paura del terrorismo a preoccuparci ma anche le epidemie sanitarie…Dopo 10 anni dall’ultimo focolaio torna in Repubblica Ceca, nelle campagne fuori Praga, l’incubo influenza aviaria e mette in allarme l’Europa per i focolai segnalati nella Moravia meridionale, a causa dei quali centinaia di animali sono stati abbattuti.

La natura è la più bella poesia che ci viene regalata: sorprendente, romantica e avvolgente come l’alba su un prato innevato. Nonostante i disagi provocati in diverse regioni del centro sud del nostro paese dall’enorme quantità di neve caduta nel breve periodo in posti più o meno impensabili e le temperature a picco quasi ovunque, restiamo stupefatti dalle sculture naturali di ghiaccio che rendono capolavori anche gli angoli più inaspettati d’Italia. Se volete emozionarvi quotidianamente con  noi seguite le #emozionidelgiorno su donnamoderna.com/news e sui social e diteci le vostre opinioni!

Riproduzione riservata