Gubbio, Palazzo dei Consoli
Il palazzo dei Consoli si staglia al tramonto su piazza Grande, a Gubbio

Il Bel Paese che ti sorprenderà

  • 08 07 2020
Nove italiani su dieci, quest’anno, resteranno all’interno dei confini nazionali. Li aspettano magnifiche scoperte. In queste pagine attraversiamo nove Regioni e raccontiamo la magia dei posti ma anche il piacere di un’accoglienza unica al mondo. Offerta in tutta sicurezza da hotel, Spa, resort e ristoranti gourmet

A Gubbio per conoscere le tradizioni umbre e ammirare i palazzi medioevali

Incastonata nel cuore verde dell’Italia, Gubbio è una di quelle cittadine dove ci si perde tra i vicoli perché rapiti dalla bellezza delle sue chiese e dei suoi palazzi gotici, medioevali e neoclassici. In centro, da non perdere sono il palazzo dei Consoli, che ha appena riaperto ed è il vero simbolo della città (oggi sede del museo civico), la piazza Grande, il salotto che regala la vista migliore sul panorama circostante, e il palazzo del Bargello con la fontana dei Matti (la leggenda dice che chi le gira intorno tre volte alla presenza di un eugubino prende la patente di matto).

Gli sportivi possono raggiungere la basilica di Sant’Ubaldo, quasi in vetta al monte Ingino, con una passeggiata che regala scorci magnifici. Qui sono conservati i famosi Ceri di Gubbio coronati dalle statue dei santi (umbriatourism.it).

Nel parco del Monte Cucco, invece, è di nuovo possibile visitare uno dei complessi carsici più estesi d’Italia: la grotta è lunga 35 km e conta quattro ingressi (le visite, riprese da qualche giorno, vanno prenotate al 3512827335). Dove dormire? L’hotel Gattapone si trova in un palazzo medioevale del centro città, ha stanze da 65 euro con colazione ed è pet friendly (hotelgattapone.net).

A Chia per tuffarti in un mare da urlo e visitare siti archeologici

A Chia, in Sardegna, trovi un mare color smeraldo e spiagge di sabbia bianca finissima
A Chia, in Sardegna, trovi un mare color smeraldo e spiagge di sabbia bianca finissima

Perché volare all’estero alla ricerca di un mare caraibico quando il sud della Sardegna offre spiagge di sabbia bianca circondate da dune ricoperte di ginepri e acqua color smeraldo? Da Chia verso ovest si trovano i lidi più belli: Sa Tuerra, Porto Campana, la spiaggia de su Sali e Su Giudeu che fronteggia un isolotto raggiungibile a piedi grazie ai bassi fondali.

Non lontano c’è il sito archeologico di Nora, città prima fenicia, poi cartaginese e infine romana. Le tracce fenicio-puniche sono state quasi del tutto coperte da edifici romani ma gli scavi, iniziati nel 1889 dopo che una mareggiata svelò un cimitero, hanno portato alla luce resti del tempio di Tanit, dea cartaginese, e la stele di Nora, custodita nel museo archeologico di Cagliari (museoarcheoca gliari.beniculturali.it). Nel parco è possibile ammirare i resti delle terme, la piazza del foro, un tempio, la necropoli e l’anfiteatro che contava mille posti a sedere. Non lontano, il Chia Laguna resort ha 4 strutture: hotel Laguna, Spazio Oasi, hotel Baia e il nuovo hotel Village appena rinnovato. Qui la doppia parte da 232 euro (chialagunaresort.com).

A Palermo per vivere i monumenti più affascinanti fino a notte fonda

Si chiama RestArt l’iniziativa che vuole riportare Palermo al centro delle rotte turistiche post quarantena. La manifestazione prevede che, fino al 29 agosto, ogni venerdì e sabato, tanti splendidi siti monumentali restino aperti dalle 19 fino a mezzanotte. Tra questi la chiesa e la cupola di Santa Caterina, la chiesa dello Spasimo, palazzo Branciforte, l’orto botanico, il museo di arte contemporanea Riso, villa Zito e il teatro Massimo (3 euro a ingresso, restartpalermo.it).

Non è finita: nei weekend fino al 15 luglio la Fondazione Federico II permetterà le visite a Palazzo Reale (federicosecondo.org), la Galleria di Arte Moderna ha appena riaperto e fino al 31 agosto sarà possibile accedere al Complesso di Sant’Anna alla Misericordia da martedì a domenica (turismo.comune.palermo.it). Una sistemazione strategica per raggiungere a piedi il teatro Massimo, palazzo dei Normanni e la cattedrale, è il B&B Hotel Palermo Quattro Canti che offre stanze di design con wifi, una terrazza panoramica e accetta il bonus vacanze del decreto Rilancio (da 59 euro a notte, hotel-bb.com).

In Val Ridanna per esplorare le miniere d’argento con i bambini

Sentieri adatti a tutte le gambe, un museo sulla vita dei minatori e piatti tipici: c’è un luogo in Alto Adige che offre questo e di più. La Val Ridanna è la meta ideale per praticare il distanziamento sociale e godersi il silenzio delle cime. Chi vuole camminare può scegliere l’escursione alla malga Agelsboden, 2 ore fino alle cascate Butkard, o cimentarsi nel giro dei 7 laghi, 8 ore di trekking tra gli specchi d’acqua delle Alpi dello Stubai. I bambini si divertiranno a scoprire come vivevano i minatori che per 800 anni, e fino al 1985, hanno lavorato per estrarre argento, piombo e zinco dal Monte Neve. Indossato il caschetto e con la torcia in mano entreranno nel cuore della montagna e potranno capire come funzionava l’impianto di trasporto minerali a cielo aperto più lungo del mondo.

Per rilassarsi e divertirsi, ci sono gli 8.000 mq dell’area benessere dello Schneeberg Family Resort & Spa con piscine, scivoli e saune. Per questa estate offre nuove family suite deluxe, accetta il bonus vacanze e permette di modificare le prenotazioni fino a 48 ore prima dell’arrivo (da 95 euro a testa, schneeberg.it). Nella vicina Vipiteno, il 15 e 29 luglio, si tiene una visita guidata alle chiese affrescate, il 13 settembre c’è la sagra dei canederli con 70 tipi di gnocchi serviti su una tavolata lunga 400 metri. A 10 minuti dal centro, l’Almina Family & Spa hotel ha 5 saune e aree divertimento per i piccoli (costa 83 euro per persona con mezza pensione e merenda, almina.it).

Nel parco delle biancane per camminare tra le fumarole

Sembra di essere sulla Luna e invece si è nel cuore della Toscana, a un chilometro da Monterotondo Marittimo (visittuscany.com). Qui, nel parco delle Biancane, si cammina su una spianata candida di roccia e minerali, tra fumarole, soffioni e vapori ad alta temperatura (per divertire i bambini le guide turistiche appoggiano un uovo sulla roccia a inizio visita e lo mostrano sodo alla fine).

Chi vuole saperne di più può visitare il Mubia, il geomuseo multimediale che regala l’emozione di fare un viaggio al centro della Terra per capire i fenomeni geotermici e geologici (mubia.it). A fine visita, in meno di 10 minuti di auto, in località podere Muriglioni 32, si raggiunge Podere Paterno, azienda agricola tra le colline della Maremma, che produce formaggio di pecora. Si può visitare il caseificio con degustazione (da 5 euro a testa) e provare il Bee…lato, il gelato preparato con latte di pecora.

A Merano per fare shopping negli atelier di moda e design

La vista dalla infinity pool dell’hotel Der Waldhof è spettacolare
La vista dalla infinity pool dell’hotel Der Waldhof è spettacolare

Ha il fascino di una cittadina altoatesina e l’anima di un centro cosmopolita capace di attrarre designer, architetti e stilisti emergenti. Merano è la meta dove trovare concept store hi-tech, magazzini trasformati in spazi espositivi e vivaci centri culturali (suedtirol.info). A Lana, in un silos per la legna, ha stabilito il suo quartier generale Harry Thaler che, dopo essersi formato come orafo, qui fa sposare il design 2.0 con la tradizione artigianale trasformando fusti di petrolio in poltrone e lampade. Il quartiere più interessante è anche il più antico: a Steinach trovi agenzie creative e atelier dove fare shopping. In centro, invece, fai tappa da Pur, concept store dove comprare mele essiccate, gin con le erbe di montagna e oggetti per la casa (www.pursuedtirol.com).

Se ami l’architettura, nello spazio Kunst Meran Merano Arte (Portici 163) trovi la mostra di Sos Studio Other Spaces (fino al 20 settembre, kunstmeranoarte.org). Per gli appassionati di musica, un camion parcheggiato in piazza della Rena 14 fa da palco per 20 serate con musica e teatro, cabaret e letture (fino al 23 agosto, kallmuenz.it). L’hotel Der Waldhof propone l’offerta Happy Days: 4 notti con colazione, live cooking, cena gourmet, accesso all’infinity pool e sauna nel bosco costano da 576 euro a persona (derwaldhof.com).

A Jesolo per andare a cavallo nella pineta

Jesolo è la meta per tutti, chi viaggia in famiglia, chi in coppia, chi con gli amici. I motivi? 15 chilometri di spiagge attrezzate, una grande isola pedonale con negozi e locali, ottimi ristoranti. Agli sportivi offre parchi acquatici, campi da tennis, escursioni in bici e a cavallo in pineta. In più, per una gita ci sono a portata di mano le colline del Prosecco, con Conegliano e Valdobbiadene, e le isole della Laguna, Murano, Burano, Torcello.

Chi ama il design può dormire al Falkensteiner hotel & spa Jesolo che, proprio di fronte al mare, è stato progettato dall’archistar Richard Meier (gli interni invece sono stati disegnati da Matteo Thun). La Spa è grande 1.500 metri quadri, la cucina è nelle mani dello chef di fama internazionale Filippo Gozzoli, l’animazione della Falky-Land intrattiene i bambini dalle 9 alle 18 con giochi e laboratori (doppia da 339 euro, falkensteiner.com).

Nella valle d’Itria per rilassarti tra gli ulivi secolari

A 15 km dalla costa Adriatica e a 40 da quella Ionica, nella valle d’Itria, San Michele Salentino è fra i Comuni più piccoli della provincia di Brindisi (conta solo 6.000 abitanti), ma è davvero in posizione strategica per chi vuole organizzare una visita alla barocca Martina Franca, ad Alberobello, il regno dei trulli, a Taranto, capitale della Magna Grecia, o a Lecce, città d’arte del Salento. Qui, tra terra rossa e ulivi secolari, le bianche case rurali hanno una cupola conica e i terreni sono delimitati dai muretti a secco.

Nel centro storico la chiesa Matrice realizzata a fine Ottocento si affaccia su piazza Dante, in contrada Augeluzzi c’è una grotta che risale al Paleotico, mentre a Borgo Ajeni si tengono le sagre del paese. Ellearesort è un’elegante villa con 6 camere da letto, 4 bagni, piscina privata e giardino: la trovi sul sito prenotazione di case vacanza per famiglie vrbo.com.

Sull’Appennino Ligure per assaggiare la cucina della tradizione

C’è un angolo di Liguria meno conosciuto di altri, nell’entroterra del Tigullio a 30 km dalla costa e da Chiavari. È il parco naturale dell’Aveto, 3.000 ettari di verde punteggiati da laghi, faggete, cave e pascoli sovrastati dalle cime dell’Appennino ligure (lamialiguria.it). Tantissimi i sentieri, da un minimo di un’ora e mezza (l’anello del Monte Bossea) a itinerari più lunghi come l’anello del Monte Ramaceto (6 ore). Un trekking di particolare bellezza è quello nella Valle Sturla che da Borzone porta ai laghi di Giacopiane.

Il Consorzio per l’ospitalità diffusa Una montagna di accoglienza propone fino al 30 settembre un weekend alla scoperta della zona: il primo giorno si visita l’abbazia di Borzone e si passano i siti di Araxi e Bancora, il secondo si visitano le cascate di Cianà, il terzo si scende ai laghi (tour, 2 notti e 2 cene da 100 euro, unamontagnadiaccoglienza.it). Chi è interessato alle tradizioni culinarie può prenotare la cooking class per imparare a preparare la Baciocca, torta salata dell’entroterra ligure cotta in una campana di ghisa. A insegnare i trucchi saranno le donne del borgo di Sopralacroce (da 40 euro a testa, tel. 3346117354).

All’Alpe di Siusi per fare trekking al cospetto delle Dolomiti

Un altopiano dove non circolano le auto con 60 km di sentieri a disposizione, è l’Alpe di Siusi. Il percorso della Bulaccia è adatto ai bambini e offre uno splendido panorama sulla Val Gardena. Parti dalla stazione a monte della Bullaccia e fermati sulla piattaforma Engelsrast che guarda la regione dell’Ortles e i ghiacciai delle Alpi Breonie e delle Venoste. Il percorso circolare porta fino al rifugio Arnica dove fare pausa con un piatto di frittatine dolci.

L’escursione al rifugio Molignon, invece, è più lunga (4 ore) ma ugualmente bella perché attraversa ampi alpeggi e lungo la strada per il Sassopiatto offre scorci da fotografare (seiseralm.it). Il Vitalpina Wanderhotel Europa di Siusi allo Sciliar propone il pacchetto Le Dolomiti, un regno nato dal mare, dal 19 luglio al 2 agosto: 7 notti in mezza pensione, 5 escursioni guidate, 1 tour Vitalpina Respiro, mountain bike da 849 euro a testa (vitalpina.info).

A Chioggia per perderti tra i canali e gustare piatti di pesce

Chioggia (VE) Veneto Italy
Canali, ponti e case colorate: Chioggia è conosciuta come la piccola Venezia

La chiamano la piccola Venezia e i motivi ci sono: Chioggia sorge su di un gruppo di isolette divise da canali (San Domenico, Vena e Lombardo) e collegate fra loro da ponti, ha una storia antica, le case sono colorate di rosso, blu e arancione. Corso del Popolo, la piazza che lo scrittore Curzio Malaparte definì “un grande caffè”, è il punto di partenza per un tour della città. Qui ci sono la torre dell’orologio, ex faro e torre di avvistamento ora diventato museo, e il Duomo che un tempo conservava un polittico attribuito al pittore del Trecento Paolo Veneziano, ora custodito nel vicino Museo Diocesano.

Nella Pescheria si tiene dal martedì alla domenica il vivace mercato del pesce rifornito dai pescatori che rientrano di prima mattina dalle uscite in mare, mentre nel porto si possono vedere attraccati i “bragozzi”, le tipiche barche a vela dai colori accesi. La vicina Sottomarina è la meta ideale per rilassarsi e divertirsi perché offre parchi giochi, campi sportivi, lezioni di windsurf e canoa, uscite a cavallo e immersioni per ammirare le “tegnue”, i reef naturali dell’Adriatico con le alghe rosse calcaree popolati da anemoni, spugne, crostacei, scorfani e gronghi.

Sul sito veneto.eu trovi tutti i consigli utili per organizzare una vacanza tra escursioni, cene a base di prodotti tipici, alberghi, cicloturismo e tour guidati nella natura.

La sicurezza prima di tutto

Un italiano su due è disposto a viaggiare a patto di farlo in sicurezza (dati Confturismo-Confcommercio). Per questo Europ Assistance ha pensato a due nuovi prodotti. Il primo si chiama Extra ed estende il perimetro di copertura di tutte le polizze di assistenza e rimborso spese mediche coprendo gli imprevisti causati dal Covid-19 (infezione, lockdown, quarantena). Sono compresi assistenza e rientro alla residenza, anticipo delle spese di prima necessità, costi per il prolungamento del viaggio e un indennizzo in caso di ospedalizzazione. Il secondo prodotto, Viaggi Italia, è dedicato a chi sceglie il Belpaese per le vacanze. Oltre a soccorso stradale e auto sostitutiva offre rimborso spese mediche e assistenza medica anche attraverso la piattaforma digitale MyClinic che permette di avere un medico sempre a disposizione, da raggiungere al telefono o con videoconsulto, e una valutazione veloce del proprio stato di salute con un triage certificato. Aggiungendo l’opzione Casa e famiglia si garantisce supporto ai familiari, magari anziani, rimasti a casa (www.europassistance.it).

Open air vista lago

Food delivery direttamente al bungalow, possibilità di lavorare in smart working in spazi dedicati, long stay con sconti del 30% per chi si ferma più di due settimane: sono queste le novità per l’estate nei 15 camping village di Club del Sole in 6 regioni italiane. In più, con la formula Easy Holiday puoi chiedere un finanziamento a copertura totale del soggiorno con rate da 100 euro al mese. Il Desenzano Glam Village, completamente rinnovato, offre 112 suite e appartamenti vista lago (da 60 euro per persona a notte nelle nuove mobilhome in b&b, (clubdelsole.com).

Destinazione Sardegna

Vacanze Sicure in Sardegna è l’offerta di Grimaldi Lines per l’estate. Prevede viaggio di andata e ritorno a bordo delle navi in passaggio ponte (partenza da Livorno o Civitavecchia e arrivo a Olbia o Porto Torres), trasporto di un veicolo, sette notti in doppia al Club Hotel Baja Bianca di San Teodoro, in località Capo Coda Cavallo, con trattamento di pensione completa, incluso bevande ai pasti e open bar in piscina, assicurazione (da 733 euro a persona, www.grimaldi-lines.com).

Riproduzione riservata