Sex toys: un’italiana su tre li usa

15 08 2016 di Camilla Ghirardato

Un’italiana su tre possiede gadget erotici e il mercato mondiale è in crescita. Che giocare con il sesso sia diventata una questione femminile?

Persino Julia Roberts (una che non gira scene di nudo, per capirci) ci ha scherzato su. Ospite all’Ellen De Generes Show, si è divertita a magnificare alcuni sex toys, confidando sul filo dell’ironia di possederne sette. Vero o no, i gadget erotici oggi non sono più un tabù. I numeri parlano chiaro: il 28% delle italiane ne possiede almeno uno, una cifra considerevole anche se non raggiungiamo il 60% delle americane e nemmeno il 49% delle inglesi (sondaggio MySecretCase).

A dispetto della crisi, il business è in ascesa: se il mercato mondiale registra una crescita annua del 30%, quello italiano segna un 6%. E gli acquisti online vengono conclusi per il 60% da donne. Che oggi la voglia di giocare con il sesso sia diventata più femminile che maschile?

Vibratore a una velocità che ricorda il musetto di una lumaca. Le sue morbide antenne regalano una stimolazione extra (Soft Paris)

Sembra un rossetto, sta nella pochette e nasconde tre diverse vibrazioni (La Valigia Rossa)

Massaggiatore per clitoride in tre diverse profumazioni: Bordeaux & Cioccolato, Glicine & Rosa o Lavanda & Miele. Ha otto differenti vibrazioni e si ricarica via Ubs (Lelo)

Foto

Perché piacciono

Certo è che i sex toys possono diventare un bell’aiuto per la coppia. «Di solito il desiderio maschile s’impenna subito, mentre quello femminile ha un movimento ascendente più graduale» spiega la psicoterapeuta e sessuologa Sarah Viola. «Questi giochi portano a sincronizzare i due ritmi. Ben vengano dunque, sia nella coppia sia in solitaria. L’autoerotismo, infatti, è un modo per capire ciò che davvero piace, da giovanissime come da adulte. E nessuno dice che debba essere accantonato quando si ha una relazione. Spesso è complementare al sesso con il partner».

Tutto confermato anche da un sondaggio commissionato da Lelo, marchio svedese di sex toys. Il 71% delle coppie ha dichiarato che aver acquistato dei gadget erotici ha migliorato l’intesa. E un recente studio dell’Università dell’Indiana ha provato che le donne che li usano hanno un rapporto migliore con il sesso e raggiungono più facilmente l’orgasmo.

Come proporli

Sì ma come si supera l’imbarazzo? Come dire al proprio compagno: «Caro, stasera ci proviamo con un sex toy?». Risponde la sessuologa Sarah Viola: «Ci vuole tatto, perché potrebbe pensare che l’eros con lui non sia troppo soddisfacente. Meglio essere indirette. Per esempio dire che una collega ne ha parlato, ci si è incuriosite e si vorrebbe provarlo insieme.

Insomma, come un gioco in più da fare in due». O addirittura una maniera per dire: mi manchi e ti desidero. «L’oggetto più richiesto dalle coppie è il massaggiatore femminile con telecomando per lui» racconta Lucia, consulente di La Valigia Rossa, azienda specializzata nella vendita a domicilio di oggetti hot. «Quando lei o lui sono lontani o in viaggio, c’è la possibilità di attivarlo tramite app per sentirsi più vicini».

Riproduzione riservata