Un aperitivo gourmet per festeggiare il #Tapasday

14 06 2017 di Marta Ghelma
Credits: Felice Scoccimarro

Il 15 giugno è il #Tapasday, gli aperitivi spagnoli che sono veri e propri mini capolavori di alta gastronomia. Provale per stupire i tuoi ospiti

¿Nos vamos de tapas? Il 15 giugno in Spagna e in più di 29 paesi al mondo si celebra il #Tapasday. Tutti conoscono queste delizie di cucina in miniatura tipiche della penisola iberica, ma qual è la loro origine? Forse non sai che la parola "tapa" deriva dal verbo "tapar" (coprire). Si pensa, infatti, che le "tapas" nascano dall'antica usanza andalusa di coprire i drink con un pezzo di prosciutto, pane o formaggio per impedire agli insetti di finire nei bicchieri. Da piccolo e semplice spuntino a veri e propri capolavori in miniatura (spesso sostitutivi del pranzo e della cena), i famosi "stuzzichini" spagnoli sono diventati una vera e propria icona mondiale.

Tapas e pinchos: le differenze

Promossa dall'Ente Spagnolo del Turismo, la "Giornata Mondiale delle Tapas 2017" è anche l'occasione ideale per imparare la differenza tra "tapas" e "pinchos". Tipici dei Paesi Baschi e del nord della Spagna, quest'ultimi sono la versione elaborata delle "tapas", tradizionalmente caratterizzate dalla presenza di uno stuzzicadenti che "pincha" (pinza) insieme i vari ingredienti. Per un giorno, quindi, concediti uno strappo alla dieta estiva e prova le "tapas" e i "pinchos" protagonisti dei menù serviti nei bar, negli hotel e nei ristoranti aderenti all'evento a Milano, Bologna e Roma

Tapas: 8 ricette per un aperitivo gourmet

Credits: Felice Scoccimarro

Gilda: acciuga, oliva e peperoncino

Ingredienti per 4 persone 8 olive verdi denocciolate, 4 acciughe sotto sale, 4 peperoncini verdi sott’aceto, 4 fette di pane, olio extravergine d’oliva. Infila in uno stuzzicadenti un’oliva, l’acciuga, il peperoncino e una fettina di pane. Condisci con un filo d’olio. La ricetta originale prevede l’utilizzo della qualità di peperoncini verdi “guindilla de Ibarra”, tipici della zona di Ibarra nei Paesi Baschi.

Credits: Felice Scoccimarro

Trancetto di baccalà con cialda ai funghi

Ingredienti per 4 persone 200 g di baccalà ammollato, 2 spicchi d’aglio, 250 g di olio extravergine d’oliva, 200 g di funghi porcini, 1 l di latte, 200 g di burro, 200 g di farina, 1 tuorlo. Fai una besciamella densa con il latte, il burro e la farina e aggiungi i funghi tritati e saltati in padella. Versa il composto in una teglia unta d’olio. Lascialo raffreddare, quindi taglialo in rettangoli di circa 5x3 cm. Impanali nel tuorlo e poi nella farina e friggili. Fai la salsa pil pil. Prima fase: affetta l’aglio, soffriggilo nell’olio e levalo. Nella padella metti il baccalà in 4 tranci e cuocilo piano 10 minuti. Seconda fase: prendi un tegame di terracotta, trasferisci l’olio del tegame del baccalà e i 4 tranci precotti mettendo la pelle rivolta verso il basso. Cuocili a fiamma bassa scuotendo spesso e delicatamente la pentola in modo che il pesce non si attacchi. Gradualmente l’olio si trasformerà in una salsa densa come una maionese: la salsa pil pil è pronta. Terza fase: in 4 piatti fondi sistema prima le cialde ai funghi, sopra appoggia i tranci di baccalà e infine guarnisci con la salsa pil pil e l’aglio messo da parte.

Credits: Felice Scoccimarro

Coda di bue in crépinette

Ingredienti per 4 persone 800 g di coda di bue, 3 spicchi d’aglio, 150 g di cipolla, 100 g di carote, 1 porro, 200 g di pomodori, 200 ml di vino rosso, 100 dl di brodo di carne, 4 fette di prosciutto iberico, 4 fette di pane tostato, sale e pepe. Infarina e dora la coda di bue aggiustando di sale e pepe. In una pentola, soffriggi l’aglio, le carote, il porro e i pomodori precedentemente tritati, poi aggiungi la coda bagnando con il vino rosso fino a farlo ridurre. Copri con il brodo e lascia sobbollire a fuoco basso, finché la coda non sarà perfettamente cotta (3-4 ore). Una volta pronta, metti da parte la carne e gira le verdure nel passaverdure per ottenere una salsa. Unisci la coda alla salsa, porta ad ebollizione e poi togli dal fuoco. Una volta intiepidita, disossa la coda e utilizza la carne per realizzare dei cilindri aiutandoti con una pellicola trasparente. Lascia raffreddare, taglia 4 cilindri lunghi circa 4 cm ciascuno e avvolgili in una fetta di prosciutto iberico. Riscaldali in forno su una fetta di pane tostato e ricoperti dalla salsa della coda.

Credits: Felice Scoccimarro

Crocchette di calamaretti

Ingredienti per 4 persone 250 g di calamaretti, 1 bustina di nero di seppia, 500 ml di besciamella, 40 g di farina, 1 uovo, 100 g di pane grattugiato, olio extravergine d’oliva, sale. Pulisci i calamaretti, saltali in padella e tagliali a dadini. In una pentola, amalgama i calamaretti, il nero di seppia, la besciamella e sale. Versa su un piatto e copri con una pellicola trasparente. Una volta freddo, ricava dal composto delle palline e passale nell’uovo, nella farina e nel pane grattugiato. Friggile in abbondante olio caldo e servile subito.

Credits: Felice Scoccimarro

Insalata di gulas e avocado

Ingredienti per 4 persone 1 avocado, 100 g di cipollotto, 1 pomodoro, 250 g di gulas, 1 spicchio d’aglio, 4 fette di pane tostato, 100 g di olio extravergine d’oliva. Sbuccia l’avocado e schiaccia la polpa con la forchetta, taglia il cipollotto e il pomodoro a dadini e mescola. Stendi su una fetta di pane e completa con le gulas saltate in padella con olio e aglio tritato. Le gulas sono surimi composto da diversi pesci e sostituiscono le rare angulas (avannotti di anguille).

Credits: Felice Scoccimarro

Peperoni ripieni di polpa di granceola

Ingredienti per 4 persone 16 (4 a persona) peperoni del “piquillo”, 4 spicchi d’aglio, 200 g di cipolla, 2 porri, 300 g di polpa di granceola, 50 ml di Brandy, 80 g di prezzemolo, 100 ml di besciamella, 250 g di salsa di pomodoro. Rosola a fuoco basso l’aglio, la cipolla e il porro precedentemente sminuzzati. Togli le verdure dal fuoco e, nella stessa padella, soffriggi la polpa di granceola. Bagna con il brandy e fiammeggia. Aggiungi il prezzemolo tritato, 2 cucchiai di salsa di pomodoro e fai addensare il tutto, poi versa la besciamella e porta a ebollizione. Aggiusta di sale e lascia raffreddare. Riempi i peperoni con il ripieno e condisci a piacere con la salsa di pomodoro. Intiepidisci nel forno preriscaldato a 180°. I peperoni del piquillo sono piccoli, rossi tipici della Navarra venduti in vasetto svuotati, spelati e precotti.

Credits: Felice Scoccimarro

Mini goxua, il dolce tradizionale

Ingredienti per 4 persone 12 dischetti di pan di Spagna, ½ l di crema pasticcera, ½ l di panna montata, 200 g di caramello liquido, 1 cucchiaio di zucchero, 1 cucchiaio di rum. In un bicchiere, stendi prima uno strato di panna montata. Sovrapponi un dischetto di pan di Spagna precedentemente bagnato con uno sciroppo di acqua, zucchero e rum. Concludi la goxua con la crema pasticcera e il caramello liquido.

Credits: Felice Scoccimarro

Tartufo al cioccolato

Ingredienti per 4 persone 200 g di panna liquida, 300 g di cioccolato fondente, 50 g di Cognac, cacao in polvere. Fai bollire la panna. Togli dal fuoco, unisci il cioccolato sciogliendolo e aggiungi il cognac. Copri con una pellicola e fai raffreddare. Poi fai delle palline e spolverale con il cacao in polvere. Accompagna i tartufi al cioccolato con i cigarillos de Tolosa, biscotti secchi a forma di sigaro, tradizionali dei Paesi Baschi, fatti con mandorle, uova e burro.

Foto
Riproduzione riservata