Un candidato presidente assassinato, una cospirazione e un uomo che vive nella totale devozione nella fede. Se dovessimo riassumere in breve El Reino, questi ne costituirebbero di certo i tratti salienti. Un thriller politico che ad oggi è probabilmente la produzione più ambiziosa di Netflix in Argentina, con un cast guidato dagli attori Diego Peretti e Chino Darín.

La serie tv, disponibile su Netflix a partire da venerdì 13 agosto, è una produzione argentina guidata dalle menti creative del regista Marcelo Piñeyro e della scrittrice Claudia Piñeiro.

Otto capitoli in totale, due dei quali diretti da Miguel Cohan, già assistente alla regia di Piñeiro in Ashes of Paradise, per un emozionante e intrigante viaggio tra fede, ambizione e potere. Ma scopriamo di più a proposito de El Reino (e perché è una serie tanto attesa).

La trama

El Reino, che in Italia uscirà con il titolo Il suo Regno, promette di essere un avvincente thriller politico che ci spalanca le porte di un mondo che si nasconde nell’ombra. Non solo la politica, con le sue lotte per il potere, ma anche la chiesa e una dimensione religiosa che qui assume dei connotati a dir poco oscuri.

La serie targata Netflix prende le mosse dalle elezioni presidenziali argentine, scosse da un tragico e inaspettato evento. Il principale candidato e favorito alla vittoria, nomina Emilio Vázquez Pena, pastore di un’importante chiesa evangelista, come suo futuro vicepresidente. Ma in una delle ultime tappe della campagna elettorale viene assassinato, mentre il pastore diventa il favorito per la carica di presidente.

Tra intrighi e misteri, Emilio cerca di scoprire chi sia l’assassino e le ragioni di un tale delitto, mentre si prepara a diventare il nuovo leader del Paese.

Emilio Vázquez Pena, il protagonista

La nuova e attesissima serie di Netflix El Reino ruota attorno alla figura di Emilio Vázquez Pena, pastore evangelico che ha sempre dedicato la sua intera esistenza alla fede e alla sua congregazione religiosa. Almeno fino ad ora.

A interpretarlo è l’attore Diego Peretti, celebre in Argentina per i suoi ruoli nella serie televisiva Simulators e nei film Not You, I am, Time brave, Theft of the century e Wakolda, tanto per citarne alcuni. Un volto particolare e drammatico il suo, che ben si presta a dar vita al personaggio di Emilio.

Peretti ne ha parlato in una recente intervista, riflettendo sul rapporto tra politica, fede e vita: “La politica vive della realtà, cercando di trasformarla per viverla civilmente e con più benessere. Il fatto di essere guidati da qualcuno che crede che le soluzioni arrivino da un luogo molto lontano dalla realtà con una fede fanatica è una via diretta alla tragedia. Quando c’è un vuoto di potere e non c’è connessione tra il popolo e i leader c’è un’ignoranza che può essere riempita di illusioni astratte e che è pericolosa per la politica”.

Elena, la compagna di Emilio

Accanto al protagonista maschile, non può mancare la controparte femminile. Parliamo di Elena, la compagna del pastore Vázquez Pena interpretata dall’attrice Mercedes Morán, una donna forte e di carattere che ha sulle spalle la responsabilità della gestione della chiesa. Oltre che della famiglia, neanche a dirlo.

Le parole dell’attrice argentina descrivono alla perfezione il personaggio di Elena: “Lei è agli antipodi rispetto a me, nel senso che le cose che difende non sono quelle che difendo io; è molto religiosa, conservatrice, fondamentalista, negazionista. Mi piace navigare in quelle acque, interpretare personaggi che non mi somigliano. Mi piace entrare nelle vite di donne tanto particolari“.

Per la Morán, El Reino è come un intricato gioco di scatole cinesi dove c’è un segreto dentro un altro, che genera una sorpresa continua negli spettatori. Una metafora perfetta.

Altri personaggi e interpreti

Attorno alla figura di Emilio Vázquez Pena ruotano altri personaggi, secondari solo sulla carta, a cominciare da Tadeo (Peter Lanzani), figlio adottivo del pastore e di Elena che gestisce l’Hogar la Luz. Un giovane ipercredente e dalla forte carica spirituale, che vive per aiutare le persone che più hanno bisogno e disposto a mettersi in gioco in prima persona.

Chino Darín interpreta, invece, Julio Clamens, un giovane avvocato che – dopo aver attraversato una situazione traumatica – è finito per diventare il braccio destro del pastore Emilio Vázquez Pena, rivale politico di suo padre. “Julio ha scelto le strade peggiori ed è finito più sepolto di quanto avrebbe immaginato – afferma l’attore in un’intervista -, e deve ricominciare da capo. Dal peggiore dei luoghi trova un barlume di speranza in Tadeo, che gli offre la possibilità di riprendere in mano la sua vita”.

Un altro personaggio importante è Rubén Osorio, interpretato da Joaquín Furriel. Osorio è il manager che gestisce la campagna elettorale, l’uomo caparbio e determinato che lavora duramente all’alleanza tra il partito politico che ha creato con l’uomo d’affari Armando Badajoz e il pastore evangelista interpretato da Peretti. “Non ha emozioni, non ha morale, è assolutamente pragmatico”, afferma di lui l’attore.

El Reino, il trailer ufficiale

In attesa dell’uscita de El Reino venerdì 13 agosto, possiamo gustarci il trailer ufficiale della serie tv rilasciato da Netflix Latinoamérica, in lingua spagnola.