erbe benefiche

10 erbe benefiche da conoscere e utilizzare

Scopri il sapore, il profumo e il gusto della natura con le erbe benefiche: non solo saranno inebriati i nostri sensi ma potremo sfruttarne i benefici per la salute

10 erbe benefiche per la salute

In natura esistono tante erbe e piante che hanno molteplici proprietà benefiche per l'organismo. Dalle erbe aromatiche, facilmente coltivabili sui nostri balconi o in giardino alle erbe spontanee raccolte nei prati, alle erbe essiccate acquistabili presso le erboristerie.

Ecco una selezione di 10 piante benefiche per la salute: sono degli ottimi rimedi naturali che la natura ci offre e di cui possiamo sfruttarne le numerose proprietà:

  • le erbe balsamiche
  • la liquirizia
  • la lavanda
  • l'anice
  • il tiglio
  • la camomilla
  • la menta
  • il ginepro
  • l'ortica
  • la melissa

Le erbe balsamiche

Le erbe selvatiche possiedono proprietà balsamiche in grado di svolgere un'azione espettorante e sedativa benefica per le vie respiratorie. Sai che fin dall'antichità la corteccia di pino veniva utilizzata per curare dermatiti, tagli e piaghe?

Il suo estratto possiede un'azione antiossidante in grado di contrastare i processi dell'invecchiamento e svolgere un effetto antinfiammatorio.

Secondo diverse ricerche l'estratto di corteccia di pino protegge i capillari, stimolando la produzione di elastina e collagene. Insieme al pino, la menta, decongestionante, aiuta in casi di infiammazione pelle e vie respiratorie, nausea e nevralgie.

La liquirizia

Nell'antico Egitto si conoscevano le proprietà curative della liquirizia, utilizzata in caso di pressione bassa, ulcera e reflusso gastroesofageo: puoi masticarne le radici, bere un decotto o consumarla in pasticche.

Grazie alle proprietà antivirali e antimicotiche, la liquirizia, ricca di antiossidanti, aiuta a guarire herpes, mal di gola e afte. Inoltre favorisce la cicatrizzazione e migliora la risposta immunitaria.

La lavanda

Questa pianta esercita un’azione antispastica e  antisettica, contribuendo a lenire dolori mestruali e contrazioni addominali. Associata a un colore, il viola, simbolo di elevazione, spiritualità e pace, la lavanda, oltre a svolgere una funzione digestiva, è preziosa nei casi di stress e ipertensione, malattie  psicosomatiche e iperattività.

Un tempo utilizzata per detergere piaghe e ferite, può essere un colluttorio prezioso e delicato per l'igiene della bocca.

L'anice

Celebre per l'aroma penetrante, l'anice aiuta la stimolazione delle secrezioni ghiandolari e contribuisce a aumentare la produzione di latte materno. L'anice possiede proprietà calmanti: aiuta in caso di tosse e infiammazioni ai bronchi, oltre a favorire i processi digestivi e contribuire al rilassamento.

Sai che l'anice è ottimo per alleviare il mal di testa? Proveniente dall'Oriente, l'anice verde possiede un'azione antibatterica.

Il tiglio

L'infuso di tiglio è celebre per le proprietà calmanti, emollienti e diuretiche, ma può essere utilizzato anche nell'acqua della vasca da bagno: una rigenerante carezza antistress preziosa per chi soffre d'ansia.

Puoi usare l'infuso di tiglio come tonico per il viso: rinfrescante e depurativo, ti aiuterà a distendere la pelle scottata e stressata. Il tiglio è utile anche per il benessere degli occhi: prova a applicare con dolcezza due garze bagnate in corrispondenza delle palpebre gonfie, effetto relax immediato.

La camomilla

Sai che in passato i fiori di camomilla venivano seccati e utilizzati come tabacco da pipa? Simbolo di pace profonda e calma, la camomilla allevia le infiammazioni e possiede un'azione antiossidante.

L'olio essenziale di camomilla romana, che generalmente possiede un costo leggermente più alto rispetto altri oli essenziali, è un toccasana contro lo stress: lasciane cadere due gocce sul cuscino oppure massaggia le tempie con un dolce movimento circolare, a occhi chiusi.

Calmante e dolcemente profumata, la camomilla può essere utilizzata per rilassare le palpebre. Appoggia due bustine strizzate nell'infuso: il sollievo per occhi e pelle sarà immediato.

La menta

Esistono diversi tipi di menta: facile da coltivare, può essere utilizzata per la preparazione di cibi e bevande.

Sai che la menta è preziosa anche per l'effetto diuretico? Durante l'estate aggiungila al tè: sarà rinfrescante e il profumo delizioso contribuirà a donarti una sferzata di energia.

Inoltre questa pianta possiede un'azione analgesica, calmante e antispasmodica. Diversi studi scientifici hanno confermato le proprietà rilassanti della menta in relazione a soggetti affetti da colon irritabile, coleciste e calcolosi biliare.

Il ginepro

L'olio essenziale di ginepro ha un'azione lenitiva sulle punture d'insetto.

Il suo profumo intenso ha il profumo dei boschi, ma questa pianta costituisce anche un prezioso aiuto per il corpo, infatti alcuni studi hanno hanno evidenziato l'azione stimolante e rigeneratrice del ginepro per il fegato, oltre alle proprietà drenanti, particolarmente utili quando l'organismo attraversa una fase di stanchezza e intossicazione.

L'ortica

Preziosa per la prostata, l'ortica è ottima in tisane e decotti, ma anche per la preparazione di deliziose ricette, quali ravioli, pizza e condimenti per pasta o semplicemente al posto degli spinaci. Questa pianta selvatica, da raccogliere nelle zone lontane dal traffico, aiuta la depurazione dell'organismo e l'eliminazione delle tossine, oltre a possedere effetti positivi per la digestione e assimilazione dei cibi. Efficace in caso di forfora, può essere utilizzata come maschera per capelli. Puoi far bollire alcuni rami nell'aceto e applicare il liquido dopo averlo filtrato: renderà il cuoio capelluto più forte. Ricca di minerali, aiuta il benessere delle donne in menopausa.

La melissa

Calmante e digestiva, la melissa rilascia un profumo sottile: ha proprietà antispasmodiche, sedative e miorilassanti, facilitando il benessere del tratto intestinale e i processi metabolici. Questa pianta è preziosa per chi soffre di insonnia, nervosismo, tachicardia e stanchezza: una dolce carezza naturale ottima per l'equilibrio del corpo. Non eccedere con il dosaggio in caso di problematiche con la tiroide e consultare sempre l'erborista di fiducia.

Riproduzione riservata