cenone di natale

I dietologi rassicurano che i chili (e i centimetri) accumulati nel periodo delle feste vanno via non appena si torna al regime alimentare quotidiano.

Ma spesso è normale farsi prendere dall'ansia di non sgonfiarsi...ricorrendo alle soluzioni riparatrici fai-da-te. Peccato che spesso sortiscono l'effetto opposto, oltre ad essere dannose per la salute.
Un decalogo su cosa fare e non fare dopo le abbuffate delle feste, per tornare in forma.

Abbuffate? 10 cose da (non) fare per rimediare

Quali sono le cose da non fare dopo le grandi abbuffate delle feste? Ecco gli errori da non commettere per sperare di rimediare ai cenoni. In più i suggerimenti sulle soluzioni alternative

No ai digiuni

1) No ai digiuni


Non cercare di recuperare le  calorie in eccesso, restando a digiuno il giorno dopo una grande abbuffata. Accumuleresti un appetito esagerato che sarà soddisfatto solo con un'altra grande abbuffata.

Soluzione

Il rimedio alternativo è quello di ridurre le quantità.

Sì alla colazione

2) Sì alla colazione


Non saltare la colazione anche se la sera prima hai cenato abbondantemente. Limitati al massimo a the o caffè e latte con biscotti integrali.

No ai lassativi

4) No ai lassativi


Pensare di prendere lassativi per sgonfiarsi è un'errata convinzione.

Soluzione

Meglio aumentare il consumo di  fibre, anche sotto forma di cereali a colazione.

No al menu liquido

3) No al menu liquido

Non cedere ai pasti a base di tisane o solo yogurt o solo frullati: mangia normalmente ma in quantità ridotte se ti senti ancora sazia dal giorno prima.

No ai farmaci diuretici

5) No ai farmaci diuretici


Se proprio senti  l'esigenza di sgonfiarti ricorri alle tisane drenanti a base di finocchio o cardo mariano, ma non assumere farmaci diuretici: questi vanno presi solo previa prescrizione del medico.

No al fitness selvaggio

6) No al fitness selvaggio


Non ti costringere ad allenamenti estenuanti e lunghissimi: meglio 20 minuti al giorno per tutto il mese successivo alle feste.

No al vomito autoindotto

7) No al vomito autoindotto


Lo sappiamo: questo "non-consiglio" ha un connotato da bulimica, ma non potevamo non inserire questo imperativo categorico fondamentale nel nostro decalogo delle cose da non fare dopo le abbuffate delle feste.

No all'eccesso di cibi light

8) No all'eccesso di cibi light

Resisti alla tentazione di riempirti di cibi light, bevande senza zucchero, caramelle dolcificate ecc. perché tanto "sono light". Rischieresti di assumere calorie in più senza accorgertene.

Soluzione

Ricorri ai cibi "normali" ma con moderazione.

9) No ai pasti sostitutivi  Non fanno miracoli e, non inducendo il senso di sazietà, rischiano di a

9) No ai pasti sostitutivi


Non fanno miracoli e, non inducendo il senso di sazietà, rischiano di aumentare l'introito calorico. Dato che ti ritroveresti a mangiare altri cibi.

Soluzione

Prevedi dei menu leggerissimi sazianti a base di verdure, proteine e cereali integrali.

Via le ossessioni

10) Via le ossessioni


La bilancia non è l'unico  sistema di misura dei danni post-abbuffatta. Ciò che conta sono i  centimetri, lo specchio e...la prova jeans.

Se per un po' non riesci ad  entrare nel tuo amato paio di jeans, senza trattenere il respiro,  rilassati, programma un piano di pronto intervento e perseguilo con  tutta la tua buona volontà. Come detto sopra, basta ridurre le porzioni,  fare movimento tutti i giorni per almeno 20 minuti e...per un po'  dimenticare gli eccessi!

Riproduzione riservata