Quel problema della pelle lucida


Sos pelle: si può usare il fondotinta sull’acne?

Nascondere l'acne è uno dei problemi più diffusi tra le fanciulle. E non stiamo parlando solo di adolescenti. Gli odiosi brufoletti interessano le donne di tutte le età e il rimedio più veloce per nasconderli è il make-up, in particolare il fondotinta, che però potrebbe peggiorare il problema: come fare?

Come scegliere il fondotinta adatto per la pelle con acne

A volte il solo fatto di poter nascondere le nostre imperfezioni aiuta psicologicamente molto più che il porre rimedio. In realtà anche i migliori rimedi per i brufoli non riescono a farli sparire nell'arco di qualche ora ma occorrono almeno due o tre giorni. Ecco perché diventa fortissima l'esigenza di coprirli. E quale prodotto migliore del fondotinta (e del cugino correttore) per correggere qualche piccola imperfezione?

Il problema dell'acne non riguarda, come si potrebbe pensare, solo le giovani adolescenti: gli ormoni e un'alimentazione sregolata mettono a dura prova la nostra pelle e non c'è affatto da stupirsi se ci si ritrova a 30, 40 o addirittura 50 anni con quegli antiestetici brufoletti che mettono tanto a disagio.

Leggi anche Perchè ho l'acne? Le cause e i possibili rimedi

Per controllare l'eccesso di sebo e coprire le imperfezioni è però importante azzeccare non solo il colore ma soprattutto il tipo di fondotinta.

Capita spesso di scegliere la tonalità perfetta per il nostro incarnato ma purtroppo non sempre si presta attenzione alla formulazione del fondotinta in questione.

Un esempio? Dai 30 anni in poi si tende a cercare prodotti che uniscono alla colorazione anche proprietà anti-age, Così facendo però si ha certamente un prodotto che promette grandi risultati in questi due campi, ma magari non tiene conto di altre necessità della nostra pelle come la finitura opaca e la regolazione di sebo.

Fondotinta per pelle acneica: le caratteristiche 

Il fondotinta giusto per una pelle acneica dovrebbe fornire principalmente:

  • una finitura opaca,
  • non deve contenere oli oppure emollienti,
  • deve naturalmente corrispondere al colorito del tuo incarnato.
  • La base inoltre dovrebbe contenere sostanze che aiutino a schermarsi dal sole, ma solo alcuni ingredienti di protezione solare sono sicuri per una pelle incline all’acne.

Ricapitolando: la maggior parte dei fondotinta liquidi aiutano a coprire i difetti, ma non possono fare tutto il lavoro di cura della pelle. Soprattutto se parliamo di pelle affetta da acne.

Esistono in commercio fondotinta liquidi - vi parliamo sempre di questa texture perché è quella che aiuta a coprire al meglio le imperfezioni; quelli in polvere, per quanto aiutino la seboregolazione, non mascherano però i difetti - appositamente pensati per combattere l'acne: controllate sul bugiardino (o chiedete alla beauty assistant) che il prodotto che state acquistando contenga la giusta concentrazione di acido salicilico.  

5 regole per coprire l'acne con il make-up

Infine, ecco cinque regole d'oro che aiutano a mascherare (talvolta perfino a coprire) i tanto odiati brufoli:

  1. evita i correttori in stick che il più delle volte contengono cere che ostruiscono i pori,
  2.  evita fondotinta idratanti perché se la tua pelle è tendente al grasso non ha certo bisogno di una maggiore idratazione,
  3. prodotti oil-free sono ideali perché non ungono e non idratano, ma attenzione perché possono contenere invece alcool che andrebbe ad irritare la pelle,
  4. tieni sempre in borsa una cipria compatta che copre senza occludere i pori,
  5. è molto importante struccarsi e pulire a fondo la pelle eliminando qualsiasi tipo di residuo.

Potrebbe interessarti anche : Acne autunnale: combattila così

Il fondotinta giusto


La formulazione azzeccata


Il fondotinta che guarisce


Le 5 regole


Riproduzione riservata