L'ex tennista Caroline Wozniacki
L'ex tennista Caroline Wozniacki

Advantage Hers, più unite contro le malattie croniche autoimmuni

  • 25 10 2021
L'artrite reumatoide può essere vista come una "partita di tennis"? Oggi vince la malattia, domani vinco io. È la sfida di Advantage Hers, campagna di sensibilizzazione che già dal nome promette di sostenere le partecipanti in gioco...con vantaggio

Caroline Wozniacki ha 31 anni, di cui 20 vissuti sui campi da tennis. Dove ha vinto 30 tornei di fama internazionale, restando per 71 settimane la numero uno al mondo e conquistando la fama di tennista tra le più forti di sempre. A 28 anni riceve la diagnosi di artrite reumatoide che la costringe a posare la racchetta.

Oggi presta il volto (è dir poco!) ad Advantage Hers, campagna globale di sensibilizzazione e responsabilizzazione sulle malattie autoimmuni croniche come l’artrite reumatoide, l’artrite psoriasica, la psoriasi e la spondiloartrite assiale. Il ruolo di Caroline consiste, in particolare, nel supportare - anche se virtualmente - le donne affette da tali patologie, offrendo informazioni e incoraggiamenti. Citiamo la parola "ruolo", associata all'ex tennista, non a caso. Il suggerimento di Advantage Hers è, infatti, di cominciare a pensare alla malattia cronica come a una partita di tennis: un giorno sarà in vantaggio la patologia, un altro vincerà chi ne è affetto, per poi ricominciare il gioco in campo. Da qui il nome advantage, che in inglese vuol dire vantaggio.

Questa di Advantage Hers è un'intuizione non da poco, perché se da un lato il modello Caroline Wozniacki invita alla positività, dall'altro lato la metafora della "partita di tennis" aiuta a spogliare le malattie autoimmuni del loro carico di segretezza, che di certo non giova al vissuto delle pazienti. Parlare, condividere le proprie storie, aiutare le donne a rivolgersi ai medici nel modo giusto: sono solo alcune delle finalità della campagna di sensibilizzazione. Il tutto con partecipazione e testimonianze che aiutano a sentirsi meno sole. Non dimentichiamo che a volte si è spinti a perseguire una terapia a vita proprio osservando l'esempio degli altri.

L'artrite reumatoide e le altre malattie autoimmuni

Pur essendo silenti dal punto di vista sociale, le malattie infiammatorie croniche come l'artrite reumatoide si portano dietro una serie di sintomi e complicazioni che lentamente peggiorano non poco la qualità di vita. Si chiamano autoimmuni perché il sistema immunitario attacca il corpo del paziente.
Nello specifico, l'artrite reumatoide colpisce principalmente le articolazioni delle mani, dei polsi e delle ginocchia, ma può diffondersi in altre aree. La spondiloartrite assiale provoca gonfiore alle articolazioni sacroiliache o alla colonna vertebrale, che può, a sua volta causare dolore e rigidità a livello lombare. L’artrite psoriasica causa gonfiore, dolore, affaticamento e rigidità delle articolazioni. La psoriasi provoca la comparsa di aree di pelle ispessite, arrossate e screpolate.

Dolore cronico, affaticamento costante, complicanze gastrointestinali e infezioni frequenti sono i sintomi principali. A cui si aggiungono i comprensibili vissuti di ansia e depressione e la predisposizione a sviluppare diabete e malattie cardiache.

Come partner della campagna Advantage Hers c'è UCB, azienda biofarmaceutica globale, impegnata nel migliorare lo standard di cura per le donne con malattie infiammatorie croniche in tutto il mondo. Fornisce infatti informazioni allo scopo di aiutare le donne a diventare protagoniste della loro cura. Non sono rare infatti disparità di genere che aggravano il peso di patologie già di per sé complesse. Qualche esempio? Diagnosi tardiva, stigma sociale e preoccupazioni irrisolte relative alla pianificazione familiare e alla gravidanza.

Maggiori informazioni su www.AdvantageHers.com.

IT-N-DA-PSO-2100016

I contenuti di questo post sono sponsorizzati da Advantage Hers
© Riproduzione riservata.