È ufficiale: fare attività fisica rende più felici dei soldi, lo dicono Yale e Oxford

Credits: Shutterstock

Il tuo sport preferito è lo zapping? Attenzione, il rischio-infelicità è dietro l’angolo. A meno che tu il telecomando non lo raggiunga correndo

Se anche tu, come noi, hai pagato un profumatissimo abbonamento annuale in palestra per poi andarci quattro volte e lanci un ghigno malefico al pacco di biscotti quando, al decimo biscotto inzuppato nel latte, leggi: “I nostri consigli per una colazione sana ed equilibrata: bicchiere di latte + 2 biscotti e 1 mela”, allora sei nel posto giusto.

Stiamo per dirti, ancora una volta, che lo sport fa bene e che se vuoi vivere felice e a lungo dovresti iniziare a farlo seriamente. E siccome le 4.834.281 Instagram Stories di top model che ridono (e non sudano!) mentre fanno crossfit non bastavano, ci si sono messi pure i cervelloni di Yale e Oxford.

Fare attività fisica migliore l'umore  

Secondo uno studio condotto su 1,2 milioni di americani sopra i 18 anni, non solo fare sport giova al fisico e all’umore grazie alla sua scarica di adrenalina ed endorfine e all’apporto di ossigeno e sostanze nutritive al cervello che ne migliorano la memoria e l’apprendimento, ma dona uno stato di soddisfazione e serenità paragonabile a quello di chi guadagna almeno 25.000 dollari all’anno.

Gli sportivi sono più felici

I ricercatori hanno chiesto ai partecipanti quanto guadagnassero, che tipo di esercizio fisico facessero – a scelta tra 75 attività diverse per durata, frequenza e intensità – e quante volte si fossero sentiti male negli ultimi 30 giorni a causa di stress, depressione o problemi emotivi. Il risultato è stato che i “pigri” hanno avuto 18 giornate negative in più all’anno rispetto agli sportivi e che gli sportivi sono felici tanto quanto i pigri che però “guadagnano bene”.

Povera, pigra e infelice?

In sintesi: se sei povera e sportiva va bene, se sei ricca e pigra va bene lo stesso, ma se sei povera e pigra il rischio che tu possa essere infelice è alto, altissimo. La soluzione, però, non è ammazzarsi di sport, ma fare 3-5 sessioni di allenamento a settimana di 30-60 minuti l’una. Oltre l’ora e mezza, secondo Adam Chekroud della Yale University: “Rischi di farti venire l’esaurimento”.

Oh, finalmente una buona notizia.

Riproduzione riservata