Bacche di Goji: benefici e proprietà del “diamante rosso cinese”

Piccole, rosse e gustore le bacche di Goji sono smart food dalle spiccate attività antiossidanti. Leggi l'articolo per scoprirne gli usi ed i benefici

Piccole, rosse e dolci, le bacche di Goji hanno da tempo conquistato il mondo occidentale, guadagnandosi meritatamente il titolo di Smart Food.

Strettamente legate all’antica medicina tradizionale cinese, le bacche di Goji, anche grazie al gustoso sapore dolce e tenue che ne rende semplice e piacevole l’utilizzo in cucina, rappresentano oggi il classico esempio di integrazione culinaria tra culture molto lontane.

Le caratteristiche proprietà organolettiche e le numerosissime proprietà biologiche, rendono le bacche di Goji un alimento gustoso e dalle spiccate attività nutraceutiche e funzionali. Sono facilmente reperibili in erboristeria, nei negozi di prodotti bio e anche nei maggiori e-commerce online e anche su Amazon.

Caratteristiche nutrizionali

Le bacche di Goji sono i piccoli frutti di forma ovoidale e dal tipico colore rosso vivo, di un arbusto asiatico noto come Lycium Barbarum.

Considerando il prodotto fresco, in 100 g di queste bacche si trovano:

- Carboidrati: circa 21 grammi di cui 17 di zuccheri;

- Proteine: circa 11 grammi;

- Grassi: circa 6 grammi di cui 1,1 di saturi.

Ma il valore aggiunto delle bacche di Goji è in realtà costituito dai numerosissimi micronutrienti, tra i quali minerali e vitamine, e soprattutto dalla ricchezza in principi attivi fitoterapici.

I più importanti in questo senso sono:

- Vitamina C, con ben 306 mg per 100 g di prodotto;

- Ferro, 8,42 mg per 100 g di prodotto;

- Calcio, 112 mg per 100 g di prodotto;

- Betacarotene e Zeaxantina, dotati di spiccate attività antiossidanti;

- Polisaccaridi con spiccate funzioni antiossidanti e prebiotiche.


Proprietà e benefici

Le caratteristiche nutrizionali delle bacche di Goji ne determinano evidentemente le proprietà biologiche.

Non solo l’uso tradizionale, ma anche i numerosissimi report scientifici, ne evidenziano le attività:

- Antiossidanti, risultando ai primi posti tra gli alimenti dotati di naturale attività antiossidante;

- Antinfiammatorie, importante anche nel trattamento integrato del sovrappeso e dell’obesità;

- Vasoprotettive, necessarie a mantenere in salute il microcircolo con dirette ripercussioni sia sul controllo dell’edema e della ritenzione idrica, che sul corretto funzionamento dell’apparato cardiovascolare;

- Immunomodulanti, fondamentali da un lato nel sostenere il sistema immunitario, riducendo così il rischio di infezioni, dall’altro nel controllare eventuali fenomeni autoimmunitari;

- Antiaging, preziose nel preservare l’integrità sia del derma, della cute e degli annessi cutanei che del sistema nervoso.

Per questi motivi le bacche di Gogji potrebbero essere utilizzate, nel contesto di una dieta mirata e di un adeguato stile di vita, come supporto dietetico in caso di patologie cardiovascolari, autoimmuni, invecchiamento e patologie dismetaboliche, diabete incluso.

Diversi autori ne hanno sperimentato, con enorme successo, l’utilizzo anche in ambito sportivo, come frutti dotati di azione protettiva nei confronti dei muscoli sottoposti ad allenamento intenso.

Dove trovarle

In commercio è possibile reperire bacche di Goji essiccate o candite.

Generalmente quelle essiccate vengono impiegate più per la preparazione di tè o infusi, mentre quelle candite nella preparazione e guarnizione di varie ricette.

Ormai le bacche di Goji si possono acquistare un po' ovunque, ma con l'e-commerce non è mai stato così facile trovarne ...per tutti i gusti!

Credits: Amazon

Bio & Organiche, non geneticamente modificate, adatte a vegani e vegetariani, e senza glutine: selezionate con cura in Cina, seccate direttamente sotto il sole dell’Himalaya, le bacche di Pipkin sono certificate e approvate dalla Vegetarian and Vegan Society e costituiscono un'ottima fonte di ferro per i vegani; sono più grandi della media quindi contengono più vitamine delle altre, oltre ad essere molto morbide, caratteristica che le rende uno spuntino sfizioso. Adatte a tutte le ricette dietetiche a basso contenuto di carboidrati, sono ottime se aggiunte ai cereali, la mattina, ma si adattano perfettamente a frullati e insalate o anche per preparare il tè.
Puoi acquistare la Bacche di Goji Pipkin cliccando direttamente QUI.

Credits: Amazon

Ottime anche come aiuto alle difese immunitarie, per massimizzare i benefici dei principi attivi del "diamante rosso" cinese, si può puntare sugli estratti di Bacche di Goji, degli integratori in capsule senza gelatina, additivi e aromi artificiali, coloranti e conservanti, privi di glutine e lattosio, adatti anche a donne in gravidanza o nel periodo di allattamento. Ideali per chi non ha tempo di cucinare e vive sempre un po' di fretta (ma non vuole rinunciare ai benefici di queste bacche), oppure per chi non gradisce il loro sapore fruttato con retrogusto lievemente amaro.

Puoi acquistare l'Estratto di Bacche di Goji Naturale Vegavero
120 Capsule da 500 mg CLICCANDO QUI

Come e quante assumerne

Dal punto di vista nutrizionale, considerando il contenuto di zuccheri di questi frutti, sarebbe preferibile farne uso al mattino o come spuntino.

In questo senso, si potrebbero consumare dai 30 ai 50 g di bacche di Goji al giorno, nella preparazione di colazioni a base di yogurt e cereali, piuttosto che del porridge, o ancora sotto forma di marmellata.

In associazione a frutta secca, come mandorli o noci, le bacche di Goji potrebbero costituire uno spuntino gustoso e sano, dalle spiccate attività cardioprotettive ed antinfiammatorie.

Da non sottovalutare, infine, l’aggiunta delle bacche di Goji nelle insalatone, così da esaltarne sia il gusto che l’impatto nutraceutico.

Effetti collaterali

Se sei un soggetto atopico, ossia soffri di allergie, anche inalatorie, ti consigliamo di evitare vivamente l’uso delle bacche di Goji per l’elevato potere allergizzante. Se invece non vuoi rinunciarvi, consulta prima il tuo medico.

Per il resto, le bacche di Goji non presentano effetti collaterali clinicamente rilevanti.

Riproduzione riservata