Vitamina B12 bassa: sintomi e cause di una possibile carenza

Credits: Shutterstock

Quali sono i sintomi associati alle carenze vitaminiche? A quali segnali prestare attenzione? Come capire se la causa dei nostri disturbi è un deficit di Vitamina B12 e cosa si rischia quando questa vitamina è bassa? Scopriamolo insieme.

Presente soprattutto nei prodotti di origine animale, ne sono ricchi i frutti di mare, il manzo, il pollo, il pesce ed in minima quantità anche nei prodotti lattiero-caseari, la Vitamina B12, nota anche come Cobalamina, è una vitamina idrosolubile importantissima per l’organismo umano.

La sua presenza abbastanza diffusa in natura, ed i fabbisogni relativamente bassi, basterebbe infatti consumare circa una porzione di latte e carne o pesce al giorno per colmarne le necessità, rendono fortunatamente rari gli stati deficitari.

Cause di carenza di Vitamina B12

Stati carenziali di Vitamina B12, sono generalmente associati a stati di malnutrizione e malassorbimento. Patologie dell’apparato gastroenterico come la gastrite atrofica, piuttosto che stati infiammatori cronici dello stomaco o infezioni croniche da Helicobacter Pylori, o interventi chirurgici, possono aumentare il rischio di deficit.

Oltre ad eventi patologici, stati carenziali si osservano molto frequentemente in caso di diete inadeguate come può essere quella vegana, soprattutto se non opportunamente supplementata.

Carenza di Vitamina B12 ed esami del sangue

Il deficit di Vitamina B12 induce una riduzione dell’attività di tutti gli enzimi che richiedono proprio questa Vitamina per funzionare. Per questo motivo i globuli rossi appaiono più grandi del normale e generalmente con meno emoglobina, definendo una condizione nota come Anemia Megaloblastica, osservabile anche nei casi di deficit di folati.

Contestualmente tenderanno ad aumentare anche le concentrazioni ematiche di Omocisteina, importante fattore di rischio cardiovascolare. Anche in questo caso, il corretto metabolismo di questa sostanza richiede l’acido folico o vitamina B9.

Un altro segno precoce, negli esami del sangue, del deficit di Vitamina B12, è l’aumentata concentrazione di acido metilmalonico, che si osserva prima della comparsa dei sintomi.

Carenza di Vitamina B12 e sintomi neurologici

Quando il deficit di Vitamina B12 diventa importante, si osservano i primi sintomi, ed in particolare quelli neurologici.

Intorpidimento, formicolio delle mani e dei piedi, difficoltà nella deambulazione e nei casi più gravi perdita della memoria, disorientamento e alterazioni del tono dell’umore sono i segni più evidenti.

Carenza di Vitamina B12 e sintomi gastrointestinali

Il tratto gastroenterico è un altro sistema prontamente interessato dai deficit di vitamina B12.

Partendo proprio dalla lingua che può apparire più grande del normale, e solitamente dolorosa al movimento, si può poi arrivare a inappetenza e costipazione.

Carenza e patologie croniche

Numerosi studi osservazionali hanno dimostrato interessanti correlazioni tra deficit o stati carenziali di Vitamina B12 e osteoporosi, depressione e demenza senile.

Interessanti sono anche le correlazioni con alcune patologie oncologiche come il cancro al seno e con il rischio di eventi cardiovascolari.

Riproduzione riservata