Perché mangiare frutta e verdura rossa fa bene

Credits: Shutterstock

Salute del cuore, salute del cervello, azione anti-invecchiamento sono solo alcune delle proprietà benefiche di frutta e verdura rossa. Scopriamo insieme le virtù che porta con sé questo colore.

La frutta e le verdura rossa hanno in comune - oltre al colore - tutta una serie di proprietà benefiche. Del resto per comprendere quanto attenta sia la natura nel fornirci tutto il necessario per vivere in salute, basterebbe rivolgere lo sguardo verso la terra o su una bancarella del mercato. Ed è con un impatto cromatico, degno del miglior artista, che la stessa ci fornisce una serie di principi attivi, nascosti in alimenti tanto semplici quanto preziosi.

I 5 colori dell'alimentazione

Non ci resta allora da associare ad ogni colore una funzione, così da arricchire la nostra dieta, oltre che di arte e fantasia anche di tanti piccoli elementi salutari. Per semplificare, potremo così classificare frutta e verdura in base al colore:

  • Frutta e verdura blu/viola - fonti preziose di antocianine, sostanze antiossidanti con funzione protettiva nei confronti delle vie urinarie, del sistema nervoso e dell’apparato cardiovascolare.
  • Frutta e verdura verde - ricche di clorofilla ma anche di carotenoidi e glicosidi bioattivi, in grado di proteggere le cellule dall’invecchiamento e dalle tanto temute patologie oncologiche. La presenza di Vitamina K, inoltre, rende questi ortaggi molto utili nella protezione del tessuto osseo.
  • Frutta e vedura bianca - in grado di donare al nostro organismo, grazie alla presenza di flavonoidi e composti solforati, un’attività cardioprotettiva ed ipocolesterolemizzante.
  • Frutta e verdura giallo/arancio - fonti principali di carotenoidi e vitamina C, utili per proteggere il nostro organismo dai radicali liberi dell’ossigeno, dall’invecchiamento o ad esempio dall’azione cancerogena dei raggi ultravioletti.
  • Frutta e verdura rossa - ideale per supportare la funzionalità cardiovascolare e neurologica, grazie alla presenza di sostanze come le antocianine e di flavonoidi potentissimi come il licopene.

Proprietà dei frutti rossi

Tra i vari colori, per le diverse tonalità e per l’intensità, spicca sicuramente il rosso. Fonte di numerosissimi principi attivi, tra i quali le antocianine, il licopene, la vitamina C: la frutta e la verdura di colore rosso sembrerebbe sostenere numerosissime funzioni organiche. Ecco alcuni esempi concreti:

  • Mirtilli rossi, toccasana per la funzionalità protettiva urogenitale. Oltre alla spiccata attività antiossidante, aiutano a proteggere il sistema urinario da infezioni ricorrenti, spesso fastidiose.
  • Fragole, ciliegie e prugne rosse, ricchissime in vitamina C e fibre in grado di supportare la funzionalità intestinale.
  • Anguria: tanto preziosa quanto gustosa, fornisce oltre a grandissime quantità di acqua, un aminoacido noto come Citrullina, dotato di attività protettiva nei confronti del cuore e dei vasi sanguigni;
  • Uva nera: frutta regina degli antiossidanti, che grazie all'elevatissimo tenore di antocianine costituisce un toccasana per l'apparato cardiovascolare e per il nostro sistema nervoso.

Proprietà delle verdure rosse

Al pari della frutta, anche le verdure di colore rosso, nascondono interessantissime proprietà biologiche, in alcuni casi quasi terapeutiche. Tra le più apprezzate, ritroveremo sicuramente:

  • Pomodori, ricchissimi in licopene, principio attivo termostabile, e pertanto in grado di resistere alle alte temperature, molto apprezzato scientificamente sia per le proprietà antiossidanti che per quelle antitumorali.
  • Peperoni rossi, fonte preziosissima di Vitamina C e carotenoidi, pertanto molto utili nella protezione cellulare dai danni indotti dalle specie reattive dell’ossigeno.
  • Radicchio rosso, noto per le sue proprietà antiossidanti, è in grado anche di sostenere il sistema immunitario e di proteggere l’apparato cardiovascolare.

Le stesse, grazie anche alla presenza di preziosi sali minerali, garantirebbero un effetto reidratante. Molto apprezzate sono poi le proprietà cardioprotettive e vasoprotettive.

Proprietà e controindicazioni delle verdure rosse amare

Amare ma... ricche di virtù: verdure come i ravanelli, il rabarbaro, le cipolle o il cavolo rosso nascondono dietro il gusto pungente preziosi benefici. I numerosi antiossidanti, in parte responsabili proprio di questo caratteristico sapore, donano infatti alle verdure rosse amare proprietà interessanti come:

  • proprietà drenanti, utili nel contribuire all'allontamento delle tossine in eccesso;
  • proprietà lassative, fondamentale nel preservare la corretta funzionalità intestinale;
  • proprietà anti-dispeptiche, preziose nel contribuire a facilitare gli eventi digestivi.

Le stesse tuttavia, fermentando, potrebbero dare piccole noie e fastidi intestinali, pertanto consigliamo sempre di non esagerare con le quantità.

Quanta frutta e verdura rossa mangiare

Per poter usufruire a pieno di tutte le proprietà del colore rosso sarà opportuno arricchire la propria dieta di questi frutti e di queste verdure con costanza. Oltre ai classici spuntini, che a seconda della stagione, potranno vedere come protagonista la frutta, potremmo anche adoperare dei piccoli accorgimenti. Ad esempio quello di arricchire le insalate o piuttosto le colazioni con piccole bacche, come quelle di goji disidratate o con dell’uvetta, aggiungere al nostro contorno di verdure miste, peperoni crudi e arancia rossa.

Sarà proprio nell’uso quotidiano, che questi alimenti potranno espletare la loro massima efficacia nutraceutica.

Riproduzione riservata