Il nuoto, una strategia di benessere per il corpo e per la mente

Tutti i benefici del nuoto Credits: Olycom
01/07
Foto

Il nuoto è più di uno sport: snellisce, tonifica, rilassa e favorisce il buonumore. Merito dell'acqua, che rende tutto più leggero e rasserenante

I benefici del nuoto per la salute

"Il nuoto è lo sport più completo": un'affermazione che ricorda l'infanzia e che è sempre valida. Infatti nuotare è un allenamento perfetto sia per rimettersi in forma, modellando tutti i muscoli del corpo, sia per allentare ansie e stress tipici del nostro tempo.

Perché dopo aver nuotato, al mare o in piscina, ci si sente meglio anche emotivamente? Prima di tutto, perché sappiamo che lo sport attiva il rilascio di endorfine e, quindi, rilassa e dona buonumore. Ma, riguardo al nuoto, c'è di più: muoversi nell'acqua attiva i nostri centri cerebrali adibiti alla memoria e ci riporta al nostro elemento base (quello acquatico) protettivo e distensivo.

Anche soltanto muovere le dita delle mani e dei piedi in acqua, infatti, dona un grandissimo benessere emotivo.

Nuotare aiuta a liberarsi dalle piccole ansie e tensioni quotidiane, a sfogare la rabbia e a fare il pieno di fresche energie. Provate a nuotare la sera, dopo il lavoro: mangerete meno a cena e dormirete come angioletti.

Il nuoto diminuirà ritenzione idrica e cellulite, grazie al benefico massaggio dell'acqua. In più, il lavoro cardio farà in modo che il metabolismo si attivi per bruciare grassi e calorie. Intanto, anche tutti i gruppi muscolari si tonificheranno al meglio e la colonna vertebrale si distenderà sollevata dal peso "terrestre".

Leggi anche Nuotare: il miglior allenamento per accelerare il metabolismo e dimagrire

5 benefici del nuoto per il corpo

1. Un massaggio linfodrenante naturale

Quando si esagera con il consumo di sodio e di junk food o si è state troppo pigre a lungo, o ancora, quando si indossano pants e calzature che costringono, ostacolando la circolazione venosa, possono verificarsi:

  • ritenzione idrica,
  • circolazione rallentata,
  • gonfiori diffusi (localizzati soprattutto agli arti inferiori),
  • vene varicose,
  • pesantezza delle gambe.

Il nuoto, in questi casi, può davvero far miracoli poiché l'acqua, con il movimento, esercita sul corpo un massaggio linfodrenante efficace e tutto naturale.

2. Tonifica e modella i glutei

Uno degli innumerevoli pregi del nuoto è, senza dubbio, la tonificazione perfetta di tutti i gruppi muscolari. In particolare, il lato b, trae giovamento dai movimenti eseguiti in acqua, soprattutto se si nuota a rana e a stile libero.

In questo modo, i glutei si rassodano e si "alzano" contrastando gli effetti "discendenti" tipici di invecchiamento e sedentarietà. Anche chi è molto magra e ha un profilo un po' sfuggente e svuotato, grazie al nuoto può conquistare un lato b muscoloso e modellato.

3. Allenamento perfetto per addominali e fianchi

L'adipe localizzato su punto vita e dintorni, è un tipo di grasso che nuoce alla salute poiché predispone a un maggior rischio di malattie cardiovascolari. Per smaltirlo, occorrono una dieta ad hoc (ricca di fibre e povera di zuccheri semplici, sodio e grassi animali) e il fitness giusto.

L'allenamento perfetto per la pancia prevede il perfetto mix tra lavoro cardio e training di tonificazione dei muscoli addominali. Il nuoto riesce a unire questi due aspetti, in un unico movimento. In particolare, per appiattire e tonificare la pancia, nuota per un'ora alternando stile libero e dorso.

Ricorda di tenere sempre l'ombelico "schiacciato" verso la schiena, evitando di far sporgere la pancia durante il movimento.

4. Effetto push up per i pettorali

Nuotare per un'ora, due-tre volte a settimana, ha effetti benefici anche sull'aspetto del décolleté. Infatti, il seno con il passare del tempo e i mutamenti del corpo femminile (diete, gravidanza, allattamento, menopausa) tende a scendere e a svuotarsi.

I corretti movimenti del nuoto ostacolano questo processo, donando nuovo sostegno al seno attraverso la tonificazione dei muscoli pettorali e dorsali.

Schiena e seno, infatti, sono strettamente correlati.

Come nuotare per tonificare il décolleté? Alternando rana e dorso. E se siete particolarmente brave e allenate, aggiungendo anche qualche vasca a delfino.

5. Un toccasana per collo, spalla e braccia

Dolore intenso alle spalle e al collo, che si irradia alla testa e persino agli occhi. Si tratta di un'infiammazione del tratto cervicale, dovuta a diversi motivi. Tra i fattori scatenanti, vi sono le posizioni scorrette e le posture deleterie al pc. Il nuoto può aiutare a sbloccare la situazione sciogliendo i muscoli di questa zona così (mal) sollecitata.

Innanzitutto, nuotare non pesa sulla colonna vertebrale né sulle articolazioni ed è, quindi, un'attività indicata anche a chi ha la schiena affaticata o è molto in sovrappeso. In secondo luogo, i movimenti di braccia e collo propri dello stile libero e del dorso, vanno a mobilitare la muscolatura della zona, sciogliendola.

Nuoto: consigli ed errori da evitare

- Indispensabile è lo stretching prima della sessione di nuoto e il mantenimento di una postura corretta durante l'esecuzione.

- Quindi, no tassativo alla testa fuori dall'acqua con il collo piegato.

- Se non siete ancora brave con la respirazione (fondamentale del nuoto), è necessario seguire un corso per imparare anche a tenere il giusto assetto muscolare durante il movimento.

Riproduzione riservata