Acqua e limone, il nuovo elisir di bellezza

È un potente detox, illumina la pelle, contrasta la cellulite e aiuta a ritrovare la linea. Meglio di così!

<p>Che fosse una bevanda <b>dissetante </b>e<b> digestiva</b>, lo sapevi già. Ma forse non pensi all’acqua e limone come un vero e proprio elisir di salute e bellezza. Invece i suoi <b>benefici</b> sono documentati da diversi studi scientifici. Il merito è delle preziose sostanze contenute nell’agrume, che hanno un effetto <b>disintossicante</b> per l’organismo. A questo si aggiunge il potere depurativo dell’acqua e il risultato è una cura semplice, <b>naturale</b> e adatta a tutti.</p><p>«Questo drink naturale, bevuto al mattino <b>a digiuno</b>, costituisce una vera e propria “doccia interna”» spiega Simona Oberhammer, naturopata. «Il nostro corpo ha bisogno di essere pulito anche <b>dentro</b>, per liberarsi dalle scorie che accumula e che con il tempo affaticano gli organi portando a vari disturbi e malattie». Scopriamo allora, insieme alla nostra <b>esperta</b>, i benefici principali dell’acqua e limone e come deve essere preparata perché funzioni <b>al meglio</b>.</p> Credits: Olycom

Che fosse una bevanda dissetante e digestiva, lo sapevi già. Ma forse non pensi all’acqua e limone come un vero e proprio elisir di salute e bellezza. Invece i suoi benefici sono documentati da diversi studi scientifici. Il merito è delle preziose sostanze contenute nell’agrume, che hanno un effetto disintossicante per l’organismo. A questo si aggiunge il potere depurativo dell’acqua e il risultato è una cura semplice, naturale e adatta a tutti.

«Questo drink naturale, bevuto al mattino a digiuno, costituisce una vera e propria “doccia interna”» spiega Simona Oberhammer, naturopata. «Il nostro corpo ha bisogno di essere pulito anche dentro, per liberarsi dalle scorie che accumula e che con il tempo affaticano gli organi portando a vari disturbi e malattie». Scopriamo allora, insieme alla nostra esperta, i benefici principali dell’acqua e limone e come deve essere preparata perché funzioni al meglio.

ACQUA E LIMONE: ISTRUZIONI PER L'USO

<p> <b>● IL LIMONE</b> Deve essere fresco (niente succo pronto!) e sugoso. Sceglilo non troppo grande e con una buccia sottile e a grana fine. Scartalo se appare rugoso o rinsecchito o se la scorza è pallida e macchiata di verde (è troppo acerbo). La dose consigliata per la bevanda è di mezzo limone. Aumenta gradualmente fino a uno intero.<br /> <b>● L’ACQUA</b> L’ideale è quella minerale o filtrata, ma va bene anche quella del rubinetto, se è di buona qualità. Te ne servono 300-400 ml e va scaldata a una temperatura tra i 40° e i 45° (puoi regolarti con un termometro da cucina). «È importante che sia tiepida al punto giusto» spiega la naturopata. «In questo modo l’azione di pulizia è più efficace, perché le scorie si sciolgono meglio. Inoltre l’acqua fredda o a temperatura ambiente rimane più a lungo nello stomaco e così l’effetto “doccia” si perde».<br /> <b>● L’ATTREZZATURA</b> Ti serve una tazza da caffelatte, meglio se con l’interno bianco perché le sostanze acide del limone potrebbero sciogliere i pigmenti colorati. E uno spremiagrumi con i buchi piccoli, manuale o elettrico, per filtrare bene il succo. Nella bevanda non devono esserci frammenti di polpa o semi, così il succo può essere assorbito rapidamente dall’apparato digerente. Eventualmente puoi usare anche un colino. Infine, poiché l’acido citrico alla lunga può corrodere lo smalto dei denti, procurati una cannuccia, così quando sorseggi la bevanda non corri alcun rischio. <br /> <b>● COME SI PREPARA</b> Mentre si scalda l’acqua, fai il succo, che non deve essere conservato, altrimenti perde quasi tutte le sue proprietà. «Importante: bisogna spremere il limone fino in fondo, in modo da intaccare anche la parte bianca interna, dove si trova la pectina» raccomanda l’esperta.<br /><b>● QUANDO SI BEVE</b> Tutte le mattine, almeno un quarto d’ora prima di fare colazione.</p>

● IL LIMONE Deve essere fresco (niente succo pronto!) e sugoso. Sceglilo non troppo grande e con una buccia sottile e a grana fine. Scartalo se appare rugoso o rinsecchito o se la scorza è pallida e macchiata di verde (è troppo acerbo). La dose consigliata per la bevanda è di mezzo limone. Aumenta gradualmente fino a uno intero.
● L’ACQUA L’ideale è quella minerale o filtrata, ma va bene anche quella del rubinetto, se è di buona qualità. Te ne servono 300-400 ml e va scaldata a una temperatura tra i 40° e i 45° (puoi regolarti con un termometro da cucina). «È importante che sia tiepida al punto giusto» spiega la naturopata. «In questo modo l’azione di pulizia è più efficace, perché le scorie si sciolgono meglio. Inoltre l’acqua fredda o a temperatura ambiente rimane più a lungo nello stomaco e così l’effetto “doccia” si perde».
● L’ATTREZZATURA Ti serve una tazza da caffelatte, meglio se con l’interno bianco perché le sostanze acide del limone potrebbero sciogliere i pigmenti colorati. E uno spremiagrumi con i buchi piccoli, manuale o elettrico, per filtrare bene il succo. Nella bevanda non devono esserci frammenti di polpa o semi, così il succo può essere assorbito rapidamente dall’apparato digerente. Eventualmente puoi usare anche un colino. Infine, poiché l’acido citrico alla lunga può corrodere lo smalto dei denti, procurati una cannuccia, così quando sorseggi la bevanda non corri alcun rischio.
● COME SI PREPARA Mentre si scalda l’acqua, fai il succo, che non deve essere conservato, altrimenti perde quasi tutte le sue proprietà. «Importante: bisogna spremere il limone fino in fondo, in modo da intaccare anche la parte bianca interna, dove si trova la pectina» raccomanda l’esperta.
● QUANDO SI BEVE Tutte le mattine, almeno un quarto d’ora prima di fare colazione.

<p>«Prendendo l’abitudine di fare, tutte le mattine, questa speciale <b>doccia interna</b>, chi soffre di digestione lenta o di senso di pesantezza dopo i pasti, avrà un grande <b>beneficio</b>» assicura la dottoressa Oberhammer, autrice di Curarsi con l’acqua e limone (Macro edizioni).</p><p>«Il limone stimola la produzione di saliva e di succhi gastrici, promuove la motilità dello <b>stomaco</b> e favorisce la funzionalità del <b>fegato</b>».</p> Credits: Olycom

«Prendendo l’abitudine di fare, tutte le mattine, questa speciale doccia interna, chi soffre di digestione lenta o di senso di pesantezza dopo i pasti, avrà un grande beneficio» assicura la dottoressa Oberhammer, autrice di Curarsi con l’acqua e limone (Macro edizioni).

«Il limone stimola la produzione di saliva e di succhi gastrici, promuove la motilità dello stomaco e favorisce la funzionalità del fegato».

<p>Il limone è ricco di <b>acido citrico</b>, che stimola il lavoro dei reni, favorendo così l’eliminazione dei liquidi in eccesso. Quello che serve se vuoi sgonfiarti e ridurre la <b>cellulite</b>.</p><p>Allo stesso tempo, se la bevi tutti i giorni, hai anche meno probabilità di andare incontro a <b>calcoli</b> renali. Lo ha dimostrato uno studio condotto dagli Ospedali Riuniti di Bergamo in collaborazione con l’Istituto Mario Negri. Il merito è sempre dell’acido citrico che aiuta a sciogliere il <b>calcio</b> nelle urine.</p> Credits: Olycom

Il limone è ricco di acido citrico, che stimola il lavoro dei reni, favorendo così l’eliminazione dei liquidi in eccesso. Quello che serve se vuoi sgonfiarti e ridurre la cellulite.

Allo stesso tempo, se la bevi tutti i giorni, hai anche meno probabilità di andare incontro a calcoli renali. Lo ha dimostrato uno studio condotto dagli Ospedali Riuniti di Bergamo in collaborazione con l’Istituto Mario Negri. Il merito è sempre dell’acido citrico che aiuta a sciogliere il calcio nelle urine.

<p>La cura dell’acqua e limone ti aiuta a<b> iniziare</b> la giornata con più carica. Gli acidi che contiene, infatti, innescano una serie di reazioni <b>biochimiche</b> che fanno fare il pieno di energia alle nostre cellule.</p><p>«L’organismo si rimette <b>in moto</b> con una reazione simile a quella che si ottiene bevendo un caffè» commenta l’esperta.</p> Credits: Corbis

La cura dell’acqua e limone ti aiuta a iniziare la giornata con più carica. Gli acidi che contiene, infatti, innescano una serie di reazioni biochimiche che fanno fare il pieno di energia alle nostre cellule.

«L’organismo si rimette in moto con una reazione simile a quella che si ottiene bevendo un caffè» commenta l’esperta.

<p>Uno studio dell’Università dell’Ontario, pubblicato su Diabets, ha dimostrato che la <b>naringenina</b>, una sostanza presente nell’agrume, è in grado di contrastare in modo molto efficace l’accumulo dei grassi e l’eccesso di zuccheri nel sangue. Inoltre aiuta a normalizzare i livelli di <b>colesterolo</b>. I limoni, poi, sono ricchi di pectina, una fibra che ti fa sentire <b>sazia</b> e azzera gli attacchi di fame.</p> Credits: Olycom

Uno studio dell’Università dell’Ontario, pubblicato su Diabets, ha dimostrato che la naringenina, una sostanza presente nell’agrume, è in grado di contrastare in modo molto efficace l’accumulo dei grassi e l’eccesso di zuccheri nel sangue. Inoltre aiuta a normalizzare i livelli di colesterolo. I limoni, poi, sono ricchi di pectina, una fibra che ti fa sentire sazia e azzera gli attacchi di fame.

<p>Già dopo una settimana noterai la differenza: l’acqua e limone <b>illumina</b> il viso, grazie alla sua azione disintossicante. Ed è un toccasana se hai un eccesso di sebo e impurità, per il suo effetto <b>purificante</b> e astringente.</p><p>Ma questa bevanda è anche un ottimo cosmetico <b>anti age</b>, perché è ricca di antiossidanti che contrastano la formazione delle rughe, e di vitamina C che stimola la produzione di <b>collagene</b>, indispensabile per dare tonicità alla pelle.</p> Credits: Corbis

Già dopo una settimana noterai la differenza: l’acqua e limone illumina il viso, grazie alla sua azione disintossicante. Ed è un toccasana se hai un eccesso di sebo e impurità, per il suo effetto purificante e astringente.

Ma questa bevanda è anche un ottimo cosmetico anti age, perché è ricca di antiossidanti che contrastano la formazione delle rughe, e di vitamina C che stimola la produzione di collagene, indispensabile per dare tonicità alla pelle.

<p><b>● Con il succo di mela </b> Prepara una versione dissetante e rimineralizzante: fai scaldare 300 ml di acqua con 100 ml di succo di mela. E aggiungi mezzo limone.</p><p><b>● Con la bardana</b>  Vuoi un effetto anticellulite? Porta a ebollizione 450 ml di acqua a cui avrai aggiunto due cucchiaini di radice secca di bardana, che ha proprietà drenanti. Dopo 5 minuti, spegni il fuoco e fai riposare altri 5 minuti. Filtra e conserva in frigo tutta la notte. Al mattino, utilizza l’infuso per preparare l’acqua e limone.</p><p><b>● Con la malva</b>  Se soffri di bruciori di stomaco e temi che la bevanda possa peggiorare i sintomi, procedi con gradualità. Inizia con un cucchiaino di succo di limone e aumenta lentamente la dose. Poi utilizza al posto dell’acqua un infuso preparato con un cucchiaino di foglie e fiori di malva, da fare la sera prima e conservare in frigorifero. Questa pianta, grazie alle sue mucillagini, protegge le mucose dello stomaco e disinfiamma.</p> Credits: Corbis

● Con il succo di mela Prepara una versione dissetante e rimineralizzante: fai scaldare 300 ml di acqua con 100 ml di succo di mela. E aggiungi mezzo limone.

● Con la bardana  Vuoi un effetto anticellulite? Porta a ebollizione 450 ml di acqua a cui avrai aggiunto due cucchiaini di radice secca di bardana, che ha proprietà drenanti. Dopo 5 minuti, spegni il fuoco e fai riposare altri 5 minuti. Filtra e conserva in frigo tutta la notte. Al mattino, utilizza l’infuso per preparare l’acqua e limone.

● Con la malva  Se soffri di bruciori di stomaco e temi che la bevanda possa peggiorare i sintomi, procedi con gradualità. Inizia con un cucchiaino di succo di limone e aumenta lentamente la dose. Poi utilizza al posto dell’acqua un infuso preparato con un cucchiaino di foglie e fiori di malva, da fare la sera prima e conservare in frigorifero. Questa pianta, grazie alle sue mucillagini, protegge le mucose dello stomaco e disinfiamma.

Riproduzione riservata