cibi anti cellulite

I cibi detox contro la cellulite da portare in tavola sono questi

Se vuoi contrastare la cellulite anche l'alimentazione è importante: non serve tanto contare le calorie, quanto scegliere i cibi giusti che favoriscono la diuresi

Cibi anticellulite: quali sono

Combattere la cellulite a tavola non vuol dire necessariamente mettersi a dieta, magari ipocalorica e restrittiva. Si può essere infatti magre e in forma, e nello stesso tempo avere quei fastidiosi "buchi" o "avallamenti" sulla pelle di glutei e cosce. Non a caso, si dice che la cellulite è uno degli inestetismi più democratici di tutti.

Quello che tutte dovremmo sapere: eliminare la cellulite è pressoché impossibile, si può però migliorarne l'aspetto. Ci hai fatto caso che in alcuni periodi scompare, anche se hai smesso la palestra o non conti le calorie? Il merito è spesso di ciò che mangi, non tanto di quanto mangi. Alcuni cibi, agendo sulla ritenzione idrica, sono in grado di contribuire a migliorare l'aspetto della cellulite, o a prevenirne il peggioramento.

Cellulite: qual è la causa e come intervenire con l'alimentazione

Secondo recenti studi italiani e internazionali la causa della cellulite è l'infiammazione dei tessuti sottocutanei, innescati dalle cellule adipose (fonte: Società Italiana di Medicina Estetica). La soluzione quindi è portare in tavola i cibi che riducono lo stato infiammatorio dei tessuti (frutta, verdura e legumi) e ridurre quelli che la favoriscono (carboidrati, carne rossa e formaggi grassi), come insegna la dieta alcalina.

Se il problema di un'alimentazione pro-cellulite è il desiderio - quasi spasmodico - di carboidrati e zuccheri, il suggerimento ulteriore è quello di consumare cibi a basso indice glicemico, che tengono basso il livello di glicemia, soffocando la voglia di mangiucchiare continuamente.

Infine è molto importantee ridurre il sale, responsabile dei ristagni di liquidi. Deve diventare un'abitudine consolidata che ti farà sentire a poco a poco più leggera.

Riassumento, il trio vincente dei cibi anticellulite si compone di:

  • cibi antinfiammatori;
  • cibi a basso indice glicemico (che non ti fanno mangiare i cibi che favoriscono l'infiammazione dei tessuti, compreso quello sottocutaneo);
  • cibi che favoriscono le diuresi.

E adesso andiamo a vedere nel dettaglio gli alimenti che ci possono aiutare contro la cellulite.

I germogli per il drenaggio dei liquidi

I germogli sono degli alimenti che favoriscono naturalmente il drenaggio dei liquidi in eccesso. Andrebbero, quindi, aggiunti all'alimentazione di chi soffre di ritenzione idrica.

A colazione

Scegli i germogli di finocchio, dalle spiccate proprietà diuretiche. Consumali con uno yogurt bianco magro e 3 mandorle, ricche di potassio, proteine e grassi, che aiutano a contrastare la tendenza a trattenere i liquidi.

A pranzo

Preferisci i germogli di porro, da aggiungere a insalate, zuppe e piatti di pesce o carne. Sono di colore verde chiaro e hanno una forte azione drenante, utile per contrastare l'accumulo di liquidi durante la giornata.

A cena

Mangia i germogli di cavolo rosso, dal sapore leggermente piccante e con la grande capacità di bruciare le scorie alimentari accumulate nelle ore diurne.

Detox con le verdure "verdi"

Le verdure verdi ti aiutano contro la cellulite perché sono ricche di potassio, un sale minerale che aiuta i tessuti dell'organismo a liberarsi di acqua in eccesso agendo come "diuretico naturale". Sono ricchi di potassio, in particolare:

  • i vegetali a foglia verde,
  • gli spinaci,
  • tutti i tipi di cavoli,
  • i piselli secchi,
  • le foglie di menta
  • gli asparagi.

Asparagi, gli anticellulite per eccellenza

Gli asparagi sono composti dal 90% di acqua, hanno un basso indice glicemico e poche calorie (24 Kcal per ogni 100 grammi). Questo vuol dire che abbassano i livelli di glicemia, responsabili degli attacchi di fame e favoriscono la diuresi.

Omega 3 contro gli accumuli adiposi su cosce e glutei

Gli omega 3 sono acidi grassi essenziali, indispensabili per la formazione delle membrane cellulari, comprese quelle della pelle, e per il corretto equilibrio ormonale. Gli omega 3 combattono la cellulite perché riducono l'infiammazione tessutale, innescata dalle cellule adipose e perché regolano la produzioni degli ormoni femminili che, se squilibrati, possono peggiorare l'aspetto degli arti inferiori.

Sono ricchi di Omega 3:

  • il pesce (in particolare: salmone, tonno, sgombro, sardine, acciughe, trota, pescespada, sogliola, merluzzo),
  • la frutta secca (noci e mandorle),
  • i cereali integrali
  • i legumi.

La frutta per disintossicarti

Tutta la frutta è indicata contro la cellulite, ad eccezione di quella ad alto indice glicemico come le banane mature (l'IG sfiora il 70). Ma in particolare si consiglia:

  • l'ananas, perché ha proprietà diuretiche e detox grazie all'alto contenuto di potassio;
  • l'uva, perché è ricca di sostanze che svolgono un'azione protettrice sul microcircolo (antociani e tannini);
  • la papaya, perché è ricca di vitamina C che contribuisce alla formazione di collagene, la fibra di "sostegno" della pelle.

Le proteine magre per favorire il senso di sazietà

Assumere più proteine, senza però rinunciare ai carboidrati, è una delle soluzioni più suggerite dai dietologi per mantenere un peso costante e una linea asciutta e, nello stesso tempo, tonica.

I recenti studi di nutrizione hanno dimostrato che le carni bianche (pollo, coniglio e maiale), bilanciano i livelli di insulina nel sangue, scongiurando così gli attacchi di fame verso i cibi ingrassanti (dolci, trash food, carboidrati raffinati). Le proteine, inoltre, saziano più a lungo, perché richiedono un tempo maggiore per essere digerite.

I vegetali "idratanti"

Un fattore importante nella lotta alla cellulite è l'idratazione, assunta dall'interno. Non lo si ripeterà a sufficienza, ma è fondamentale non solo bere almeno 1 litro e mezzo di acqua al giorno, ma anche consumare cibi ad alto contenuto di acqua.

Un ottimo cibo per rimanere idratate è il cetriolo, composto per il 90% da acqua. Seguono:

  • il sedano,
  • l'anguria,
  • l'ananas,
  • la lattuga,
  • i pomodori,
  • i broccoli
  • i porri.

Zafferano, curry e zenzero

Curry e zafferano sono potenti antiossidanti che riducono l'infiammazione dei tessuti sottocutanei, responsabili dell'aspetto a buccia d'arancia.

Lo zenzero, invece, favorisce il drenaggio dei liquidi che si accumulano nei tessuti e svolge un'azione detox, liberando l'organismo dalle tossine. L'uso abituale di tutti e 3 ti farà sentire energica, perché ti aiuterà a smettere di salare troppo i cibi. E si sa che il sale è l'alleato numero uno della ritenzione idrica.

Riproduzione riservata