Le mele

Senti che il tuo metabolismo sta rallentando e vuoi 'buttare giù' quei due chili di troppo accumulati negli ultimi mesi e tanto fastidiosi? Come ben sai, non esistono scorciatoie che siano in grado di garantirti la perdita di peso e in modo veloce. Esistono però alcuni alimenti che si sono rivelati dei veri e propri killer contro il grasso in eccesso: amici del metabolismo che riceve in questo modo una bella scossa.

Ecco quali sono.

A cominciare dalle mele. Avete presente il detto 'Una mela al giorno toglie il medico di torno'? Da oggi toglie altro qualche grammo. Da uno studio condotto dall'Università di Rio De Janeiro è infatti emerso che coloro che consumano tre mele al giorno lontano dai pasti riescono a perdere peso più rapidamente rispetto a coloro che non seguivano questa buona abitudine.

I 10 cibi amici del metabolismo

Non esistono scappatoie che siano in grado di farci perdere peso rapidamente e velocemente. Vi sono però alcuni alimenti che si rivelano particolarmente utili.

Gli agrumi

L’elevato contenuto di vitamina C contenuta negli agrumi contribuirebbe a tenere a bada i picchi insulinici favorendo di conseguenza lo smaltimento di eventuali grassi in eccesso.

Il tè verde

Il tè verde ha grandi effetti sul nostro metabolismo: oltre a renderlo più efficiente garantisce un ottimo apporto di antiossidanti ed è quindi in grado di svolgere una potente azione anti-invecchiamento sui tessuti e sugli organi del nostro corpo. Inoltre è un tonico ed energizzante naturale: aiuta quindi a dare una sferzata al metabolismo.

I semi di zucca

Assumi costantemente alimenti ricchi di omega 3: sono ottimi per ristabilire il corretto ritmo del metabolismo. Gli acidi grassi essenziali infatti sono in grado di ridurre la produzione di un ormone chiamato leptina (colui che rallenta il nostro metabolismo).

Gli alimenti più ricchi sono i semi di lino, i semi di zucca, i semi di girasole, ma anche noci e anacardi.

I cereali integrali

Gli alimenti integrali offrono energia al nostro organismo in maniera graduale, evitando quindi picchi insulinici e il rischio che l’organismo, avendo assunto zuccheri in eccesso, trasformi questi ultimi in grassi. Optate quindi per pane, pasta, riso e biscotti integrali.

Le alghe

Avete mai visto un orientale in sovrappeso. Possibile, ma non così comune. La loro dieta a base di riso, pesce e alghe la dice lunga. Queste ultime soprattutto trasformano gli zuccheri e i grassi in energia e contengono lo iodio (stimolatore naturale della tiroide) in grande quantità . La dieta giapponese e cinese ne prevede un uso quotidiano ma se non ti piace, puoi sempre aggiungerle alle tue minestre.

Le spezie

È ormai assodato che chi assume regolarmente le spezie al posto del sale è in grado di bruciare quotidianamente fino a 1000 calorie in più rispetto a chi non le utilizza. Zenzero, cannella e pepe sono tra le spezie ritenute maggiormente in grado di svolgere un’azione stimolante nei confronti del metabolismo.

La senape

La senape aiuta a incrementare il metabolismo del 30% e lo fa per un tempo prolungato dopo l’assunzione. Puoi preparare una vinaigrette di senape per condire insalate o pinzimoni e usarla pura per accompagnare le carni.

I broccoli

I broccoli (come anche tutti gli altri ortaggi verdi ma in minore misura) sono tra gli ortaggi in grado di aiutare maggiormente il nostro organismo nei processi depurativi e di eliminazione delle tossine. Per riuscire a ridare vigore a un metabolismo assopito occorre che l'intestino sia in grado di funzionare in modo eccellente: i broccoli contengono le fibre vegetali indispensabili per il buon funzionamento dell'apparato digerente.

Il peperoncino

Infine c'è sempre il caro e piccante amico peperoncino: la sua azione positiva sul nostro metabolismo è da attribuirsi al suo contenuto di capsaicina, un composto chimico in grado di svolgere un’azione stimolante sul processo metabolico.

Infine un consiglio: è bene, due o tre volte la settimana dedicare 40 minuti al movimento fisico: se aumenta la massa muscolare, il metabolismo basale accelera, si attivano l’adrenalina e la dopamina e si risvegliano gli enzimi metabolici. Un buon motivo, non trovate?

Riproduzione riservata