SOS concentrazione e memoria? Migliorale con questi rimedi dolci!

Credits: Shutterstock

Hai difficoltà a concentrarti e a ricordare le cose? In questo articolo vediamo quali sono le cure dolci che migliorano la concentrazione e sono alleate della mente

Come migliorare la concentrazione con i rimedi naturali

Avere una mente reattiva e pronta in ogni momento della giornata è molto importante, sia che ci si dedichi allo studio che al lavoro, ma anche per gestire le mille incombenze della vita quotidiana, dalla gestione della casa in giù.

Ma che fare se stiamo attraversando un periodo di stress e stanchezza? Può capitare che la concentrazione cali molto facilmente, e che si tenda a dimenticare le cose.

La prima cosa da fare è non colpevolizzarsi, e riconoscere che siamo in difficoltà. Il secondo passo è concedersi qualche coccola per sentirsi meglio, e riflettere su come favorire la ripresa. La tua prima arma è sicuramente mantenere uno stile di vita sano, mangiando bene, dormendo il giusto e facendo un po’ di attività fisica.

In secondo luogo pensiamo a qualche rimedio naturale che può darci una mano. Non si tratta ovviamente di "pilloline" che fanno sparire il problema: ricorda che i rimedi naturali danno una mano ma non fanno miracoli. Soprattutto nell’immediato: ci vogliono almeno un paio di settimane per vedere i primi risultati.

Integratori per la memoria

Ma quali sono i migliori integratori per il cervello e, soprattutto, funzionano? Le più affidabili alleate della mente sono le piante. Un recente studio della Swinburne University of technology, in Australia, ha individuato i rimedi top per migliorare le funzioni cerebrali. Tra questi troviamo:

1. Il ginseng

Migliora le prestazioni e la resistenza alla fatica anche il ginseng siberiano, Eleutherococcus senticosus; la dose consigliata, dice il dottor Ongaro, è di 200- 400 mg al giorno.

2. Il brahmi 

E' un'erba indiana che «agisce su memoria e concentrazione senza aumentare la tensione nervosa» spiega Filippo Ongaro, medico nutrizionista. «Un vantaggio non da poco rispetto ai classici stimolanti come il caffè e il guaranà, che danno sì sprint, ma rendono anche irritabili e tolgono il sonno. Il dosaggio ideale è di 200-500 mg al giorno».

3. La Rhodiola rosea

«Per reggere meglio la fatica, e anche tenere a bada l’ansia è eccellente la Rhodiola rosea, riequilibratore del sistema nervoso (200-500 mg al giorno)» dichiara l’esperto.

4. Il magnesio

«Come anti ansia c’è poi il sempre valido magnesio, da preferire nei prodotti con glicerofosfato o oxiprolinato di magnesio (da 200 mg) con vitamine del gruppo B, più attivi».

Venti gocce di estratto fluido dopo i pasti in un po’ d’acqua sono il suggerimento del dottor Ongaro per aumentare l’energia e disintossicare il fegato, uno degli organi che più risentono dello stress.

5. Mix di Ginkgo biloba, inositolo e vitamina D3

C’è inoltre un nuovo prodotto realizzato con un mix di Ginkgo biloba, inositolo e vitamina D3, a base di glutammina, sui cui benefici scommette il nutrizionista e immunologo Attilio Speciani: «Questo amminoacido ha un effetto documentato di sostegno dell’umore e di riduzione dell’ansia e della stanchezza.

È utile, oltre che per gli studenti, anche per tutte le persone stressate».

Riproduzione riservata