Frutta: 2 volte al dì, tutti i giorni

Frutta: 2 volte al dì, tutti i giorni Credits: Corbis
02/11
Foto

Gusto e vitamine per esser sempre bella

Che la frutta faccia bene è un dato di fatto, ma che debba essere rigorosamente mangiata lontano dai pasti, invece, pare essere un po' una credenza tutta da verificare.

In realtà, ciò che conta è consumare almeno due frutti al giorno. Il quando, invece, dipende dal proprio organismo e dalla propria digestione. Infatti, vi sono persone che riescono a digerire benissimo anche una banana dopo pranzo o dopo cena, altre a cui invece la frutta tende a fermentare nell'intestino e a causare pancia gonfia e sensazione di pesantezza.

Un'altra credenza da sfatare è che la frutta detta "zuccherina" come banane o fichi, sia la responsabile dell'accumulo di chili e grasso corporeo. In realtà, a meno che non si mangino dieci banane al giorno, il peso aumenta per l'assunzione regolare di altri tipi di zuccheri: vedi alla voce prodotti e farine raffinati, salumi (contengono zuccheri anch'essi), merendine, ecc..

Se la frutta zuccherina è da evitare qualora si soffra di diabete o di glicemia elevata, generalmente, nella scelta della frutta da consumare, è consigliabile optare per i frutti di stagione e cambiare "colore" per quanto possibile durante tutta la settimana. La monotonia, infatti, fa male sia all'umore sia alla salute.

La frutta secca merita, poi, un discorso a parte perché andrebbe mangiata ogni giorno in piccolissime quantità: una manciata di mandorle o un paio di noci, infatti, sono fonti preziose di magnesio e antiossidanti.

Riproduzione riservata