Se vai in bici: la pozizione coricata

Se vai in bici: la pozizione coricata Credits: Olycom
06/06
Foto

«Supina con le gambe ben distese. Espirando, fletti il ginocchio destro e, tenendo ferma con le mani la parte posteriore della coscia, tira la gamba verso il busto lasciando l’altra ben salda sul pavimento. Passa attorno al piede una lunga fascia di stoffa che terrai stretta per le estremità (nella foto, la posizione senza la fascia). Distendi la gamba, con il piede a martello, verso l’alto, espirando» spiega Lucia Nirmala Schmidt. «Rimanendo morbida, mai contratta, tieni la posizione per 2 minuti. Fletti il ginocchio, sfila la fascia quindi esegui sull’altro lato».

A COSA SERVE La Supta Padangusthasana allunga quei muscoli che in bici lavorano di più (cosce e polpacci soprattutto) e fa bene alla schiena, che spesso, quando si pedala, è costretta a una posizione innaturale e si contrae soprattutto nella zona lombare. Questa asana, inoltre, allevia la fatica delle ginocchia.

QUANDO FARLO  Dopo ogni uscita in bicicletta di almeno mezz’ora, soprattutto se fai mountain bike, che affatica in modo particolare il dorso. Ripeti da 2 a 4 volte per gamba, fin quando non ti senti più rilassata.

Riproduzione riservata