Igiene intima

Per la tua igiene intima esistono alcune regole che vanno rispettate e che, purtroppo, non tutte conoscono o seguono.Intanto è bene detergere le parti intime almeno una o due volte al giorno utilizzando preferibilmente solo acqua perché l'uso eccessivo dei detergenti può essere dannoso perché altera il pH naturale dell'epidermide facendo strada a batteri e quindi virus.So che non è proprio il massimo della femminilità, ma, quando puoi, cerca di utilizzare solo biancheria in cotone o comunque in fibre naturali perché le fibre sintetiche o il tanto amato e sexy pizzo, non consentono una corretta traspirazione e favoriscono la sudorazione incrementando il rischio di irritazioni e infezioni.Occhio anche a non indossare troppo spesso jeans, collant, leggins o altri indumenti eccessivamente stretti.Se non strettamente necessario evita anche l’uso dei salvaslip: favoriscono la sudorazione contribuendo all'insorgenza non solo dei cattivi odori ma anche di prurito e irritazioni. La stessa regola vale anche per l’uso eccessivo degli assorbenti interni durante il ciclo. La maggior parte delle donne è portata inoltre a pensare che le lavande vaginali siano all'ordine del giorno durante 'quei giorni': in realtà l’uso improprio di queste lavande può alterare l'equilibrio della microflora della vagina aumentando, così, il rischio di infezioni come ad esempio la candidosi.

Per la tua igiene intima solo rimedi naturali

Oltre alle regole più comuni per una corretta igiene intima, ci si può rivolgere al tanto amato fai da te e ai consigli delle nostre nonne per non sbagliare. Ecco gli ingredienti low cost che ti occorrono.

Una buona igiene intima passa anche dal deodorante. Sapevi che lo puoi realizzare comodamente a casa tua senza troppi sforzi e soprattutto senza spendere una fortuna?

Scopri quante cose puoi fare con un ingrediente semplice come il bicarbonato.

Il bicarbonato

In commercio esistono diversi detergenti per l’igiene intima a base di ingredienti naturali come ad esempio la malva, la camomilla oppure l’eucalipto e la menta, l’aloe o ancora la salvia.

Ma perché non sfruttare la potenza di questi prodotti utilizzandoli puri? Puoi dedicarti lavande e lavaggi semplicemente realizzandoli da te. In fondo sono tutti ingredienti facilmente reperibili ovunque. Anzi magari li hai da sempre in casa, nel giardino o sul tuo terrazzo e non sai come utilizzarli.

Ora te lo diciamo noi. A partire dal bicarbonato.

Lavarsi le parti intime con acqua e bicarbonato consente infatti di ristabilire il giusto pH delle mucose vaginali e aiuta ad alleviare i bruciore: basta versarne un cucchiaio in un litro di acqua tiepida e fare dei lavaggi locali. Lavati sempre dopo ogni evacuazione e ogni volta che ti cambi l’assorbente durante il ciclo.

La malva

Il prurito intimo rappresenta un problema fastidioso e imbarazzante e può essere causato da infezioni, come candida e cistiti. In questo caso è la malva a venire in nostro soccorso.

Sminuzza la malva secca e lasciala a bagno in acqua fredda per 20 minuti per reidratarla. Poi fai bollire il tutto e mescola per qualche minuto. Una volta raffreddato il composto, filtra il tutto e aggiungi  un cucchiaio di amido di riso. Entrambi hanno proprietà lenitive e proteggono dalle infiammazioni (se ne hai a disposizione aggiungi qualche goccia di olio essenziale di tea tree, si compra in erboristeria ed è un formidabile antibatterico e antimicotico).

La camomilla

A tutte le età, in particolare nell'età fertile e in menopausa a causa della "tempesta" ormonale che investe tutto l'organismo, può accadere che anche il sistema immunitario attraversi un periodo di stress. E che arrivino le tanto odiate cistiti e candide.

Una scorretta igiene intima così come i disturbi intestinali infiammano i tessuti genitali provocando prurito, bruciori e persino sanguinamenti. In questi casi si consiglia di utilizzare l' olio essenziale di camomilla: basta aggiungere 10 gocce di olio in una bacinella di acqua tiepida e sciacquare le parti intime per alleviare il fastidio.

La menta

Il modo più semplice per preparare un detergente intimo personalizzato è quello di procurarsi un detergente ecologico neutro con pH 4.5 e privo di profumazioni  e aggiungere a piacere l'olio essenziale più adatto alle nostre esigenze. Per un'azione rinfrescante quotidiana, abituati ad aggiungere l'olio essenziale di menta: oltre a rinfrescare aiuta a prevenire la formazione di odori.

Aloe vera

Le parti intime rappresentano una zona molto delicata il cui equilibrio va rispettato per evitar infiammazioni, infezioni batteriche e micotiche che possono causare pruriti e fastidi anche ricorrenti.
Un buon detergente intimo deve quindi mantenere il più possibile inalterato l'equilibrio delle mucose
e il gel ottenuto dalle foglie dell'Aloe (grazie all'alto contenuto di vitamine, minerali) ha azione idratante, stimola la riparazione della pelle e calma infiammazioni e irritazioni della pelle.

La salvia

Le infiammazioni dell'apparato genitale femminile, di tipo batterico, allergico, irritativo o traumatico, sono piuttosto comuni: la salvia è un disinfettante naturale e soprattutto low cost.

Ti basta far bollire dell'acqua e aggiungere alcune foglie di salvia: lascia riposare e raffreddare il tutto per almeno 30 minuti e utilizza l'acqua 'aromatizzata' per lavarti. Se vuoi, puoi aggiungere qualche goccia di olio essenziale di menta e inserire il tutto in un contenitore a spruzzo: è un ottimo deodorante per le parti intime!

Riproduzione riservata