scegliere l'insalata

NON TUTTE LE INSALATE SONO UGUALI

 

Portata principale o contorno di accompagnamento, l'insalata è una fonte di vitamine e principi nutritivi essenziali, a calorie ridotte. Ma quale varietà mangiare per fare il pieno di nutrienti benefici? E con quale criterio? Segui la nostra guida

Come scegliere l’insalata per fare il pieno di vitamine

Guida alla scelta delle varietà di insalata in base ai principi nutritivi in esse contenuti

Non a tutti però piace mangiare l'insalata, anche se tra le verdure è quella dal gusto più adattabile ad ogni palato. C'è chi la trova troppo semplice e chi troppo erbosa, c'è chi non sa come condirla e chi la trova noiosa. Limitarsi a sale e olio come condimenti di certo non aiuta a farsela piacere. Fortunatamente esistono tanti modi creativi e originali per preparare l'insalata.

Inaugurare il pasto principale con un piatto di insalata aiuta a saziarsi prima e ad assimilare meno i grassi. Fare il pieno di fibre infatti fa sì che l'intestino si svuoti prima, facilitando il mantenimento del peso forma.

QUALE INSALATA SCEGLIAMO?     Mangiata come piatto di portata principale o di accompagnamento ad alt

QUALE INSALATA SCEGLIAMO?


Mangiata come piatto di portata principale o di accompagnamento ad altre pietanze, l'insalata è un'ottima fonte di fibre e vitamine. Grazie alle diverse specie offerte dalla natura, è inoltre in grado di accontentare tutti i gusti.
Ma da un punto di vista nutrizionale c'è differenza tra una varietà e l'altra? Scegliere la lattuga a foglia rossa anziché iceberg o romana comporta un'assunzione differente di vitamine e sali minerali?

Abbiamo indagato per voi attraverso i dati rilasciati dalla FDA (Food and Drug Administration), e abbiamo scoperto che non tutte le insalate hanno la stessa quantità di vitamine e sali minerali.

L'INSALATA NEL PANINO VA BENE LO STESSO?  Se siete amanti dei panini, e sperate che accompagnare sal

L'INSALATA NEL PANINO VA BENE LO STESSO?

Se siete amanti dei panini, e sperate che accompagnare salume con foglie di insalata fornisca il pieno di vitamine, resterete delusi. La quantità minima di lattuga dei panini non basta a raggiungere la dose giornaliera di principi nutritivi raccomandata dalla FDA: ne occorrono almeno 2-3 tazze al giorno per la maggior parte degli adulti.

Al contrario, un'insalatona è uno dei modi migliori per garantirsi la quantità sufficiente di vitamine come la A, C, K e elementi nutritivi essenziali come folati e ferro.

I PRINCIPI NUTRITIVI DELL'INSALATA ICEBERG    La lattuga iceberg ha il più basso valore nutritivo d

I PRINCIPI NUTRITIVI DELL'INSALATA ICEBERG


La lattuga iceberg ha il più basso valore nutritivo di tutte le varietà di insalata, e precisamente 2-3 tazze contengono:
20 calorie
- 14% di Vitamina A*
- 6% di Vitamina C
- 44% di Vitamina K  (essenziale nel mantenere i livelli di alcuni fattori della coagulazione)
- 10% di folati (essenziale per il metabolismo delle cellule)
- 4% di ferro

*rispetto alle dosi raccomandate dalla FDA

I PRINCIPI NUTRITIVI DELLA LATTUGA ROMANA   Preferisci una varietà di insalata croccante? Una scode

I PRINCIPI NUTRITIVI DELLA LATTUGA ROMANA

Preferisci una varietà di insalata croccante? Una scodella di lattuga romana è un'alternativa gustosa, che contiene una grande dose di vitamina A e altri nutrienti essenziali.

In particolare:

16 calorie

- 164% di Vitamina A*
- 38% di Vitamina C
- 120% di Vitamina K  (essenziale nel mantenere i livelli di alcuni fattori della coagulazione)
- 32% di folati (essenziale per il metabolismo delle cellule)
- 6% di ferro

*rispetto alle dosi raccomandate dalla FDA

I PRINCIPI NUTRITIVI DEGLI SPINACI   Gli spinaci, invece, vantano quasi il doppio della dose giornal

I PRINCIPI NUTRITIVI DEGLI SPINACI

Gli spinaci, invece, vantano quasi il doppio della dose giornaliera raccomandata di vitamina K, la metà del valore consigliato di vitamina A, e ampie quantità di calcio e folati.

In particolare, 2 tazze di spinaci forniscono:

14 calorie

- 112% di Vitamina A*
- 28% di Vitamina C
- 362% di Vitamina K  (essenziale nel mantenere i livelli di alcuni fattori della coagulazione)
- 30% di folati (essenziale per il metabolismo delle cellule)
- 10% di ferro

*rispetto alle dosi raccomandate dalla FDA

I PRINCIPI NUTRITIVI DELLA LATTUGA A FOGLIA ROSSA    Non è trascurabile l'apporto della lattuga a f

I PRINCIPI NUTRITIVI DELLA LATTUGA A FOGLIA ROSSA


Non è trascurabile l'apporto della lattuga a foglia rossa, che con sole 4 calorie per tazza fornisce quasi la metà della dose  giornaliera raccomandata di vitamine A e altri elementi essenziali.
In particolare, 2 tazze di lattuga forniscono:
8 calorie

- 84% di Vitamina A*
- 4% di Vitamina C
- 98% di Vitamina K  (essenziale nel mantenere i livelli di alcuni fattori della coagulazione)
- 6% di folati (essenziale per il metabolismo delle cellule)
- 4% di ferro

*rispetto alle dosi raccomandate dalla FDA


 K.

I PRINCIPI NUTRITIVI DELLA RUCOLADue tazze di rucola forniscono: 8 calorie    - 40% di Vitamina A*

I PRINCIPI NUTRITIVI DELLA RUCOLA

Due tazze di rucola forniscono:

8 calorie

- 40% di Vitamina A*
- 8% di Vitamina C
- 56% di Vitamina K  (essenziale nel mantenere i livelli di alcuni fattori della coagulazione)
- 8% di folati (essenziale per il metabolismo delle cellule)
- 4% di ferro

*rispetto alle dosi raccomandate dalla FDA

MIX DI INSALATA     Per assicurarsi un pieno di vitamine e sali minerali è persin troppo banale con

MIX DI INSALATA


Per assicurarsi un pieno di vitamine e sali minerali è persin troppo banale concludere che il mix di varietà è la soluzione vincente.
Come si può notare dalla ricerca, tuttavia, le varietà di insalata a foglia larga o/e scura contengono più antiossidanti e nutrienti rispetto ai tipi dalle foglie verde chiaro e a cappuccio.
Il motivo? Le foglie scure assorbono più luce che permette di sintetizzare più vitamine.

Non resta quindi che prepararsi una bella insalata, sicuri di assumere le vitamine A, C, K nelle quantità raccomandate...e dulcis in fundo restare in linea.

Riproduzione riservata