Kamasutra per il sesso orale: la posizione del ponte

Kamasutra per il sesso orale: la posizione del ponte Credits: Elena Bortot, That Luvin' Feelin
05/18
Foto

Sesso e Kamasutra

Il sesso è strettamente correlato al kamasutra: quello che per noi è infatti un spesso solo un mero insieme di posizioni per un sesso più soddisfacente, è in realtà una vera e propria filosofia sessuale basata sull'armonia nelle relazioni. Le posizioni del kamasutra sono quindi qualcosa in più di un modo di fare sesso: si tratta di una categorizzazione delle relazioni - anche sessuali - che mira a rendere ogni unione tendente alla vera coscienza di sé. Un risultato che richiede uno sforzo congiunto in ogni aspetto della vita, anche il sesso. In questa ottica quindi, andiamo ad analizzare la posizione del ponte.

Kamasutra per il sesso orale: la posizione del ponte

La posizione richiede flessibilità e solidità: se hai queste doti, come un ponte ti consentirà di arrivare a un piacere che sta oltre il mare (e la tua immaginazione).

Sex tip - Chiedi a lui di sostenerti la schiena con le mani; se vuoi amplificare l'orgasmo, lascia cadere la testa all'indietro quando stai per raggiungere l'apice.

Sesso sicuro

Può far sorridere, ma nel sesso come in tutti gli ambiti della vita, esperienza, esercizio e curiosità sono la base per l'ottenimento di ottimi risultati. Senza dimenticare mai il reciproco rispetto, alla base di qualsiasi rapporto, che passa sempre dal consenso e dalla consapevolezza che fare sesso sicuro è fondamentale per vivere quest'esperienza in modo rilassato, disteso e soprattutto, senza pericoli per la salute.

E questo vale non solo per i più giovani che vogliono scongiurare gravidanze indesiderate, ma anche per i più adulti e navigati. Il contagio di infezioni e malattie sessualmente trasmesse può avvenire con qualsiasi tipo di rapporto (anale, orale, vaginale) ma proteggersi è semplice, con dispositivi come il profilattico maschile e i profilattici femminili di ultima generazione.

Zone erogene femminili: conosci la mappa del piacere?

Da dove parte l'eccitazione? Per molte è un processo più psicologico che fisico, ma indiscutibilmente ci sono delle zone del nostro corpo più sensibili di altre, che scatenano in noi sensazioni estremamente piacevoli, per usare un eufemismo. Ogni donna ha le sue preferenze, ma ce ne sono alcune che accomunano tutti i corpi e vengono divise degli esperti in primarie (che devono necessariamente essere stimolate per raggiungere l'orgasmo), secondarie (se stimolate con carezze o strusciamenti, provocano l’eccitazione delle primarie) e potenziali (variano molto da donna a donna, e vengono scoperte facilmente attraverso la pratica dell'autoerotismo). Curiosa di saperne di più?

Sesso pazzesco? I nostri consigli

Per trarre il massimo piacere dai tuoi incontri romantici (e sessuali), è fondamentale mettere da parte imbarazzi e tabù, e imparare a lasciarsi andare!

Impara a conoscerti per capire cosa ti piace di più: esplora il tuo corpo da sola, attraverso la masturbazione femminile, o con l'aiuto del tuo partner, sperimentando nuovi modi di fare sesso o posizoni sessuali insolite, per scoprire quali sono le zone erogene del corpo femminile e come stimolarle. Perché ogni donna è diversa, e affronta la propria sessualità in modo personale.

Sesso: curiosità da sapere

Si ironizza spesso sul fatto che le donne fingano l'orgasmo (hai sicuramente presente la scena di Harry ti presento Sally in cui Meg Ryan simula l'orgasmo di fronte al tavolino di un ristorante!), ma sapevi che anche gli uomini possono fingere? I motivi possono essere diversi, da problemi fisici o "funzionali" fino a stress e ansia da prestazione. Si sa, gli uomini sono ossessionati dalla misura del loro pene, ma non è l'unica misura che conta, in un rapporto sessuale: anche la grandezza della clitoride femminile e il suo posizionamento influiscono in modo marcato sul raggiungimento dell'orgasmo. Per quanto si possa essere informate sul tema sesso, che tocca tutte da vicino, la scienza riserva continuamente sorprese: la sessualità (maschile e femminile) è sempre una nuova avventura!

Sesso dopo i 65 anni

La sessualità è parte integrante del ciclo della vita e non c'è da vergognarsi se, anche durante la senilità, si prova il desiderio di appagare i piaceri del corpo. Sono infatti ancora tanti i tabù legati al sesso dopo i 65 anni, come il fatto che "i vecchi non hanno le energie per fare l'amore" e che, non essendo più gradevoli a livello fisico, il loro interesse per la sessualità e quindi il desiderio andrebbe necessariamente a diminuire.

In realtà, il sesso nella fase avanzata della vita ha tantissimi benefici, sia sul corpo che sulla mente, riconosciuti a livello scientifico. Può infatti considerarsi un potente antidepressivo naturale, aiuta a potenziare le difese immunitarie e ad affrontare lo stress, diminuisce la pressione sanguigna e aiuta il cuore, poiché un rapporto sessuale può essere considerato... un’attività fisica vera e propria! Insomma, è proprio il caso di dirlo: fare l'amore allunga la vita!
Riproduzione riservata