Microterapia e Onda Coolwaves™, i trattamenti medici più efficaci contro la cellulite

Quali sono i trattamenti medici più efficaci contro la cellulite? Lo abbiamo chiesto al prof. Antonino Di Pietro, Direttore scientifico dell'Istituto Dermoclinico Vita Cutis all'interno di Palazzo della Salute – Wellness Clinic del Gruppo San Donato.

Combattere la cellulite e le adiposità localizzate è più facile se prima si elimina il ristagno di liquidi. A tal fine, la medicina estetica offre trattamenti all'avanguardia in grado di agevolare il proprio programma snellente. Ci riferiamo alla microterapia, a base di soluzione fisiologica ipertonica, e a Onda Coolwaves™, che sfrutta invece l'efficacia delle microoonde. Nei casi più severi, i due trattamenti possono essere abbinati, ridisegnando la silhouette. Soprattutto su cosce, glutei, fianchi e addome.

Che cos'è la cellulite?

Prima di entrare nel vivo dei trattamenti, è bene comprendere perché è importante drenare i liquidi in eccesso per avere effetti visibili contro cellulite e adiposità localizzate. Il motivo è presto spiegato: «La cellulite è tessuto adiposo che trattiene acqua in modo cronico, a causa di un indebolimento dei vasi sanguigni che, dilatandosi, diventano più porosi. In questo modo, determinano un passaggio continuo di acqua nel tessuto adiposo (non dimentichiamo che il sangue è composto per il 98% da siero, cioè acqua)» - spiega il prof. Di Pietro.

Da qui avviene il ristagno di liquidi. «L'acqua, infatti, si raccoglie nel grasso comportando un gonfiore come se fosse "spugna inzuppata"». Inoltre, questo edema crea un'infiammazione che non dà all'organismo la possibilità di utilizzare il grasso in modo corretto, cioè bruciarlo. «Se si getta nel fuoco una spugna imbevuta d'acqua non riesce a bruciarsi, ma deve essere asciutta per farlo. Allo stesso modo accade con il grasso: difficile che si sciolga se è impregnato di liquidi. Ecco perché spesso gli sforzi di alimentazione sana e attività fisica risultano vani ad affinare i punti critici» - continua Di Pietro.

Microterapia, il trattamento che drena e "asciuga" la silhouette

Contro la ritenzione idrica, uno dei trattamenti medici più efficaci è la microterapia, una metodica messa a punto dal prof. Di Pietro grazie a un'intuizione che sfrutta il principio fisico dell'osmosi. In cosa consiste? È un dispositivo brevettato chiamato SIT (Skin Injection Therapy), costituito da un piccolissimo ago (misura poco più di 1 mm) che inietta nella pelle a livello superficiale una soluzione fisiologica ipertonica. Ciò vuol dire che ha la stessa composizione dei liquidi corporei ma con una concentrazione maggiore. In questo modo, per un processo osmotico, questa soluzione richiama i liquidi dal tessuto adiposo verso il derma, dove vengono riassorbiti ed eliminati grazie ai capillari. E poi definitivamente attraverso le urine.

A chi è adatto

A tutte, anche alle giovanissime. È indolore e non rompe i capillari. Inoltre, è ben tollerata, poiché non vengono somministrati farmaci, ma solo soluzioni naturali (la fisiologica, appunto).
Per ottenere risultati visibili è consigliato un ciclo di 10-15 sedute, 1 volta alla settimana. E da ripetere eventualmente a cadenza bimensile per il mantenimento. «Chi tende a trattenere i liquidi, tende a ripresentare il problema, ma può tenerlo sotto controllo con la microterapia. Una volta "assorbiti" i liquidi in eccesso, le gambe risulteranno più leggere e meno gonfie e dolenti. Inoltre, l'alimentazione e lo sport sortiranno più effetti».
Si può svolgere in ogni periodo dell'anno.

Onda Coolwaves, il trattamento contro le adiposità localizzate

Se la cellulite è inveterata, cioè di antica formazione e con presenza di noduli e tessuto fibrotico, il Palazzo della Salute - Wellness Clinic, oltre alla microterapia propone il trattamento alle microonde. Si tratta di un dispositivo che agisce selettivamente sugli adipociti (cellule che trattengono grassi), per scioglierli. Inoltre, stimola la nuova produzione di collagene. In questo modo, Onda Coolwaves non solo combatte gli accumuli adiposi localizzati, ma migliora anche la cellulite e i cedimenti cutanei. La pelle diventa così più compatta, e i volumi del corpo risultano ridotti.

A chi è adatto

A tutte le persone che presentano grasso localizzato, anche accompagnato da cellulite, di ambo i sessi. Il protocollo prevede un massimo di 4 sedute all'anno, da effettuarsi ogni 8 settimane.
I risultati sono visibili gradualmente perché l'organismo deve avere il tempo necessario per sciogliere le cellule adipose. È consigliato sottoporvisi fino a un mese prima dell'esposizione solare diretta, anche se il trattamento non prevede controindicazioni.

I contenuti di questo post sono sponsorizzati da Gruppo San Donato.
© Riproduzione riservata.