7 segnali per riconoscere un narcisista

5/5

I tratti più evidenti di una personalità narcisistica da osservare se sei in dubbio su alcuni comportamenti delle persone con cui ti relazioni

Significato

Nella cultura popolare, il narcisismo è spesso interpretato come una caratteristica della personalità che porta ad essere innamorati di se stessi. Dal punto di vista psicologico è più corretto dire che il narcisista patologico è innamorato di un'immagine di sé idealizzata, che egli costruisce per non vedere quella reale che in realtà è fragile ed evanescente.

Il narcisista ha bisogno di creare un "falso sé" potente e grandioso, per difendersi da angosce fortissime che lo fanno sentire una nullità. Naturalmente si tratta di processi (e comportamenti) inconsci che il narcisista non ammetterà mai e che non saprà di mettere in pratica. Egli usa gli altri per avere gratificazioni e conferme di se stesso.

Per questo è difficile relazionarsi con un narcisista in modo autentico. Se all'inizio della conoscenza ci sa fare, mostrando il proprio lato migliore, a poco a poco il narcisista si rivelerà per la sua incapacità di stabilire un vero contatto con gli altri. Le prime volte che lo si incontra ci si fa molto male, ma una volta scottatisi, si imparerà subito a riconoscerlo. In amore come nelle altre sfere della vita.

Naturalmente non tutte le persone "innamorate di se stesse" sono narcisiste in senso patologico. E nel complesso quadro di queste personalità poco immediate, c'è una scala di narcisismo più o meno "gestibile".

Ecco come riconoscere in 7 passi i tratti del narcisismo, suggeriti dallo psicologo Stephen Johnson autore di How to Successfully Handle Narcissists (Come gestire con successo il narcisista).

1. La conversazione è un soliloquio

Il narcisista ama parlare di se stesso, e non ti dà la possibilità di avere un dialogo, ovvero di avere una conversazione bidirezionale. Se tra un racconto e l'altro, ti capita di lottare per dire la tua, è molto probabile che stai parlando, anzi ascoltando una persona molto concentrata su di sé. E se riesci finalmente ad avere udienza, sappi che le tue opinioni saranno sicuramente corrette, respinte o addirittura ignorate.

Ulteriore prova che stai assistendo ad un narcisistico soliloquio è la continua interruzione da parte del tuo interlocutore che, facendo fatica a tollerare che l'attenzione non sia su di sé, cerca di (ri)spostarla continuamente.

Insomma, il narcisista mostra decisamente poco interesse per gli altri, e quel poco non è senz'altro autentico!

2. Mostra disprezzo aperto verso gli altri

Ne ha una per tutti, senza curarsi di nascondere le proprie critiche - spesso esagerate - verso gli altri. Eh, sì, perché solo lui (o lei) è il migliore, e si vanta di essere furbo e saper affrontare la vita, da qualsiasi aspetto: per lui non ci sono segreti, anzi! Correlato a questo senso di superiorità è il comportamento di calpestare gli altri, ignorando concetti come rispetto e sensibilità.

3. Mira ad essere oggetto di ammirazione

Molti narcisisti provano piacere nel fare azioni grandiose che impressionino gli altri. Il fine di queste esibizioni è farsi ammirare, da ogni punto di vista: fisico, romantico, sessuale, sociale, religioso, professionale, culturale ecc.

In queste situazioni, il narcisista usa le persone o più in generale il contesto in cui vive per avere gratificazioni. Il messaggio che lanciano in realtà è: "Sono meglio di te!" O "Guardate quanto sono speciale-degno di ammirazione da parte del mondo intero!"

Per questi motivi, i narcisisti si aspettano un trattamento esclusivo da parte degli altri. Sono come dei principini che credono che gli altri siano lì pronti a soddisfare le loro esigenze, possibilmente subito e senza dare nulla in cambio. Nella loro mente, il mondo ruota intorno a loro.

4. Mostra un interesse effimero verso le persone

I narcisisti sanno essere molto carismatici e attraenti. Quando sono interessati a te (per la propria gratificazione), ti fanno sentire molto speciale e fanno di tutto per conquistarti. Tuttavia, una volta perso l'interesse nei tuoi confronti, riescono a farti scendere dal piedistallo sul quale ti hanno collocata, con la rapidità di un nanosecondo e senza porsi molti scrupoli.

Il loro interesse verso le persone è effimero, ed è spesso alimentato dalle attenzioni che riceve in cambio: sono tutti rinforzi alla propria fragile autostima. Una volta che è sicuro di aver conquistato l'altro, si annoia, e ha bisogno di altre conquiste per confermare di essere piacevole. Avanti il prossimo.

5. Ricerca attenzione attraverso le emozioni negative

Molti narcisisti godono nel fatto di suscitare nell'altro emozioni negative, come senso di colpa e tristezza, tutti sentimenti che rappresentano dei mezzi per attirare l'attenzione su se stessi.

Essendo molto sensibili alle critiche altrui, strumentalizzano le proprie reazioni alle opinioni contrarie, per aumentare il senso di onnipotenza e controllo sugli altri.

"Ti mostro che sto così male perché tu mi hai criticato, così tu proverai un grande senso di colpa nei miei confronti (e in questo modo ti avrò in pugno)". Non è detto che la critica negativa susciti un'aspra discussione, ma può anche indurre una reazione di mutismo. Di sicuro, il modo di reagire è distruttivo, non certo costruttivo verso un confronto autentico.

6. Si percepisce come una personalità grandiosa

I narcisisti si percepiscono come persone speciali, dotate di caratteristiche uniche e ammirevoli. Alcuni credono davvero di essere molto importanti e insostituibili, supponendo che gli altri non possono vivere senza il proprio magnifico aiuto. 

"Ancora una volta ho salvato l'umanità dai problemi: senza di me nessuno può far nulla".

7. Tende a manipolare gli altri

I narcisisti usano gli altri come un'estensione di sé stessi (del sé, come si direbbe in psicoanalisi). Questo tratto della personalità si manifesta in una doppia modalità:

Proiezione sugli altri dei propri desideri irrealizzati. "Se mio figlio non cresce fino a diventare un giocatore di calcio professionista, lo rinnego". "Stai diventando bellissima come me, ovvero tua madre!"

- Strumentalizzazione del senso di colpa degli altri: "Io ti ho dato tanto, e tu sei così ingrato".

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te