Sesso tra ex: perché è difficile dirsi addio

Credits: Shutterstock

Ci si lascia e si continua a fare sesso insieme. Succede. E secondo gli esperti non è strano. Perché dirsi addio richiede del tempo

È un classico: lui e lei si lasciano tra mille sofferenze. Poi, la prima volta che si vedono, finiscono a letto insieme e da quel momento cominciano a incontrarsi più o meno regolarmente. Ma solo per fare sesso.

Andiamo a scoprire quali sono i fattori che entrano in gioco dopo un periodo di distacco, che portano una coppia a rivedersi sotto le lenzuola dopo essersi lasciati. Perché è così difficile dirsi addio?

1. Un maggiore coinvolgimento

«È una situazione molto diffusa che spesso si trascina per periodi lunghi» dice la psicoterapeuta Anna Salvo. «In genere, la relazione sessuale è molto soddisfacente per entrambi, non solo perché ci si conosce bene, ma anche perché quegli incontri sono qualcosa di irregolare, di proibito, di strano, e questo aumenta il coinvolgimento».

Ma c’è anche un altro aspetto che fa alzare la tensione erotica: visto che il sesso è l’unico canale di dialogo tra i due, che si vedono "solo per quello", entrambi si donano di più, investono tutto su questo aspetto.

2. Un turbinio di emozioni

«Ed è qui che c’è il grande equivoco» interviene la sessuologa Roberta Rossi. «Perché per gli uomini separare il sesso dall’affetto è abbastanza facile e naturale, mentre per le donne è tutto il contrario. Per noi fare l'amore non è solo l'incontro di due corpi, ma è un'espressione più complessa, nella quale mettersi in gioco comunque e spendere emozioni, risate, gioia e dolori. Anche se non si è innamorate».

3. Un senso di rassicurazione

Quando però ci si rende conto che per lui le cose non stanno così, cioè che all'ex fidanzato bastano gli incontri sporadici "nudi e crudi", allora è facile sentirsi a disagio. Perché si avverte che manca qualcosa, ma si è incapaci di andare oltre o di interrompere questa strana relazione zoppa. D'altra parte fare l’amore con un uomo che si conosce bene e che si è amato regala sensazioni belle e rassicuranti alle quali può essere difficile rinunciare.

4. Un prolungamento dei tempi di separazione

Come comportarsi allora? «Intanto non bisogna farne un dramma, vedersi e fare sesso non è una cosa così orribilmente sbagliata» rassicura la psicoterapeuta Anna Salvo. «Perché forse forzare i tempi con un taglio netto non è la soluzione migliore».

5. Una graduale separazione

Come direbbe lo scrittore ungherese Milan Kundera, è un valzer degli addii: le separazioni, nella maggior parte dei casi, non sono mai repentine. Staccarsi definitivamente da una persona richiede tempo, avviene per gradi e in un certo senso gli incontri di sesso sono piccoli passi verso l'addio finale. Che così risulterà meno traumatico.

Insomma, bisogna accettare, senza spaventarsi, il tempo della separazione. Certo, se dopo mesi ci si vede ancora per fare l'amore, perfino quando ormai ci sono nuovi amori e fidanzati, allora bisogna fermarsi e chiedersi con sincerità perché non ci si riesce a lasciare. Per scoprire, magari, che l’unica cosa da fare è tornare di nuovo insieme».

Riproduzione riservata