Sterilizzatore: l’accessorio utile da avere adesso

Oggi più che mai è importante disporre di un dispositivo in grado di igienizzare velocemente gli oggetti di uso quotidiano. Dalla versione portatile a quella in formato beauty case ecco come scegliere lo sterilizzatore migliore per te

A cosa serve lo sterilizzatore?

Con quanti germi e batteri entriamo in contatto ogni giorno anche solo toccando oggetti come lo smartphone o le chiavi? Ebbene, la soluzione pratica e funzionale potrebbe essere quella di ricorrere a uno sterilizzatore.

Un tempo utilizzato soprattutto per igienizzare gli accessori del bebè, come ciuccio e tettarelle , oggi, a seguito dell’emergenza sanitaria, lo sterilizzatore si rivela fondamentale un po’ per tutti perché consente di santificare, anche in poco tempo, gli oggetti che usiamo tutti i giorni, mascherina compresa, garantendoci una maggiore igiene.

In commercio puoi trovare diversi tipi di sterilizzatore, da quelli a contenitore, che possono avere dimensioni diverse e dunque essere adatti anche per sterilizzare più oggetti contemporaneamente, a quelli portatili, anche a forma di bacchetta che invece dispongono di un funzionamento manuale.

Il principio è quasi sempre lo stesso: questi dispositivi infatti permettono di sterilizzare gli oggetti sfruttando l’azione dei raggi ultravioletti UV-C che, colpendo microorganismi come virus o batteri, sono in grado di scatenare delle mutazioni molecolari, annientando così gli agenti patogeni.

Quale sterilizzatore scegliere?

 Per orientarti al meglio nell’acquisto, ti proponiamo una selezione speciale. Eccola!

Alcol etilico per le pulizie? Tutte le dritte che non conoscevi per usarlo

VEDI ANCHE

Alcol etilico per le pulizie? Tutte le dritte che non conoscevi per usarlo

Sterilizzatore a scatola

Per sterilizzare più oggetti insieme può esserti utile puntare su una soluzione a contenitore come questa. La scatola sterilizzante uccide il 99,9% di germi e virus in soli in 3 minuti grazie alla presenza di 8 lampadine UV. Tra i suoi vantaggi, quello di essere sicura, perché si spegne automaticamente all'apertura del coperchio e anche molto facile da usare: basta riporre all'interno i tuoi oggetti, chiudere e premere il pulsante di disinfezione.

Lo sterilizzatore portatile

Se sei invece alla ricerca di una soluzione da portare sempre con te, anche in borsa, punta su uno sterilizzatore compatto e leggero. Puoi utilizzarlo sia in modalità portatile, tenendolo in mano e passandolo sull'oggetto da disinfettare a una distanza di 3 cm, oppure in modalità supporto, grazie al cavalletto integrato. Anche questo dispositivo è molto efficace per uccidere germi e batteri ed è sicuro perché si spegne automaticamente quando viene ruotato di inclinazione di oltre 90 gradi.

Lo sterilizzatore con aromaterapia

È compatto, portatile, ideale per igienizzare lo smartphone ma ha anche un'altra funzione in più. Parliamo dello sterilizzatore a raggi UV-C che ti permette di sanificare i tuoi oggetti in soli 5 minuti, rilasciando anche il tuo olio essenziale preferito grazie al diffusore integrato.

Lo sterilizzatore a misura di bebè

Se è vero che ormai lo sterilizzatore va usato per i nostri oggetti di uso comune, non va dimenticato che resta fondamentale anche per igienizzare gli accessori dei piccoli, come il ciuccio. Quando sei fuori casa, allora, può essere utile il pratico sterilizzatore che si aggancia ai manici della borsa e che rimuove il 99% dei batteri e virus su ciucci, tettarelle del biberon e altro ancora, in soli 59 secondi. La luce UV inoltre è a prova di bambino perché si spegne automaticamente quando il coperchio viene aperto.

Lo sterilizzatore con caricabatterie

Super pratico anche lo sterilizzatore che può funzionare anche per ricaricare il cellulare. Il dispositivo infatti, oltre ad essere una scatola di disinfezione UV, è anche un caricabatterie wireless, che ti permette di passare da una modalità all'altra con un solo pulsante. Oltre a uccidere il 99,9% dei germi è anche facilissimo da usare.

Lo sterilizzatore a bacchetta

Diversa nel formato ma comunque efficace, è anche la bacchetta sterilizzante che puoi passare sulle superfici da sanificare anche quando sei fuori casa. Dotata di batteria ricaricabile, dispone di due modalità, automatica e manuale. Impostandola sulla modalità automatica puoi selezionare 4 tempi di lavoro a scelta: 10, 20, 40 o 60 minuti.

Lo sterilizzatore a forma di beauty case

Sembra un semplice beauty case da viaggio ma è in realtà uno sterilizzatore con 24 lampadine UV in grado di uccidere il 99,9% di germi e virus solo in 3 minuti. Grazie alle sue dimensioni, puoi usarlo per sterilizzare anche oggetti più grandi tra cui tablet, mouse, occhiali, giocattoli o strumenti di bellezza. Facile e sicuro, ha una durata di 5 anni.

Contenuto sponsorizzato: Donnamoderna.com presenta prodotti e servizi che si possono acquistare online su Amazon e/o su altri e-commerce. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti in pagina, Donnamoderna.com potrebbe ricevere una commissione da Amazon o dagli altri e-commerce citati. Vi informiamo che i prezzi e la disponibilità dei prodotti non sono aggiornati in tempo reale e potrebbero subire variazioni nel tempo, vi invitiamo quindi a verificare disponibilità e prezzo su Amazon e/o su altri e-commerce citati.

Bucato igienizzato: come disinfettare i vestiti in lavatrice

VEDI ANCHE

Bucato igienizzato: come disinfettare i vestiti in lavatrice

Riproduzione riservata