Tisane invernali drenanti

La stagione invernale, con il gelo e le giornate pigre, potrebbe non sembrare il momento ideale per dimagrire e liberarsi dalle tossine accumulate.

Invece, è proprio questo il momento giusto per drenare i liquidi in eccesso e smaltire calorie dovute a stravizi alimentari e sedentarietà. Una dieta ad hoc, che attivi il metabolismo, e attività fisica costante sono il presupposto necessario di qualsiasi programma benessere si desideri seguire.

Considerate la rigidità delle temperature e la voglia crescente di cocooning, le tisane e gli infusi caldi sono un validissimo aiuto per smaltire chili e tossine più rapidamente e regalarsi anche alcuni ulteriore, piacevoli effetto collaterali della fitoterapia.  

Le 5 tisane sgonfianti per l’inverno

Per depurarti e sgonfiarti in tempo per la bella stagione, inizia in inverno con gli infusi detox

 

Decotto di rosmarino, tonico drenante

Il potere degli oli essenziali

Un ingrediente top per la tua tisana invernale sgonfiante è il rosmarino. Pianta aromatica semplicissima da reperire, anche al supermercato in rami, e da coltivare sul balcone o sul davanzale di casa.

il rosmarino è ricchissimo di proprietà per il benessere e il mantenimento della linea. La sua azione benefica sulla salute è esercitata dal mix di oli essenziali in esso contenuti: linaiolo, canfora, borneolo, diterpeni e triterpeni ne fanno un ottimo tonico generale per l'organismo, perfetto durante la stagione fredda.

Stimolante e fortificante, il rosmarino agisce anche come antispastico, regolarizzatore e antibatterico sulle pareti intestinali. E un intestino sano è sinonimo di pancia piatta e difese immunitarie attive.

Ma l'azione detox del rosmarino non finisce qui, infatti anche l'apparato urinario trae grande giovamento dall'assunzione di decotti e infusi preparati con il rosmarino: si favorisce la diuresi e si facilita l'eliminazione di liquidi e tossine in eccesso, purificando anche pelle e capelli.

Come si prepara: la quantità di foglie di rosmarino necessaria alla preparazione del decotto, è di circa 50 grammi. Si immergono le foglie in un pentolino d'acqua e si porta il tutto a ebollizione. Una volta che l'acqua inizia a bollire, si lascia sul fuoco il decotto per altri 10 minuti. Si filtra e si beve 2-3 volte al giorno dopo i pasti.  

Tisana ai semi di finocchio: pancia piatta

Regolarizza anche pressione e colesterolo

I semi di finocchio possiedono numerosissime proprietà e la tisana preparata con questo ingrediente è una vera e propria panacea per chi soffre di gonfiori addominali. La tisana ai semi di finocchio, infatti, ha effetti diuretici, depurativi e digestivi.

Ma non solo: i semi di finocchio sono antinfiammatori, antiossidanti, ricchi di fibre (pancia piatta), abbassano il colesterolo cattivo nel sangue, regolarizzano la pressione arteriosa (grazie al potassio in essi contenuto), sono buoni integratori naturali di calcio e rame.

Come si prepara: la tisana ai semi di finocchio si prepara lasciando in infusione 1 cucchiaino di semi di finocchio (si acquistano anche al supermercato) in circa 200 ml di acqua bollente, il tutto coperto. Poi si filtra e si beve dopo ogni pasto.

 

Tarassaco, per depurarsi a fondo

Non solo in primavera, anche dopo le abbuffate

Il tarassaco è un fiore molto utilizzato in fitoterapia per la depurazione stagionale, tipicamente in primavera. Ma, essendo reperibile in erboristeria durante tutto l'anno, anche in inverno una cura detox a base di tarassaco è un'ottima idea per depurare a fondo l'organismo favorendo il drenaggio di liquidi in eccesso.

In questo modo, sarà più semplice riconquistare la silhouette perduta a forza di abbuffate, bagordi festivi ed eccesso di alcol.

Il tarassaco, infatti, esercita una potente azione benefica nell'eliminazione delle sostanze tossiche accumulate a livello del fegato.

Inoltre, il tarassaco è fortemente diuretico (per merito dei flavonoidi e dei sali di potassio) e quindi aiuta a prevenire, nonché a combattere, ritenzione idrica e cellulite.

Come si prepara: la tisana al tarassaco richiede l'infusione di circa 5 grammi di miscela di foglie di tarassaco (reperibile in erboristeria) in 150 ml di acqua bollente, per un tempo di 10 minuti (coperta). Si consuma fino a 3 volte al giorno, di cui una preferibilmente al mattino.

 

Tisana alla liquirizia, diuretica e lassativa

Ti depuri mentre combatti tosse e gastrite

La radice di liquirizia è un antichissimo rimedio, assunto sia attraverso la masticazione dei bastoncini sia sorseggiando gustose tisane e infusi bollenti.Le sue proprietà sono davvero interessanti: disintossicante, diuretica, digestiva, depurativa del fegato e blandamente lassativa.

I benefici sono, quindi, riscontrabili in una pancia più piatta e in gambe più snelle, nonché in minore ritenzione idrica generale. Bere una tisana alla liquirizia, inoltre, è un gesto molto benefico anche per curare tosse, raffreddori, intossicazioni, indigestioni, infiammazioni e gastrite.

Come si prepara: innanzitutto, va acquistata la radice di liquirizia pura e lasciata in infusione (circa 60 grammi) in un pentolino di acqua bollente per un'ora. Non andrebbe zuccherata ma ha un sapore piuttosto pungente quindi, soprattutto se soffrite di stitichezza, è consigliabile aggiungere un cucchiaino di miele alla preparazione. Se, invece, desiderate unire l'azione detox e quella digestiva, potete migliorare il sapore della tisana aggiungendo anche qualche fogliolina di menta.

 

Tisana di betulla, anticellulite e anti-cistite

Gambe snelle e leggere, senza ritenzione idrica

Chi soffre di cellulite e ritenzione idrica, dovrebbe iniziare a combattere questi inestetismi già in inverno per arrivare alla bella stagione, e ai primi caldi, con gambe sgonfie e scattanti. La tisana di betulla è la cura ideale, unitamente a dieta detox e sport aerobici, per aiutare l'organismo a sconfiggere definitivamente la cellulite, prevenendo la ritenzione idrica.

La betulla, infatti, è ricca di sostanze attive sulle vie urinarie, tant'è che viene usata con successo anche per curare la cistite e le infezioni dell'apparato urinario in genere. L'infuso di betulla è, quindi, indicato sia per chi soffre di edemi cellulitici sia per coloro che vogliono iniziare una cura detox.

Come si prepara: la tisana di betulla si prepara lasciando in immersione 20 grammi di foglie di betulla per litro di acqua bollente, sempre coprendo per non disperdere gli oli essenziali preziosissimi in fitoterapia. Questo litro (o quasi) di bevanda, da non zuccherare, andrebbe sorseggiato nell'arco della giornata per una cura urto contro la cellulite.

 

Riproduzione riservata