Come affrontare la stanchezza primaverile con i rimedi naturali

affrontare stanchezza a primavera Credits: Shutterstock
01/06
Foto

Il cambio di stagione ti fa sentire stanca e spossata? Ecco come risvegliare l'energia fuori e dentro di te in modo naturale

Arriva la primavera e tu ti senti stanca e priva di energie? La tipica spossatezza primaverile agisce in concomitanza di diversi fattori: il clima e gli sbalzi di temperatura non aiutano, ma con qualche accorgimento potrai cogliere il meglio di questo periodo.

Astenia primaverile: depurati e ricarica le energie

In questo periodo il corpo ha bisogno di depurarsi, sia a livello fisico che psicologico. La natura intorno a noi sta per rinascere e le giornate si riempiono di luce: impara a utilizzare la cromoterapia naturale per combattere lo stress e ritrovare il contatto con te stessa. Il colore rosa, tipico della primavera, è associato al potere femminile e al cuore. Secondo la cromoterapia le sue vibrazioni sciolgono le tensioni e incrementano la capacità di dare e ricevere amore.

Stimola la concentrazione con gli oli naturali

In questo periodo, la difficoltà a concentrarsi può incidere negativamente sul lavoro e lo studio, oltre a aumentare il nervosismo.

Durante un compito impegnativo, strofina le tempie con due gocce di olio essenziale di limone. Secondo gli studi, con il suo odore fresco e frizzante, può aiutare a dare energia e vigore, sia utilizzato nel diffusore per profumare l'aria che sulla pelle (attenzione alle quantità!), è uno stimolante naturale in grado di rivitalizzare e svegliare l'organismo; aiuta la memoria, libera dai condizionamenti e è efficace contro ansia e mal di testa. L'olio essenziale di limone si rivela particolarmente utile anche in caso di nausea primaverile: il cambio di stagione spesso porta con sè anche disturbi all'apparato gastrointestinale, legati a sbalzi ormonali o allo stress. In questi casi, l'olio essenziale di limone può essere usato in cucina per aromatizzare tisane e bevande ed è utile per disintossicare il fegato eliminando le tossine dal corpo.

Anche l'olio essenziale di rosmarino può essere un aiuto prezioso per la memoria, oltre a stimolare il rinnovamento cellulare, azione preziosa in questo periodo in cui la pelle è l'organo protagonista a cui prestare attenzione: puoi aggiungerne alcune gocce a un detergente, tonico o crema idratante, per usarlo durante i massaggi, oppure sfruttare le sue proprietà benefiche per i capelli aggiungendolo allo shampoo o creando una maschera. Attenzione però a non usare questi oli puri sulla pelle perché potrebbero irritarla.

Dieta detox di primavera

Le temperature si alzano e i piatti eccessivamente calorici si fanno subito sentire sullo stomaco. Per ritrovare energia inizia a ridurre lo zucchero: il classico snack a metà pomeriggio innesca il circolo vizioso di un picco energetico a cui seguirà immediatamente un calo, con il conseguente bisogno di altri zuccheri. Secondo i ricercatori, l'immagine di dolci scatena un'attività celebrale e una reazione simile a quella osservata nella dipendenza da cocaina. Meglio evitare edulcoranti, i cui effetti negativi sono in corso di studio.

La chiave del cambiamento è rieducare le papille gustative a percorsi nuovi. Scegli piatti che ti soddisfano ma a base di farine integrali, cotture leggere, frutta fresca e alimenti prodotti localmente e manipolati il meno possibile: insalate e zuppe aiutano a sgonfiarti, mentre una ricca colazione, a base di yogurt, miele e frutta, sarà un'ottima sveglia.

La tintura madre di carciofo e bardana sono ottime per pulire il corpo dalle tossine e attuare un mese di disintossicazione: l'estratto di foglie di carciofo può aiutare infatti la depurazione e il corretto funzionamento del fegato; favorisce inoltre una buona digestione e il metabolismo dei grassi (lipidi). Anche la bardana è una delle piante più usate in fitoterapia per favorire il detox dell'organismo, aiutare ad eliminare i liquidi in eccesso e sostenere il benessere delle articolazioni. Entrambi gli estratti favoriscono anche la bellezza dell'epidermide.

Esci all'aria aperta: il sole aiuta l'umore

La luce solare aiuta a combattere la sensazione di spossatezza tipica della primavera perché riattiva il metabolismo. Esci di casa e, se necessario, copriti per bene ma non rinunciare mai all'abitudine di una sana camminata all'aria aperta, ogni giorno.

Secondo gli esperti l'orario migliore per stare all'aria aperta è fra le 10 e le 12, tuttavia spesso si è al lavoro: sfrutta la pausa pranzo, importantissima perché incrementa la produttività, aiuta a staccare la mente dai problemi e riattiva l'attenzione. Cogli l'occasione per una piccola chiacchiera con i colleghi o, se decidi di andare di sera, le amiche: se porti un thermos in borsa avrai una bevanda dissetante per tutta la giornata.

A casa spalanca le finestre e cura il ricambio di ossigeno, soprattutto se soffri di allergie: sarà una scossa di vitalità e freschezza in grado di agire sul fisico e l'umore.

Inizia bene la giornata e concediti il tuo tempo

Le giornate sono spesso lunghe e stressanti e la sveglia suona sempre troppo presto. Accade di frequente che ci si alzi già stanchi e con poca voglia di agire perché appesantiamo le giornata con un carico di impegni eccessivo. Alleggerisci la tua vita, per quanto possibile.

Ci sono doveri che non possiamo eliminare, ma esiste anche uno spazio di libertà e leggerezza che possiamo imparare a prendere a nostro beneficio. Evita di riempire il tempo libero con ogni sorta di attività, scopri ciò che ti diverte e segui l'ispirazione. Concediti le giuste ore di sonno, ma soprattutto cura il tuo riposo, fisico e mentale: sapersi riposare è imparare a regalare al corpo l'attenzione che ti meriti per stare bene, sentirti in forma... e un pizzico più felice.

Riproduzione riservata