Grande Fratello, i “vincitori morali”

Credits: LaPresse

Le nove edizioni del Grande Fratello hanno prodotto nove vincitori, è chiaro: ma i veri "vincitori morali" della trasmissione sono i concorrenti che dopo il reality show non sono scomparsi nel nulla, quelli che hanno colto l'occasione per lanciare una luminosa carriera. Lasciando il segno, nel bene e nel male, nella televisione italiana (e non solo).

Prima edizione, Pietro Taricone: perché è diventato immediatamente un'icona, ha fatto cinema e tv, e una figlia con Kasia Smutniak

Credits: LaPresse

Le nove edizioni del Grande Fratello hanno prodotto nove vincitori, è chiaro: ma i veri "vincitori morali" della trasmissione sono i concorrenti che dopo il reality show non sono scomparsi nel nulla, quelli che hanno colto l'occasione per lanciare una luminosa carriera. Lasciando il segno, nel bene e nel male, nella televisione italiana (e non solo).

Seconda edizione, Filippo Nardi: perché il suo abbandono è stato indimenticabile (e poi è diventato una "Iena")

Credits: LaPresse

Le nove edizioni del Grande Fratello hanno prodotto nove vincitori, è chiaro: ma i veri "vincitori morali" della trasmissione sono i concorrenti che dopo il reality show non sono scomparsi nel nulla, quelli che hanno colto l'occasione per lanciare una luminosa carriera. Lasciando il segno, nel bene e nel male, nella televisione italiana (e non solo).

Terza edizione, Luca Argentero: perché ora è uno dei giovani attori più richiesti e apprezzati del cinema italiano

Credits: LaPresse

Le nove edizioni del Grande Fratello hanno prodotto nove vincitori, è chiaro: ma i veri "vincitori morali" della trasmissione sono i concorrenti che dopo il reality show non sono scomparsi nel nulla, quelli che hanno colto l'occasione per lanciare una luminosa carriera. Lasciando il segno, nel bene e nel male, nella televisione italiana (e non solo).

Quarta edizione, Patrick Ray Pugliese: perché si è trovato un posto a Striscia la Notizia con il suo "Gongolo di platino"

Credits: LaPresse

Le nove edizioni del Grande Fratello hanno prodotto nove vincitori, è chiaro: ma i veri "vincitori morali" della trasmissione sono i concorrenti che dopo il reality show non sono scomparsi nel nulla, quelli che hanno colto l'occasione per lanciare una luminosa carriera. Lasciando il segno, nel bene e nel male, nella televisione italiana (e non solo).

Quinta edizione, Jonathan Kashanian perché in realtà quell'anno vinse proprio lui, ma dei suoi coinquilini... nemmeno l'ombra

Credits: LaPresse

Le nove edizioni del Grande Fratello hanno prodotto nove vincitori, è chiaro: ma i veri "vincitori morali" della trasmissione sono i concorrenti che dopo il reality show non sono scomparsi nel nulla, quelli che hanno colto l'occasione per lanciare una luminosa carriera. Lasciando il segno, nel bene e nel male, nella televisione italiana (e non solo).

Sesta edizione, Laura Torrisi: perché è diventata protagonista di Una moglie bellissima di Pieraccioni (e la sua compagna)

Credits: LaPresse

Le nove edizioni del Grande Fratello hanno prodotto nove vincitori, è chiaro: ma i veri "vincitori morali" della trasmissione sono i concorrenti che dopo il reality show non sono scomparsi nel nulla, quelli che hanno colto l'occasione per lanciare una luminosa carriera. Lasciando il segno, nel bene e nel male, nella televisione italiana (e non solo).

Settima edizione, Melita Toniolo: perché è diventata una presenza fissa in tv e una delle regine del gossip italiano

Credits: LaPresse

Le nove edizioni del Grande Fratello hanno prodotto nove vincitori, è chiaro: ma i veri "vincitori morali" della trasmissione sono i concorrenti che dopo il reality show non sono scomparsi nel nulla, quelli che hanno colto l'occasione per lanciare una luminosa carriera. Lasciando il segno, nel bene e nel male, nella televisione italiana (e non solo).

Ottava edizione, Raffaella Fico: perché è diventata la valletta di Il colore dei soldi e... la compagna di Cristiano Ronaldo

Credits: LaPresse

Le nove edizioni del Grande Fratello hanno prodotto nove vincitori, è chiaro: ma i veri "vincitori morali" della trasmissione sono i concorrenti che dopo il reality show non sono scomparsi nel nulla, quelli che hanno colto l'occasione per lanciare una luminosa carriera. Lasciando il segno, nel bene e nel male, nella televisione italiana (e non solo).

Settima edizione, Cristina Del Basso. E non c'è bisogno di spiegare perché. Sono passati solo 6 mesi: vi ricordate qualcun altro?

Foto

Le nove edizioni del Grande Fratello hanno prodotto nove vincitori, è chiaro: ma i veri "vincitori morali" della trasmissione sono i concorrenti che dopo il reality show non sono scomparsi nel nulla, quelli che hanno colto l'occasione per lanciare una luminosa carriera. Lasciando il segno, nel bene e nel male, nella televisione italiana (e non solo). Eccoli.

 

Riproduzione riservata