Macchie della pelle: rimedi naturali e cure dolci ispirate alla naturopatia

Credits: Shutterstock

Come prevenire le macchie della pelle? Oltre ad individuare le cause del problema e a puntare su un'alimentazione corretta, l'esperta ci suggerisce alcuni rimedi naturali per prendersi cura del problema

Le cause delle macchie della pelle

Abbiamo chiesto come prendersi cura dell'epidermide con i metodi naturali a Elisabetta Sedda, naturopata.

La comparsa di macchie scure sulla pelle può essere dovuta a diversi fattori. «È importante individuare le cause alla base del problema» spiega l'esperta, che aggiunge: «un'eccessiva esposizione al sole può danneggiare i melanociti, creando problemi alla pelle, per questo è importante evitare di prendere il sole durante le ore più calde e utilizzare una protezione adeguata. Non esistono prodotti in grado di assicurare una schermatura totale, tuttavia nel caso in cui il problema sia già presente, l'ideale è proteggere l'epidermide applicando creme solare alta protezione».

Il sole non l'unico indiziato: «Le macchie possono aumentare durante la gravidanza e in presenza di ovaio policistico: in casi come questo è necessario agire sul dosaggio ormonale». In genere le macchie della pelle iniziano a comparire dopo i 30 anni, ecco perché è importante curare viso e corpo con attenzione, in modo da mantenere il benessere naturale dell'organismo e combattere l'invecchiamento precoce.

Ecco qualche idea per preparare scrub e maschere fai da te con gli ingredienti della dispensa, per combattere le macchie della pelle in modo naturale.

Macchie della pelle: rimedi naturali fai da te

1. Un impacco di limone e cetriolo

Il limone è astringente, detox e ha un effetto schiarente, tanto da essere un noto rimedio della nonna utilizzato da secoli per rendere più chiara l'epidermide. Possiamo combinare le virtù di questo frutto insieme al cetriolo, ricchissimo d'acqua, idratante e sbiancante. Ecco una ricetta semplicissima suggerita dall'esperta.

«È possibile frullare e preparare una pappetta di cetriolo da applicare direttamente sul viso e tenere per 20 minuti. Insieme all'effetto purificante, il cetriolo aiuterà a eliminare edemi e gonfiori, idratando l'epidermide». Puoi aggiungere al composto il succo di limone fresco.

In alternativa, versa qualche goccia di limone in un infuso di camomilla oppure in una ciotola dove avrai versato un barattolo di yogurt bianco intero, ideale per un impacco idratante e rivitalizzante.

2. Decotto di genziana e betulla

«Per curare le macchie della pelle in modo naturale è possibile sfruttare le proprietà del decotto di genziana» spiega l'esperta. Come si utilizza? Semplicissimo: è possibile acquistare la genziana, nota per le proprietà digestive, in erboristeria e preparare un decotto da applicare sulla la pelle con garze.

«Anche la betulla si rivela un rimedio naturale efficace contro le macchie cutanee»: a differenza dell'infuso per preparare un decotto è necessario lasciar bollire le erbe per 10 minuti circa. Usa delle bende o cotone idrofilo per applicare l'impacco, lascia riposare 15-20 minuti, infine risciaqua e asciuga la pelle con delicatezza.

Come ricorda l'esperta dopo il trattamento l'ideale è massaggiare l'epidermide con una crema idratante o un olio vegetale, in grado di nutrire in profondità.

3. Olio di rosa mosqueta e dermaroller

Elasticizzante e antirughe, l'olio di rosa mosqueta può essere utilizzato come riparatore della pelle: un ingrediente importante per la beauty routine quotidiana. «L'olio di rosa mosqueta si dimostra efficace contro i segni del tempo, macchie e smagliature». Inoltre, può aiutare la rigenerazione della pelle afflitta dalle cicatrici dell'acne, che lasciano sull'epidermide macchie bianche anche a distanza di anni.

Un altro modo per curare cicatrici e segni dell'acne è il dermaroller, un rullo dotato di aghi da 0,5 mm a 1,5 mm da utilizzare a casa propria, ogni giorno: sottoposta a una serie di microperforazioni, la cute subisce un microtrauma in grado di stimolare la produzione di collagene e innescare i meccanismi di riparazione tissutale. I risultati sono visibili, ma è bene ricordare che con aghi superiori a 1,5 mm il trattamento deve essere eseguito da un medico specialista.

Attenzione al sole e all'alimentazione

L'esperta avverte: «il micropeeling, così come i trattamenti al laser o con l'acido glicolico, possono aiutare ma non sono la soluzione al problema, per questo è importante individuare le cause alla base delle macchie cutanee. Attenzione allo scrub, utile per eliminare le cellule morte ma senza esagerare: mai più di una volta alla settimana, perché può causare un ispessimento anomalo della cute. È importante proteggere la pelle dal sole e agire sullo stile di vita. Scegliere un'alimentazione ricca di vitamina E aiuterà l'idratazione e il benessere dell'epidermide».

Via libera a frutta e verdura. Cerca di prediligere farine integrali, ricche di elementi nutritivi. Le mandorle sono ricche di Omega Tre, vitamina E e sali minerali: un motivo in più per integrarle nella tua dieta quotidiana. Sì agli antiossidanti naturali, come l'olio extravergine d'oliva, i semi (di girasole, sesamo, papavero) e le prugne secche.

Riproduzione riservata