Perdi sempre tutto? Piccole strategie per distratte croniche

Credits: Corbis
1 5

AIUTO, NON TROVO MAI NIENTE!

Secondo una recente ricerca inglese una persona su tre trascorre circa 15 minuti al giorno a cercare qualcosa che non trova. Il risultato? Una sensazione costante di frustrazione e impotenza.

Ma se è vero che con l’età la situazione peggiora (a 20 anni raggiungi il picco della capacità di ricordare poi la memoria inizia a perdere colpi), è anche vero che molto dipende dall’attenzione che metti nelle cose. «Se quando appoggi da qualche parte il portafoglio o un documento sei concentrata sul gesto, è come se “scrivessi” nel cervello con una penna dove si trova l’oggetto» dice Sandro Iannaccone, primario di neuroriabilitazione dei disturbi neurologici,  cognitivi e motori all’ospedale San Raffaele di Milano. «Se, invece, sei distratta o immersa in altri pensieri, la traccia viene impressa in modo più leggero, come se usassi una matita. E molte volte il ricordo sbiadisce subito».

Ecco come farlo tornare.

/5

Le chiavi, il cellulare, gli occhiali: sono i tre oggetti che più spesso spariscono nel nulla. Ti aiutiamo a capire come ritrovarli senza farsi prendere dall'ansia

Quattro coppie su dieci discutono per gli oggetti persi e mai più ritrovati. Il primato della distrazione? Spetta agli uomini. Che quasi sempre danno la colpa delle loro dimenticanze ai ritmi di vita frenetici. Ma anche il disordine in casa e l'accumulo di oggetti inutili contribuiscono a peggiorare le cose.

Abbiamo visto come l'ansia sia d'ostacolo alla concentrazione, non solo quando dobbiamo ritrovare un oggetto perso. Ecco come gestirla e addirittura sfruttarla a nostro vantaggio.

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te