L’acqua degli sportivi

  • 16 06 2017

Prendersi cura di sé è una responsabilità quotidiana e passa anche da un elemento semplice come l'acqua. Semplice, ma non banale, quando si parla di Acqua Lete: un aiuto in più ogni giorno, soprattutto per chi ha l'anima sportiva. 

Chi si stupisce di una Serena Williams che agli Australian Open vince "nonostante" l'inizio della gravidanza, non sa di che pasta sono fatte le donne. Energia e concentrazione in ogni fase della vita, anche quando ci mettiamo in "stand by" per qualche minuto, per riprendere fiato e riorganizzare la giornata. 

Il nostro "stand by" serve per fare il pieno, e non per stramazzare sul divano. Soprattutto dopo una corsa intensa, un duro allenamento o una partita a tennis con gli amici, noi sappiamo come ricaricarci. I primi elementi che si perdono durante una sessione sportiva sono i sali minerali e l'acqua: la sudorazione, la respirazione e la traspirazione la eliminano velocemente. Un adulto in situazioni normali ha bisogno di almeno 2/2,5 litri di acqua al giorno. Figuriamoci dopo aver praticato sport! Per recuperare in modo istantaneo le energie disperse durante lo sforzo fisico bisogna bere molta acqua. 

Ma anche durante l'attività sportiva è fondamentale integrare i liquidi eliminati: ne basta una perdita del 2% del peso corporeo per diminuire le performance. E l'acqua, che a volte cambia l'esito di una palla ben piazzata, deve essere buona e saper riportare in fretta in uno stato di idratazione ottimale anche i muscoli, costituiti per il 65-75% di acqua, in uno stato di idratazione ottimale. Da uno studio del 2015 pubblicato sulla quotatissima rivista scientifica internazionale The Open Sports Medicine Journal si evince come un'acqua con il giusto mix di Sali minerali come Acqua Lete abbia un effetto positivo maggiore sui muscoli rispetto all'acqua poco mineralizzata: l'aumento dello spessore muscolare degli atleti idratati con acqua Lete, misurato con ecografia sul quadricipite femorale, lo sta a dimostrare. In pratica bere Acqua Lete prima e dopo l'esercizio fisico, oltre a idratare, porta a una perdita inferiore di sali e a una miglior contrazione muscolare, quindi contrasta i crampi. 

Inoltre, più si beve, più le tossine vengono eliminate, aumentando il benessere del nostro corpo.
E se si integrano i liquidi con Acqua Lete, ricca di minerali come il calcio e povera di sodio, si otterranno facilmente l'effetto idratazione e l'effetto disintossicante garantito dall'esercizio sportivo.


Acqua Lete, iposodica, elimina le impurità, contrasta la ritenzione idrica, causa della cellulite: tutto ciò che noi donne chiediamo all'attività sportiva. In più è buonissima, poiché nasce dalle profondità della Terra, acquistando quegli elementi che la rendono unica: l'effervescenza naturale e un prezioso mix di Sali Minerali

Per prendersi cura di te, c'è solo Lete: www.acqualete.it

I contenuti di questo post sono sponsorizzati da Acqua Lete.
© Riproduzione riservata.