In collaborazione con

Aquafaba Meringhe

5/5

Sabato mattina, in casa regna il silenzio e mentre gusti il tuo caffè, capisci che non c’è weekend senza un dolce speciale. Quello che ci vuole è un dessert che sappia di pasticceria antica, un dolce vintage, un evergreen che possa piacere a tutti e che si possa gustare sorseggiando una bevanda aromatica.

La mente vaga tra atmosfere parigine, patisserie colme di éclair, bignè e macarons. E mentre ti immagini con il naso schiacciato contro il vetro, nella tua mente fa capolino l’immagine di una soffice nuvola bianca dalla consistenza fragrante e dal cuore colmo di morbida crema golosa. Un dolce in versione mini, perfetto per essere preparato a casa con amore. È sua maestà la meringa!

Pensi alla tua migliore amica, sempre a dieta e fedele al suo regime alimentare vegano, deve passare da te domenica giusto giusto per l’orario della merenda. La meringa ha pochissimi grassi e un tripudio di dolcezza, d’altra parte è considerato il “dolce delle modelle”: non si lamenterà! Tu poi conosci una ricetta senza uova!

Protagonista è l’aquafaba: una parolina magica per un magico ingrediente. Non tutti sanno che l’acqua di cottura e conservazione dei legumi è un perfetto sostituto degli albumi, la potrai utilizzare per creare un composto spumoso da aromatizzare con un ingrediente golosissimo: il tuo nuovo Baileys Almande senza lattosio.

Con un sottofondo di musica francese, ti metti all’opera per dare il benvenuto alla rivisitazione vegana, sofisticata e golosissima, della meringa della nonna. Un bricco di cioccolata fondente al latte di mandorla e tè verde matcha, anche freddo, saranno i compagni ideali di questi spumosi dolcetti. Da gustare uno dopo l’altro, seduti a terra su morbidi e sontuosi cuscini in un ozioso pomeriggio domenicale.

Per scoprire la magia della meringa di aquafaba, prova questa ricetta semplicissima. E condividila sui social, step by step come i veri pasticceri!

Tag:
I contenuti di questo post sono stati prodotti integralmente da Baileys Almande.
© Riproduzione riservata.
Stampa