Dieci falsi miti sulla cellulite

Puntuale come ogni primavera, si pone il problema della cellulite. E via a provarle tutte per combatterla, facendo leva su false credenze dure a morire. Ti rinfreschiamo la memoria con le più comuni e, con qualche novità, che forse non conoscevi.


1. SOLO LE PERSONE IN SOVRAPPESO HANNO LA CELLULITE

Falso

Non sempre il peso influisce sulla cellulite: questa dipende, infatti, da una serie di fattori, quali predisposizione genetica, il metabolismo, le cattive abitudini di vita e l’insufficienza venosa (la quale ha come ultima conseguenza il ristagno di liquide e tossine, che “mescolandosi” al normale grasso cutaneo e al tessuto fibroso, forma la cellulite).

Di certo è più probabile che chi ha una silhouette morbida e poca tonica mostri con più evidenza gli inestetismi della cellulite rispetto a chi si allena costantemente. Per lo stesso motivo, l’eccessiva perdita di peso, non supportata da esercizi di tonificazione, può peggiorare l’evidenza della cellulite poiché la pelle del corpo, sottoposto a diete, perde elasticità e compattezza.


2. DIGIUNARE COMBATTE LA CELLULITE

Falso

Ridurre la quantità di cibo e migliorarne la qualità è un’ottima strategia anticellulite. Ma privarsi dei pasti, facendo praticamente la fame, non combatterà il problema alla radice, anzi. Il motivo? Il digiuno forzato intacca i muscoli (cioè i tessuti che per costituzione non sono coinvolti dalla cellulite) con il risultato di renderli sempre meno tonici: in questo modo, i muscoli perdono una delle loro funzioni di sostenere la pelle. Quest’ultima, una volta privata del suo sostegno, mostrerà i tipici inestetismi della cellulite.

Il digiuno, inoltre, non scioglie le riserve di grasso che concorrono a formare il tessuto fibroso della cellulite. Meglio optare per un’alimentazione varia, ricca di frutta e verdura, cereali integrali e legumi: tutti alimenti disintossicanti. Non farsi mancare proteine e grassi buoni, come quelli provenienti dall’olio di oliva, avocado e pesce. Evitare il consumo eccessivo di sale, facendo attenzione ai cibi precotti e inscatolati. E ovviamente l’alcol.


3. CI SONO ESERCIZI SPECIFICI CONTRO LA CELLULITE

Falso

Ci sono senz’altro esercizi specifici per tonificare determinate aree del corpo affetta dalla cellulite, come ad esempio i glutei, l’interno ed esterno coscia. Ma questi non elimineranno la fatidica cellulite: semmai miglioreranno il tono muscolare con il risultato di renderla meno evidente.


4. BERE MOLTO AIUTA A LIBERARSI DELLA CELLULITE

Vero, ma solo in parte

Bere 8 bicchieri d'acqua al giorno è la quantità giornaliera raccomandata per liberare il corpo dalle tossine e mantenere il corpo idratato. Un’abitudine che sicuramente fa bene, ma che nessuna ricerca scientifica ha dimostrato combattere strenuamente il mix di tessuto fibroso e lipidico che costituisce la famigerata cellulite.


5. LA CELLULITE È SOLO “GRASSO"

Vero e Falso

In realtà, bisogna fare una distinzione ben precisa tra due tipi di tessuto adiposo che appesantiscono la silhouette. Il tessuto adiposo sottocutaneo “semplice” di solito ha una superficie liscia e compatta senza mostrare i tipici avallamenti e buchi che caratterizzano la cellulite.
La cellulite invece si forma in seguito alla degenerazione di questo grasso sottocutaneo che, a causa di cattiva circolazione, infiammazione e ritenzione idrica, dà origine al tipico tessuto fibrotico con l’aspetto di pelle a buccia d’arancia o, nei casi più severi, a materasso.


6. LA CELLULITE È SOLO RITENZIONE IDRICA

Falso

È una convinzione alla quale si credeva qualche decennio fa quando le conoscenze sulla cellulite non erano così evolute come oggi. Certo, esistono i casi in cui la pelle sembra affetta da cellulite, ma in realtà appare “grumosa” solo a causa di ristagni di liquidi e tossine.

Questo falso mito è il contrario di quello precedente. La spiegazione vera è quindi la stessa: la cellulite è un complesso meccanismo di infiammazione che riguarda il tessuto connettivo e adiposo, causato da cattiva circolazione.


7.LA CELLULITE NON COLPISCE GLI UOMINI

Falso

Sicuramente è vero che le donne sono maggiormente interessate dalla cellulite a causa degli estrogeni, gli ormoni femminili che, in seguito a squilibri, rompono le fibre di collagene, rendendo il tessuto connettivo più debole. Se contemporaneamente il tessuto adiposo sottocutaneo aumenta di volume, il derma viene “sospinto” in fuori, mostrando la tipica conformazione a buccia d’arancia.
Poiché con l’età negli uomini possono aumentare i livelli di estrogeni, può presentarsi il fenomeno della cellulite. Soprattutto se accompagnato da sedentarietà e alimentazione eccessiva.


8. LA CELLULITE È SOLO QUESTIONE DI GENETICA

Falso

Il corredo genetico incide, senz’altro, ma solo per il 50%. L’altra metà è affidata allo stile di vita. Non siamo geneticamente predeterminate ad avere la cellulite, anche se è scritto nel nostro DNA. Attività fisica, alimentazione sana, creme specifiche e altri trattamenti concorreranno a tenerla sotto controllo.


9. CONTRO LA CELLULITE FUNZIONANO SOLO I MASSAGGI

Falso

I massaggi sono fondamentali, ma da soli non bastano. Migliorano la circolazione e il drenaggio linfatico. E, se abbinati a un buon prodotto anticellulite, ne veicolano meglio i principi attivi. Affidarsi solo ai massaggi e continuare ad avere uno stile di vita sedentario con alimentazione satura di grassi e zuccheri rischierebbe di rendere i risultati molto temporanei.


10. CONTRO LA CELLULITE FUNZIONANO SOLO I MACCHINARI

Falso

I trattamenti di medicina estetica migliorano l’aspetto della pelle, ma va ricordato che non intervengono sulle cause della cellulite né hanno effetti duraturi. Se alla base il problema dell’insufficienza venosa c’è, prima o poi la cellulite comparirà, anche solo in forma iniziale.

E poi alcuni interventi di medicina estetica atti a sciogliere il grasso sottocutaneo rischiano di evidenziare gli inestetismi tipici della cellulite, proprio perché - come abbiamo visto - colpiscono un tipo di grasso che con la cellulite poco ha a che vedere.

Riproduzione riservata