Le sfide di Donnavventura su Rete4 sono diverse ogni domenica e in Giappone si ambientano in uno scenario decisamente unconventional


Quando si parla di sfide si pensa subito a Donnavventura, il racconto che emoziona gli spettatori ogni domenica su Rete4, con le esperienze di un team di ragazze pronte a sfidare i propri limiti.

La tappa odierna è il Giappone, che porta il gruppo in una dimensione completamente diversa dalla nostra. Tokyo in particolare è una megalopoli che ha inglobato i centri circostanti crescendo fino a 15 milioni di abitanti, ovvero 5 milioni in più della Lombardia!

Sono dimensioni inimmaginabili nel vecchio continente e le ragazze non vedono l’ora di avventurarsi per la città, abbracciandone il panorama dall’alto della Tokyo Tower, realizzata sullo stile della Tour Eiffel. 

Tra le misure singolari ci sono anche quelle dei bonsai, nel museo dedicato all’antica arte di mantenere in dimensioni ridotte piante che sarebbero mastodontiche. Non si può dire altrettanto per i prezzi di queste “opere d’arte”, che arrivano anche a 10 milioni di euro!

Le ragazze esplorano ogni aspetto del lussuoso quartiere di Ginza, tra le boutique delle grandi firme internazionali e le luci caleidoscopiche che appaiono in tanti film.

I momenti suggestivi sono il piatto forte di questa ultima tappa del viaggio: il primo è davanti al Buddha di Kamakura, staua di 11 metri realizzata nel 1252 e rinforzata con ritrovati antitellurici per resistere ai terremoti. Il secondo è il rito della cerimonia del tè, dove il team si presenta con kimono tradizionali. Incredibile, non sembrano neppure le stesse ragazze che nuotavano tra gli squali in Polinesia!


La natura gioca un ruolo speciale anche in Giappone e il team a bordo dell’immancabile pick-up raggiunge il monte Fuji, il cono vulcanico reso famoso in tutto il mondo dalle stampe dell’artista Hokusai. Luoghi di pace e tranquillità, che le ragazze rievocano con un sospiro davanti all’incredibile traffico pedonale che invade gli incroci stradali nella capitale.

Ma un altro scorcio della capitale attende il team: un lungo ponte e una statua della libertà che fanno pensare a New York. Si tratta invece del Rainbow Bridge a Tokyo Beach nel quartiere di Odaiba, con le sue spiagge sull’oceano Pacifico.

È il tocco finale che conclude il meraviglioso tour di Donnavventura, conducendo le ragazze verso l’ultima sfida: preparare i bagagli e rientrare a casa. Sempre con il multifunzione Sector al polso, da oggi pronto ad accompagnarle nelle sfide della vita quotidiana.

Giappone

Dove: Circa 10.000 Km dall’Italia, 12 ore di volo.
Fuso orario: + 8 ore rispetto all’Italia.
Clima: Il periodo migliore è la primavera, da aprile a giugno. Nelle prime settimane di aprile è anche possibile assistere all’incredibile spettacolo dei ciliegi in fiore.
Usi e costumi: è vietato fumare per strada, è sconveniente fissare le persone e soffiarsi il naso in pubblico. Per salutare ed esprimere apprezzamento e rispetto è utilizzato l’inchino, che è più profondo nel momento di congedarsi.
Cibo: La cucina giapponese dal 2013 è inserita tra i Patrimoni dell’Umanità Unesco. Al posto del pane, l’accompagnamento è costituito da riso cotto a vapore senza sale né condimenti.


Non perdere l’ultima puntata di Donnavventura, domenica ore 14 su Rete4.

I contenuti di questo post sono sponsorizzati da Sector
© Riproduzione riservata.