I migliori sport anticellulite: attività, esercizi e buone abitudini

Vita sedentaria, alimentazione sbagliata e un peso eccessivamente oscillante danno il colpo di grazia alla cellulite: serve tanto movimento per prevenire la stasi circolatoria. Ma qual è l'attività fisica più adatta?

Una vita passata alla scrivania o davanti a un pc, un dimagrimento eccessivamente rapido o un aumento di peso importante e, in un attimo, il tuo tessuto muscolare cede e, di conseguenza, si aggrava la situazione della cellulite. Per contrastarla è importante restare in movimento: il moto infatti aiuta a mantenere efficiente la muscolatura, la circolazione e il metabolismo, stimolando a bruciare i grassi e a prevenire la stasi circolatoria.
Per ottenere la massima efficacia anticellulite e ottenere risultati visibili inserisci il movimento all’interno di una routine composta anche da sana alimentazione e dall’utilizzo quotidiano di una specialità medicinale in crema Anticellulite.
Sapevi che anche la postura sbagliata esattamente come le gambe accavallate oppure restare per troppo tempo in piedi con i tacchi, contribuiscono ad aggravare la circolazione sanguigna e la cellulite? Questi tre fattori sono le prime cause di una cattiva circolazione, perché il sangue fa fatica a risalire dagli arti inferiori, i vasi si comprimono e non c'è un adeguato ritorno venoso e linfatico. Se poi aggiungiamo il fatto che lo stress aumenta il livello degli ormoni e il fumo ha un’azione vasocostrittrice e aumenta i radicali liberi che a loro volta peggiorano il microcircolo e aiutano ad accelerare l’invecchiamento cutaneo, il gioco è fatto.

Lo sport ideale contro la buccia d'arancia
Ora si spiega perché oltre l'80% delle donne combatte ogni giorno contro la cellulite. Tra le zone del corpo più colpite ci sono purtroppo punti critici come fianchi, cosce, gambe, braccia e pancia. Ma per contrastare il problema a volte creme, sieri, strategie ad hoc e una cura dell’alimentazione non bastano. Occorre muoversi. Tutti i giorni.
Qual è lo sport ideale per combattere la buccia d'arancia, ti starai chiedendo. In realtà, qualsiasi disciplina praticata almeno due-tre volte a settimana e che coinvolga più parti possibili del nostro corpo, in modo da favorire la corretta distribuzione della circolazione sanguigna, è adatta a noi.
Perché va specificato che tutti gli sport, se praticati in modo intelligente e con costanza, possono aiutare a contrastare i cuscinetti adiposi localizzati: fare attività fisica agisce positivamente sull'ossigenazione dei tessuti aiutando a combattere questa fastidiosa malattia. L'importante è restare sopra i 40 minuti: il moto ideale per combattere la cellulite è infatti un'attività costante a bassa intensità, così da non sovraccaricare troppo il cuore.

Meglio camminare o correre?
Se è vero che qualsiasi movimento aiuta, è anche vero che, alcuni sport, più di altri, sono in grado di garantire una svolta positiva al nostro lavoro. Ad esempio, c'è una grande differenza tra la camminata (footing), la corsa (running) e il jogging: si parla infatti di jogging fino a 8-10 chilometri orari di velocità, oltre questa soglia diventa corsa. Naturalmente più si abbassa la velocità e più ci si avvicina alla camminata, più o meno sostenuta.
La camminata veloce, nel caso di lotta alla cellulite, al contrario della corsa, funziona molto meglio: il movimento costante di tessuti e muscoli del tuo corpo aiuta a 'delocalizzare' il grasso sottocutaneo attraverso una sorta di massaggio che fa scomparire quella fastidiosissima sensazione di gonfiore accompagnata alla cellulite.
Preferire il footing significa mantenere un'andatura costante riuscendo a bruciare più calorie: la maggior parte delle persone che iniziano a correre si trova subito in affanno, ed è costretta a fermarsi dopo poco, annullando ogni effetto positivo derivante da un’attività aerobica continuata.

L'acqua: una grande alleata in tutti i sensi
Il nuoto è lo sport migliore per contrastare la cellulite. E il motivo è presto detto: innanzitutto nuotare permette di coinvolgere nello sforzo fisico tutti i muscoli del corpo e in secondo luogo l’acqua, che da oggi diventerà la tua migliore amica, oltre a fare resistenza ostacolando i movimenti, svolge un delicato massaggio in grado di riattivare la circolazione linfatica e sanguigna. Il risultato? Gambe meno gonfie e più belle.
A volte, però, il nuoto può risultare un tantino noioso: non lasciar perdere l'acqua e prova altri sport che puoi praticare in piscina, come ad esempio la classica acquagym, molto piacevole e divertente, con una grande stimolazione della circolazione. Oppure l'acquabiking o hydrobiking, perfette perché vedono protagonisti tutti i benefici della bicicletta uniti a quelli dell’acqua. Se ti piacciono, puoi anche lanciarti in attività più sostenute come acquakombat, acquastep e acquadance.

Bicicletta e cyclette
Con l’arrivo della bella stagione fare un'energica pedalata in campagna o in città è il modo migliore per bruciare calorie e combattere la cellulite. L’alternativa alla bicicletta (se non ti piace girare in città o pensi ci sia troppo smog) è la cyclette: ormai quasi tutte le palestre propongono corsi di spinning che permettono di bruciare calorie e riattivare la circolazione linfatica e sanguigna.

Pilates e Yoga
Anche il Pilates offre uno spunto davvero interessante ed efficace per chi desidera contrastare la cellulite e la ritenzione idrica: proprio per questo forse è una disciplina sempre più amata dalle donne più o meno giovani. Con o senza attrezzi, i movimenti del pilates vanno a correggere le posture errate, spesso causa di disturbi circolatori e di ristagni di liquidi. Inoltre l'esecuzione lenta degli esercizi favorisce il drenaggio delle tossine. Lo stesso principio vale per lo Yoga e soprattutto per gli asana invertiti capaci di riattivare la circolazione linfatica, aiutando a smaltire tossine e liquidi in eccesso.

Gli esercizi mirati contro le zone "a rischio"
Come abbiamo constatato, l'attività fisica combatte la cellulite su più fronti: stimola la stasi venosa, riduce gli accumuli adiposi, rafforza i muscoli e accelera il metabolismo. Ma non serve a nulla sfinirsi con estenuanti sessioni di fitness ad alta intensità cardio-aerobica: non otterresti i risultati sperati, ma solo una grande frustrazione. La cellulite e il grasso sono infatti due condizioni ben distinte. Inoltre un’attività fisica intensa aumenta il consumo di ossigeno da parte dei tessuti rischiando di aggravare maggiormente la situazione.
Questi tre esercizi a corpo libero che puoi fare a casa tutti i giorni sono in grado di stimolare la circolazione e migliorare la microcircolazione. E, di conseguenza, contrastare la cellulite.
Il ponte si pratica in questo modo: sdraiata supina con le gambe piegate e le braccia lungo il corpo, alza il bacino contraendo i glutei e cercando di non piegare la schiena. Devi far leva sugli addominali e sui glutei per mantenere il corpo in linea e la posizione va mantenuta per 15-20 secondi e poi ripetuta 10 volte.
In piedi rivolta verso la parete con le mani appoggiate ad essa, alza la gamba fino a far toccare il gluteo con il tallone. Ripeti per 20 volte alternando le gambe.
L’ultimo esercizio serve ad allungare il polpaccio: parti dalla posizione di prima, in piedi con le mani appoggiate alla parete e le gambe leggermente divaricate, piega una gamba in avanti appoggiandoti sulla punta del piede. Stira e allunga indietro l’altra gamba rimasta tesa. Ripeti 20 volte per ogni gamba.

I contenuti di questo post sono stati prodotti integralmente da Somatoline.
© Riproduzione riservata.