Un piccolo orto sul balcone

  • 11 04 2017

1 - Da dove inizio? Vi serviranno cassette profonde (almeno 30 cm), in terracotta o plastica. preparate uno strato drenante di base con ghiaia o palline d’argilla e riempite con del buon terriccio. Ottima idea anche la pacciamatura ossia mettere pezzi di corteccia, ghiaia o ciottoli sulla superficie della terra per ovviare all’evaporazione veloce dell’acqua.

2 - Semi o piantine? Avete un buon pollice verde? Partire dalle sementi! Se invece siete un po’meno pratici scegliete delle piantine già germogliate: sono robuste e subito belle da vedere!

3 - Dove metto i semi? Per farli germogliare potete utilizzare vasetti di yogurt, bicchieri di carta, vaschette di plastica degli ortaggi da supermercato, tutto con del bel terriccio fresco.

4 - Ho il balcone all’ombra: che piante scelgo? Perfette nel vostro nuovo orto saranno allora lattughe, sedano, bietole, valeriana, basilico, prezzemolo, fragole e aromatiche come menta e melissa.

5 - Ho il balcone sempre esposto al sole: che piante scelgo? Perfetto! Scegliete pomodori datterini o ciliegini, peperoni e peperoncini, cetrioli, melanzane, fagiolini nani e tutte le aromatiche mediterranee come salvia, rosmarino, timo, origano

6 - E se ho solo il davanzale? Dovrete scegliere piante da“cassetta”: andranno benissimo le erbe aromatiche, le fragole, i fagioli nani, i ravanelli e i peperoncini.

7 - Che strumenti di base devo procurarmi? Dotatevi di un piccolo rastrello per smuovere il terreno, di una paletta per scavare, un piccolo annaffiatoio a pioggia, un paio di forbici robuste e guanti da giardinaggio: siete pronti!

8 - Vivo in città: quali sono le piante migliori? Quelle consigliate e più resistenti sono fagioli di spagna, fave, pomodori, zucchine, bietole, aglio, peperoncini, lamponi e cavolo verde.

9 - Come curo al meglio le mie piante? Il vostro nuovo orto dovrà darvi frutti genuini: scegliete terriccio e concimi di tipo biologico per ottenere il massimo del risultato e del sapore!

10 - Come combattere gli afidi? Questi pidocchi delle piante sono quasi inevitabili: per fermare l’infestazione potete agire eliminando le parti infestate oppure utilizzando, per le piante da orto, un insetticida biologico.

I contenuti di questo post sono sponsorizzati da Compo
© Riproduzione riservata.