L’importanza del terreno per le tue verdure bio

  • 28 03 2017

Sogni un piccolo orto? Coltivare le verdure ti permetterà di avere tanti prodotti freschi e assaporare il frutto delle tue fatiche con soddisfazione

Grazie all'utilizzo di concimi e agrofarmaci di origine naturale è possibile salvaguardare la fertilità del suolo rispettando l'equilibrio biologico: un fattore oggi sempre più significativo, in grado di proteggere la salute e favorire il benessere quotidiano.


L’importanza dell’irrigazione
Una questione importante da considerare è l'irrigazione. Per crescere bene le piante hanno bisogno del giusto apporto di acqua, per questo è necessario pianificare quantità e tempistiche ottimali. L'impianto di irrigazione a goccia costituisce un sistema utile per differenziare gli apporti idrici: efficiente e pratico, ti aiuterà a risparmiare acqua, tempo e… fatica!


Non trascurare il concime giusto
La chiave del successo? Organizza in modo ottimale lo spazio disponibile. Preparare il terreno e concimare adeguatamente è fondamentale perché permetterà ai vegetali dell'orto di crescere più forti e robusti. Arricchire la terra del giusto apporto di sali minerali e sostanze nutritive evita carenze che provocherebbero ingiallimenti del fogliame e preserva la fertilità del suolo.


La preparazione del terreno
È il momento di vangare e preparare il terreno. Procurati un paio di guanti e inizia a estirpare le erbacce e i sassi presenti così da ripulire l'area. La vanga ti servirà per smuovere la terra e penetrare circa venti-trenta centimetri nel suolo. Rivoltare le zolle è un passaggio utile per far asciugare e arieggiare la terra. Grazie a questa operazione il terreno sarà più soffice: nel caso risulti eccessivamente duro aggiungere sabbia può rivelarsi una buona soluzione.
Alla fine dell'inverno rastrellare e zappare la terra, aggiungendo elementi nutritivi, favorirà una crescita rigogliosa dei tuoi ortaggi.
Insieme alla giusta quantità di acqua e luce, un fattore da considerare è la cura del terreno, che per rendere bene dovrà essere concimato, drenato e ricco di sostanza organica. Attenzione, gli avvallamenti rischiano di moltiplicare il rischio di ristagni idrici pericolosi per la salute delle piante. Posiziona le verdure alla giusta distanza, così che ciascuna pianta possa esprimere il giusto potenziale produttivo.


La posizione ideale degli ortaggi
Lattuga, spinaci, prezzemolo, ravanelli e specie a ciclo rapido come i cavoli possono essere trapiantate accanto a verdure tardive, di modo che la quantità di sole sia sufficiente per entrambe, mentre è necessario fare attenzione al posizionamento di rampicanti e piante a sviluppo verticale come i pomodori, che non devono ostacolare i raggi solari. Ricorda che la scelta di coltivare con metodi bio è un atto di consapevolezza verso l'ambiente e la tua salute.
Grazie ai metodi di agricoltura biologica e i prodotti a base di materie prime naturali eviti infestazioni e parassiti dando una mano al benessere dei tuoi ortaggi.

I contenuti di questo post sono sponsorizzati da Compo
© Riproduzione riservata.