Mangiare molto significa mangiare bene? Sfatiamo il mito della “sovra-alimentazione”

  • 17 06 2015


È possibile mangiare in abbondanza, ma andare incontro a  carenza di alcuni nutrienti? Non riuscire ad assumere tutti quelli importanti  per il  benessere dell’organismo può non essere così raro, spesso è dovuto ai ritmi frenetici che la quotidianità ci impone, che rischiano di farci dimenticare le regole fondamentali per un’alimentazione e una vita sane.

Gli errori più comuni? In pausa pranzo, mangiare velocemente alla scrivania o in macchina un panino o uno snack: in questo modo i bocconi si ingeriscono senza un'adeguata masticazione che faciliti la digestione e stimoli il senso di sazietà. Spesso, poi, si consumano pasti non equilibrati, ricchi di grassi e zuccheri e carenti di fibre, vitamine e minerali. Ma anche a casa la fretta può rivelarsi cattiva consigliera, a scapito di un’alimentazione varia.

Le conseguenze di queste abitudini si fanno sentire sotto forma di “campanelli d'allarme” come cattiva digestione, svogliatezza, emicrania, ma con l'andar del tempo possono aggravarsi e portare allo sviluppo di problemi cardiovascolari o diabete. Per non parlare del rischio obesità, sempre più concreto per bambini e ragazzi. Invertire la tendenza è possibile, con un po' di impegno e organizzazione.

Il primo consiglio è quello di riprendersi il tempo: basta qualche minuto in più per sedersi tranquilli e mangiare con calma, dando davvero attenzione a un momento piacevole come quello del pasto. Anche il tempo per cucinare, poi, è importante: non è necessario dedicare ore alla preparazione di piatti elaborati, anzi, semplicità spesso fa rima con leggerezza. Un'insalata mista o una macedonia richiedono un minimo di impegno per lavare e affettare frutta e verdura, ma sono dei toccasana perché apportano sostanze preziose come vitamine, minerali e fibre. E a proposito di vegetali, compresi i legumi, l'ideale è variare, soprattutto in base alla stagione, in modo da sfruttare le immense possibilità della nostra terra. Per i momenti in cui un cambiamento di dieta non è attuabile, un valido aiuto può arrivare da specifici integratori alimentari di vitamine, minerali e Omega3, che apportano in forma concentrata i nutrienti che contribuiscono al mantenimento di un buono stato di salute.

Un’alimentazione sana ed equilibrata è fondamentale per il benessere: per scoprire  se le tue abitudini alimentari sono corrette, fai il Test della Piramide che trovi sul sito www.curarelasalute.com. Questo sito è una vera miniera di informazioni e consigli di esperti per nutrirti in modo più sano, completo e consapevole, ad esempio, come scegliere gli alimenti più ricchi di quei nutrienti essenziali che non dovrebbero mai mancare nel menù quotidiano, anche in funzione dell’età, del sesso o di altri elementi che possono influenzare il fabbisogno nutrizionale del singolo individuo, e come scegliere gli integratori alimentari, in particolare quelli multivitaminici e multiminerali, che possono rappresentare un valido aiuto in più, soprattutto in alcune fasi della vita.

Riproduzione riservata