Sponsorizzato da

Metabolismo lento?

Scopri i 5 modi per dargli una scossa e rimetterti in forma

Ognuna di noi ha quell’amica che mangia tutto ciò che desidera senza prendere un etto, e infatti il mondo femminile sembra dividersi in due: chi può godersi i pasti senza curarsi delle calorie (riuscendo a mantenere la linea), e chi continua la sua estenuante battaglia con la bilancia e “ingrassa con l’aria”.

Tutta colpa del metabolismo lento, al quale contribuiscono diversi fattori come l’età e lo stile di vita. Infatti, è soprattutto dopo i 30 anni che la “macchina del metabolismo” inizia a rallentare.

Ma quali sono i sintomi? Vediamoli insieme:

1) i chili in eccesso si accumulano più rapidamente di quelli che si riescono a perdere: la "dieta" tradizionale che eravamo solite seguire per perdere i Kg di troppo sembra non funzionare più;
2) il peso non scende, nonostante le calorie dei pasti consumati vengano ridotte all'osso;
3) il bisogno di zuccheri aumenta e si traduce in un desiderio irresistibile di consumare degli spuntini golosi, specialmente il pomeriggio!

Quando a dormire è il metabolismo, riuscire a rimettersi in forma e sentirsi in salute può risultare un'impresa difficile e stressante, col risultato che a risentirne è anche l'umore. Tuttavia, non serve scoraggiarsi, perché ci sono diverse strategie che è possibile attuare per riattivare il metabolismo e perdere peso in modo sano e naturale.

Ciò che davvero conta non sono soltanto le calorie, ma soprattutto la qualità del cibo che assumiamo (freschezza, stagionalità, processi di lavorazione etc..). L'esercizio fisico è anch'esso indispensabile, ma senza un programma nutrizionale adeguato, non basterà da solo a riattivare un metabolismo lento.

Ecco allora 5 consigli utili per dare una scossa al metabolismo!

  • Assumi la giusta quantità di liquidi

L’assunzione quotidiana della giusta quantità di acqua – circa 1 litro e mezzo – è indispensabile non soltanto per mantenerci idratate. Bere aiuta anche a “calmare la fame” e a darci un senso di sazietà.

Stanche della “solita” acqua? Il tè verde consumato con regolarità aiuta a ridurre l’assorbimento dei grassi introdotti con l’alimentazione e a bilanciare il livello di zuccheri nel sangue.

Infine, bere un infuso di acqua calda e limone la mattina appena svegli prima della colazione ha un’azione depurante per l’intestino e aiuta ad accelerare il metabolismo.

  • Consuma i pasti giusti al momento giusto

Quando si vuole perdere peso si tende generalmente a saltare i pasti. In realtà rispetto all’azione del metabolismo, non mangiare è controproducente.

Invece, consumare più pasti, leggeri e salutari, nell’arco della giornata è indispensabile per mantenere il metabolismo sempre attivo.
Via libera quindi a colazione, spuntini leggeri a metà mattina e il pomeriggio, pranzo e cena moderando le porzioni.

  • Scegli alimenti sani, nutrienti e naturali

Non solo è importante non saltare i pasti. Gli alimenti che scegliamo di consumare hanno un impatto importante sul nostro metabolismo. Tra quelli che possiamo considerare “amici” ci sono: carboidrati integrali, riso e pasta, ma anche frutta e verdure come mele, pere, noci, broccoli. Alcune spezie, oltre a insaporire i nostri piatti, hanno un’azione accelerante sul metabolismo: la cannella, il peperoncino e lo zenzero, ma anche il cacao amaro.

  • Trai beneficio dell’esercizio fisico

Mantenere il corpo allenato con attività sportive anche più leggere come la semplice camminata o la corsa, purché sia costante e venga fatta almeno 30 minuti al giorno, è importantissimo per riattivare il metabolismo.

  • Punta sulla vitamina alleata del metabolismo

C’è chi la chiama B7, chi B8 e chi vitamina H. Con qualunque nome la conosciate, la biotina è un’importante vitamina appartenente al gruppo B, a cui sono attribuiti numerosi benefici per la nostra salute.

La biotina, infatti, stimola l’azione di importanti enzimi coinvolti nel metabolismo di grassi, carboidrati, proteine e prende parte ad altre reazioni che avvengono nelle cellule dell'organismo.

Puoi trovarla in numerosi alimenti (cereali integrali, sardine, soia, lenticchie, piselli, carote, lattuga, cioccolato), ma in quantità limitate e non sempre sufficienti a ricoprire il fabbisogno giornaliero. Inoltre, diversi fattori possono limitarne l’assorbimento. Tra questi: ritmi di vita stressanti, ma anche l’assunzione di farmaci come la pillola contraccettiva.

Per tale motivo è importante assumere la biotina anche tramite integratori specifici chiedendo consiglio al medico curante o al farmacista di fiducia.

E proprio per il benessere delle donne con più di 30 anni che assumono la pillola contraccettiva che nasce Zyxelle®Plus, complemento alimentare a base di vitamine, minerali e Centella Asiatica.

Grazie alla presenza della Centella Asiatica, Zyxelle®Plus contrasta gli inestetismi della cellulite e favorisce la funzionalità del microcircolo (gambe pesanti).

Zyxelle®Plus è inoltre fonte di biotina che contribuisce al normale metabolismo dei macronutrienti (carboidrati, grassi e proteine) e di vitamina D che aiuta la salute delle ossa.

Potete trovare Zyxelle® Plus in tutte le farmacie e parafarmacie italiane. Per maggiori informazioni visitate il sito www.zyxelle.com

Sponsorizzato da