Prodotti surgelati e freschi a confronto

Prodotti surgelati e freschi a confronto: qual è la differenza

  • 25 10 2019

Caratteristiche nutrizionali, gusto, colore, modalità di utilizzo e praticità di consumo: mettiamo a confronto i prodotti surgelati e i prodotti freschi. Una mini guida per una scelta più consapevole.

Sono decenni che i surgelati hanno fatto la loro entrata trionfale sulle nostre tavole, semplificando la vita a molti e cambiando in meglio alcune abitudini alimentari.  Attorno a loro aleggiano però moltissime false credenze e parecchi dubbi. Il primo dei quali è: i prodotti surgelati hanno o non hanno le stesse proprietà nutrizionali di quelli freschi?

Caratteristiche nutrizionali a confronto

Ebbene, gli ortaggi surgelati sono in realtà uguali agli ortaggi veramente freschi e sono superiori a verdure con diversi giorni di vita, sia dal punto di vista nutrizionale sia per quanto riguarda il gusto. Ovviamente, per andare sul sicuro, è consigliabile acquistare surgelati di elevata qualità, certificati, ed è altrettanto importante conservarli e consumarli nel modo corretto. Dall'acquisto al freezer, per esempio, non dovrebbero passare più di 45 minuti e, durante il tragitto, i surgelati andrebbero sempre trasportati in apposite borse termiche. Rispettando, così, la catena del freddo

Tornando alle proprietà nutrizionali delle verdure surgelate, per molto tempo si è pensato che la surgelazione potesse impoverire l’ortaggio privandolo di vitamine e minerali. Invece, non è così. Anzi, i prodotti surgelati conservano perfettamente (fino alla loro data di scadenza) tutte le caratteristiche nutrizionali (minerali, vitamine, fibre…) dell’alimento appena colto dalla pianta, grazie alla catena del freddo.

Gusto e colore cambiano?

Facciamo però immediatamente chiarezza sulla differenza tra congelazione e surgelazione, i due procedimenti non sono assimilabili. La surgelazione, da cui si ottengono i surgelati, è il solo procedimento di conservazione che riesca a mantenere intatti la struttura e il sapore degli alimenti.

Se comperi la verdura dal contadino e la congeli nel freezer di casa non avrai lo stesso risultato. In tal senso, sono cruciali la tecnologia e la catena del freddo. Come funziona questa catena? Gli ortaggi, appena raccolti al giusto grado di maturazione, sono accuratamente lavati e scottati e, in seguito, surgelati in modo rapidissimo e super performante. Le verdure raggiungono così in un tempo molto breve una temperatura di -18° C. Ed è proprio la velocità di raffreddamento a permettere che si conservino sia tutte le proprietà nutrizionali sia il sapore autentico.

Il gusto dell’alimento resta dunque intatto in modo del tutto naturale, senza utilizzo di conservanti. Ma la scottatura e l'abbattimento repentino delle temperature consentono anche di mantenere il colore originario degli ortaggi senza aggiunta di coloranti. Potrai così portare in tavola piatti buoni ma anche piacevoli da vedere: dai naturali colori brillanti.

La vera differenza di valore

La surgelazione permette dunque di avere a disposizione verdure raccolte al giusto grado di maturazione nella giusta stagione in qualsiasi momento dell'anno. In questo modo, gli ortaggi surgelati si rivelano eccellenti sostituti alle verdure fresche in particolar modo quando queste non sono disponibili. Ma anche quando hai poco tempo per cucinare o, semplicemente, quando non hai modo di fare la spesa tutti i giorni. 

Una busta di surgelati è una alleata imprescindibile in cucina per cucinare sano e fare il pieno di benessere tutti i giorni e Orogel, prima azienda produttrice italiana del settore, lo sa. Per questo, ti fa trovare nel banco frigo tantissimi tipi di ortaggi puliti e pronti da cucinare, proprio come se fossero appena raccolti.

Riproduzione riservata