Rossetto: quali colori scegliere per denti bianchissimi

  • 12 02 2020

Tutte le gradazioni di rosso per sbiancare otticamente i denti, senza trascurare i classici rosa, bordeaux e nude

Un bel sorriso ti apre le porte della comunicazione. Se poi i denti sono "ragionevolmente" bianchi, ti senti ancora più sciolta. Il candore dello smalto, inoltre, ti fa dimenticare eventuali imperfezioni. Diastema, denti non allineati, troppo grandi, troppo piccoli...: ci hai fatto caso come su una bocca curata questi piccoli difetti diventano punti di forza? In moltissimi casi, denti non proprio perfetti si trasformano in alleati del fascino di una donna, fino a essere quel tratto distintivo che la rende unica.

Con denti sani e brillanti puoi essere libera di esprimere la tua creatività nel trucco, indossando per esempio rossetti audaci. Ma, partiamo dalle basi, quali sono i rossetti che fanno sembrare i denti più bianchi?

Guarda le foto in basso per avere degli esempi pratici!

La regola numero uno per avere denti più bianchi prevede di indossare rossetti che contengano pigmenti blu, poiché il blu neutralizza il giallo/beige dello smalto, facendolo apparire più bianco. E questa è la teoria, ma nella pratica? Prendiamo come esempio il rosso: per rendere i denti bianchissimi non deve virare all'arancio bensì al ciliegia, sempre con le dovute gradazioni. Il rosso scarlatto? È una nuance che potremmo definire "neutra", poiché il rosso per eccellenza - a rigore - non è né caldo né freddo. I suoi pigmenti accesi illuminano la carnagione, giovando di riflesso sul sorriso. Per un effetto ancora più brillante, scegli un rossetto dal finish lucido.

La famiglia dei rossi freddi

Restando nei rossetti rossi, le nuance che sbiancano di più i denti in assoluto sono tutte quelle fredde, che appunto contengono pigmenti blu. Possono essere più o meno scure: per individuarle, pensa al colore dei frutti rossi, come more, lamponi, cranberries, melograno, ciliegie, fragole e la stessa mela di Biancaneve.  

Altri esempi di gradazioni di rosso per denti bianchissimi? I colori di alcuni abiti talari, che non a caso prendono il nome dall'ordine ecclessiastico che rappresentano: in primis rosso cardinale. Molto simili sono il rosso porpora e rosso carminio, tutte varianti di rosso che virano leggermente al viola, ma che non ne assumono ancora la tipica nuance cupa.

I rossetti rossi rosati

Se per te il rosso per antonomasia è troppo vivace, opta per i rossi rosati: sono nuance fredde che sbiancano i denti, donando una particolare freschezza al sorriso. Il consiglio è di scegliere toni che contengano più rosso che rosa. Qualche esempio? I petali dei fiori di primavera, come i ciclamini, i tulipani, i gerani, i garofani, insomma tutte quelle nuance "indefinite" che non sono ascrivibili nei fucsia tout court e nemmeno nei rossi. 

Il rossetto rende meglio su denti sani e brillanti

Prima di passare alle altre nuance per sbiancare otticamente i denti vale la pena ricordare che un lipstick non fa miracoli. Il primo gesto per avere denti bianchi passa dalla corretta igiene dentale: pulizia dei denti dopo ogni pasto, uso quotidiano del filo interdentale e visite periodiche dal dentista (almeno ogni sei mesi).

Un aiuto concreto arriva dai nuovi dentifrici che sfruttano la scienza del colore per far apparire i denti più bianchi, proprio quella di cui si avvale la scelta del rossetto giusto. È il caso di Mentadent WhiteNow: la sua schiuma contiene pigmenti blu che, entrando a contatto con il giallo dei denti, hanno un effetto illuminante istantaneo. Con il tempo, infatti, il colore giallo della dentina (lo strato più interno del dente) appare in superficie attraverso lo smalto, che in realtà è traslucente, cioè lascia trasparire i colori sottostanti. La Tecnologia Blue Light di WhiteNow constrasta questo fenomeno, rendendo lo smalto otticamnte più bianco nel tutto rispetto della struttura dei denti.

I rossetti rosa

La gamma dei rosa comprende infinite variazioni sul tema. Per denti bianchissimi meglio evitare il rosa Barbie o il fucsia che, pur essendo tonalità fredde, creerebbero un contrasto troppo netto con il giallo/beige dei denti, mettendolo in evidenza. Punta, invece, su rosa meno schocking come il color fragola e, in genere, tutte le tonalità che si avvicinano a quelle naturali delle mucose labiali.

I rossetti naturali

E i rossetti nude sbiancano i denti? Se per nude si intende "beige" meglio stare su tonalità rosate non troppo grigiastre o giallastre, quindi. Il colore più sbiancante è quello ricorda il più possibile quello delle labbra naturali, dopo...averle mordicchiate per colorarle un po'! Nel dubbio, sempre meglio aggiungere un tocco di gloss che bilanci i colori di denti e rossetto neutro.

I rossetti scuri

Il rossetto bordeaux è il colore che, in fatto di sbiancamento ottico, ottiene le performance migliori! Perfetto sulla carnagione chiara come su quella scura. Il suo alone di severità è idealmente compensato dal candore che regala ai denti.


Se poi dal bordeux si sale ancora di più nella scala cromatica, gli effetti sbiancanti sono garantiti all'ennesima potenza. Si pensi al prugna, al melanzana, al vinaccia e a tutte le tinte violacee che evocano i vini corposi.

E per le più coraggiose, il marrone è un colore da prendere in considerazione purché sia raffreddato da toni bronzei, come quello il rossetto della foto.

I contenuti di questo post sono stati prodotti integralmente da White Now by Mentadent.
© Riproduzione riservata.