La dieta di Penelope Cruz 

Se al suo charme non hanno resistito Tom Cruise e Matthew McConaughey, è anche merito di come mangia. Con gazpacho e paella, la bella attrice sa mantenere linea e tono da ragazza e curve da sirena. Trasformando in pregi i punti critici

di Roberta Raviolo  - 23 Novembre 2006

In Spagna la chiamano encantadora, e mai appellativo fu più azzeccato. Il suo fascino non dipende solo dagli occhioni profondi come un lago scuro sopra scollature generose e una figura dove ogni grammo (tutti al posto giusto, e non ce n'è uno di troppo) si sposa con la mediterraneità più trionfale. Oggi, a 32 anni (la ricorderete agli esordi, in film come Per amore solo per amore con Diego Abatantuono, dove era una ragazzetta minuta), Penelope Cruz è una splendida donna-donna, capace di assaporare i piaceri della vita senza sensi di colpa (né conseguenze sulla linea).

Una che non si sognerebbe di negarsi una paella e un bicchiere di vino solo per fare come le sue colleghe di Hollywood, sempre con il centimetro e la bilancia a portata di mano. No, queste cose non le interessano. E si vede: dallo sguardo intenso, dalla camminata sicura, dal sorriso aperto e solare. Scoprire come è riuscita a esaltare le proprie curve e insieme a essere magra e tonica, trasformando i classici punti critici di ogni donna in punti di forza, può esservi davvero utile.

Avete, infatti, l'occasione di conoscere e fare vostro uno stile alimentare gratificante ma superleggero, come quello che vi proponiamo. E i risultati saranno evidenti a Natale, quando sfoggerete il vostro abito più glamour.

Un menu da 1.300 calorie per 2 settimane

LUNEDÌ

Colazione: 1 omelette di un uovo cotta al forno, 1 fetta di pane integrale, 1 tazza di caffè.

Spuntino: 1 frutto di stagione.

Pranzo: 100 g di petto di pollo grigliato, insalata di lattuga con origano, 2 fette di pane integrale.

Merenda: 1 centrifugato di sedano, carota e finocchio.

Cena: 1 porzione di paella con riso (70 g), gamberi, seppie, cozze, champignon e zafferano.

MARTEDÌ

Colazione: 1 fetta di pane integrale con un velo di marmellata di arance, 1 tazza di latte scremato macchiato.

Spuntino: 1 yogurt.

Pranzo: 70 g di pasta al pomodoro e basilico.

Merenda: 1 frullato di pomodori, cetrioli e sedano con un pizzico di peperoncino.

Cena: 180 g di pesce spada al forno con salvia e alloro, 1 patata media all'aglio e prezzemolo.

MERCOLEDÌ

Colazione: 1 coppetta di cereali integrali con pezzetti di frutta mista, 1 tazza di caffè d'orzo.

Spuntino: 1 spremuta.

Pranzo: 180 g di filetti di sogliola con salsa di yogurt, zafferano e prezzemolo.

Merenda: 3 clementine.

Cena: 1 porzione di zuppa di orzo con una manciata di fagioli rossi.

GIOVEDÌ

Colazione: 30 g di prosciutto crudo sgrassato, 1 fetta di pane integrale, 1 tazza di caffè.

Spuntino: verdure crude a piacere.

Pranzo: 180 g di seppie in umido con lenticchie aromatizzate al curry.

Merenda: 2 fette di ananas fresco.

Cena: 1 porzione di crema ai pomodori con 30 g di crostini, peperoni e melanzane alla griglia.

VENERDÌ

Colazione: 30 g di ricotta al forno, 1 fetta di pane integrale con 1 spremuta di arance rosse.

Spuntino: 1 macedonia di frutta fresca.

Pranzo: 1 fetta di tortilla di patate cotta al forno e preparata con 1 uovo, 1 patata media, fagiolini e cavolfiore al vapore insaporiti con foglie di menta.

Merenda: 1 frutto di stagione.

Cena: 1 porzione di pollo arrosto alle mele e zafferano.

SABATO

Colazione: 1 yogurt magro ai frutti tropicali, 1 coppetta di cereali integrali, 1 tazza di tè.

Spuntino: 1 fetta di pane integrale con un filo di olio.

Pranzo: 1 porzione di zuppa di molluschi e frutti di mare con una spruzzata di prezzemolo fresco e un pizzico di peperoncino.

Merenda: 2 kiwi gialli.

Cena: 70 g di riso al forno con i peperoni.

DOMENICA

Colazione: 1 fetta di crostata alla frutta senza crema, 1 caffè.

Spuntino: 1 centrifugato di mele e carote.

Pranzo: 1 porzione di paella vegetariana (70 g di riso, piselli, melanzane, peperoni e funghi).

Merenda: 1 fetta di prosciutto crudo con 1 pera.

Cena: 180 g di nasello in salsa di ortiche, 1 patata media al forno con aglio e peperoncino.

Le sue armi segrete

Invece di inseguire misure da mannequin che non le appartengono, la bella Penelope si prende cura delle sue rotondità. «Ecco perché ai pasti principali non si fa mai mancare le proteine del pesce, della carne o dei legumi, che le permettono di nutrire e mantenere tonici i muscoli, anche quelli che costituiscono il suo reggiseno naturale» commenta il dietologo Nicola Sorrentino. Fedele alla tradizione spagnola, in cucina fa largo uso di spezie aggiunte a crudo. «In questo modo» continua l'esperto «oltre a risparmiare sui condimenti, rafforza i capillari, grazie alla vitamina C e alle sostanze antiossidanti che questi aromi contengono. Ecco come fa ad avere gambe magre e scattanti».

Consuma anche verdure in abbondanza, ma privilegia quelle più saporite, che mixa in gazpachi leggerissimi, come i pomodori e i peperoni (assieme ai cetrioli e al sedano sono anche ricchi di acqua. Risultato: fanno fare tanta pipì e permettono di eliminare le tossine. Mica male come arma contro la cellulite!).

Ai pasti, poi, dedica il tempo necessario. «A Los Angeles la sera si mangia in venti minuti. Come si fa a chiamarla cena?» si è lamentata l'attrice in un'intervista al settimanale americano Ok! A tavola, quindi, si rilassa e mastica a lungo i bocconi. Cosa che le permette di non ingurgitare aria, ritrovandosi con la pancia gonfia. Infine, si dedica tre volte la settimana a un allenamento non troppo pesante: alterna infatti esercizi a corpo libero, lezioni di danza e camminata veloce.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
bellezza/Diete/la-dieta-di-penelope-cruz$$$La dieta di Penelope Cruz
Mi Piace
Tweet