• Home -
  • Mamme-
  • Analisi di uno sport: il Tai chi chuan

Analisi di uno sport: il Tai chi chuan 

Trendy come lo yoga, divertente come il Kung fu. È il Tai chi chuan, l’antica arte marziale cinese, oggi sempre più conosciuta. E tra i suoi fan vanta tantissimi bambini

di Flora Casalinuovo  - 09 Marzo 2011
Credits: 

Getty

 

Trendy come lo yoga, divertente come il Kung fu. È il Tai chi chuan, l’antica arte marziale cinese, oggi sempre più conosciuta. E tra i suoi fan vanta tantissimi  bambini. «Gli iscritti ai corsi aumentano ogni giorno» spiega Simone D’Erme, maestro dell’Accademia di arti orientali Il tempio dei 5 elementi, una delle scuole più  importanti di Roma. «Cominciamo con il Baby Tai chi per i piccoli di 3 anni. È un mix di salti e giochi, in cui introduciamo alcuni concetti della disciplina sotto forma di favola. Per esempio, spieghiamo che il nostro corpo ha un’energia speciale».

Dai 6 anni, via libera al Tai chi vero e proprio, con le figure e le tecniche di combattimento. «Le prime assomigliano a una danza lenta, mentre i colpi sono simili a  quelli del Kung fu» dice l’esperto. I benefici non mancano: si migliora la postura, si tonificano i muscoli e si sviluppano la respirazione, la coordinazione e  l’equilibrio.

«In più, si imparano le regole di questa arte» conclude D’Erme. «Ovvero, rispettare l’avversario e dosare le proprie forze. Due insegnamenti fondamentali, non solo  in palestra».

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
mamme/sport-tai-chi-chuan$$$Analisi di uno sport: il Tai chi chuan
Mi Piace
Tweet