La dieta di dicembre: cosa mangiare prima delle feste

  • 1 5
    Credits: Olycom

    Le due settimane antecedenti al 24 dicembre, non saranno composte da giorni di stenti e carestie, ma dovranno essere gestite con intelligenza e furbizia. Dicembre è anche uno dei mesi preferiti dai virus influenzali per attaccare il nostro organismo, pertanto è necessario far attenzione a non debilitarlo, ma anzi è bene fortificarsi, ad esempio con una buona dose di Vitamina C.

    Cosa c’è allora di meglio di una spremuta d’arancia “home made”?  La colazione ideale, per iniziare alla grande la vostra giornata sarà dunque composta dal succo di due arance (non aggiungete zucchero, non è necessario!) e da un vasetto di frutta di stagione mista a dello yogurt bianco (anche vegetale).

  • 2 5
    Credits: Olycom

    A proposito di arance: dal Sud Italia, arrivano gli agrumi più buoni e saporiti dello stivale, ma non solo… ogni prodotto è infatti accompagnato da un’antica ricetta.

    Avete mai assaggiato l’insalata di arance? È un ottimo piatto “detox”, che stupirà il vostro palato e quello dei vostri ospiti. Non dovete far altro che tagliare a metà gli spicchi ricavati da quattro arance, pulire e ridurre a listarelle due finocchi, aggiungere sale, pepe, olio extravergine di oliva (senza abbondare, bastano al massimo due cucchiai) e… una manciata di peperoncino (un vero e proprio tocco da maestro). Questa spezia è un ottimo “start” per il metabolismo.

  • 3 5
    Credits: Olycom

    Carni e cibi grassi sono da evitare. Ricordate che tra poco più di due settimane farete il pieno di prosciutti, salami, formaggi, paté, ripieni burrosi, e chi più ne ha, più ne metta!

    Piuttosto una valida alternativa alle proteine delle carni è il pesce, crudo o cotto al vapore: approfittatene per invitare la vostra migliore amica a mangiare del sushi. Gli omega tre, contenuti soprattutto in salmone, tonno e sgombro si comportano da veri e propri “spazzini” dei vasi sanguigni; hanno infatti la funzione di demolire il colesterolo e gli altri grassi “cattivi” che viaggiano indisturbati in vene e arterie. Inoltre, riso e pesce sono l’accoppiata vincente se si parla di pasti “pre-festivi”.

  • 4 5
    Credits: Olycom

    Bevete tanta acqua ed aumentate le occasioni di movimento. In inverno viene spesso a mancare lo stimolo della sete, tuttavia si può ovviare questo inconveniente con thè, tisane ed infusi, il cui tepore non dispiace, soprattutto per riscaldare i freddi pomeriggi invernali. Abbiate cura di scegliere erbe disintossicanti come finocchio e tarassaco, e preferite le miscele sfuse alle bustine preconfezionate.

    Anche l’attività fisica aiuta a riscaldare il vostro corpo, ma anche ad accelerare il metabolismo, così che si prepari ad accogliere un nuovo (anche se temporaneo) stile di vita, fatto di ozio e ciambelle ricoperte di glassa.

  • 5 5
    Credits: Olycom

    Anche all’alcol dovrete dire di no, ed attendere ancora qualche giorno per i brindisi. Durante le feste infatti, ogni scusa è buona per aprire una bottiglia di bollicine, o il limoncello fresco della nonna.

    Si è così concentrati sul cibo inoltre, che spesso non ci si rende nemmeno conto di abusare anche con gli alcolici. Come se non bastasse, ogni pasto è accompagnato da quel buon vino che vi hanno appena regalato i vostri clienti, e la regola del “bicchiere al giorno” viene infranta.

    Beh d'altronde quale regola viene rispettata a tavola in questo periodo? Piuttosto, almeno nelle prime due settimane di dicembre, sostituite aperitivi e dopo cena con dei succhi di frutta (ricordando di non eccedere con gli zuccheri).

/5

Il mese più goloso dell’anno è alle porte, è quindi opportuno preparare il nostro organismo agli stravizi delle feste!

Dicembre è il mese più goloso dell’anno, quello dei pranzi luculliani, delle cene in famiglia e degli aperitivi con gli amici. Tutti i negozi espongono già scintillanti decorazioni e alberi addobbati. Molte di noi hanno già adocchiato dalle vetrine quella borsa che tanto gli piacerebbe ricevere la notte della vigilia e…come se non bastasse: tutti i supermercati, i bar, le pasticcerie si riforniscono dei cibi più buoni provenienti da ogni parte del mondo. Questo, talvolta può essere un problema!

Se è vero che molti aspettano le feste per strafogarsi di piatti tradizionali (e non), per tante persone, l’avvicinarsi del Natale diventa un vero e proprio incubo, soprattutto per chi combatte da anni e quotidianamente con i chili di troppo.

In tutti i casi è bene prepararsi con intelligenza ai simposi dorati che ci attendono, al fine di gustarsi meglio il tacchino ripieno della zia, e di non doversi rammaricare troppo davanti allo specchio quando il calendario segna il 7 di Gennaio.

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te