Social network: egocentrismo, esibizionismo o insicurezza?

Credits: Corbis
1 8

Condividere particolari della propria vita privata, per cercare  attenzioni e conferme su di sé, è tipico dell'egocentrismo.

Blog e  Social Network hanno offerto un porto (non sempre sicuro) al quale ancorare  il racconto di se stessi: il fenomeno dell'oversharing.
Si tratta di un bene o di un male? Ne parliamo con lo psicologo

/5

La parola del secolo è "condivisione". Su Facebook, Twitter, Instagram... Di cosa? Foto, pensieri, status, umore, video... Ma se è troppa rischia di far perdere il contatto con se stessi e di manifestare insicurezza

A volte il bisogno di condividere è talmente urgente che può sfociare in una vera e propria compulsione (in termini psicologici, coazione a ripetere un impulso), cioè "costrizione" a seguire un comportamento in modo impulsivo.

Phubber è un neologismo coniato nell'era degli smartphone, quando accedere ai Social Network è sempre possibile. In qualunque momento e luogo.

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te