Metabolismo: ecco perché rallenta

Credits: Olycom
1 5

Le diete drastiche

In assoluto, il primo fattore che determina il rallentamento del nostro metabolismo, sono le diete drastiche, i regimi alimentari troppo restrittivi, che prevedono un introito di calorie di troppo inferiore rispetto al dispendio base di energia. La situazione, in questi casi, è paragonabile a quello di un soldato in guerra! Infatti, quando al nostro organismo si prospetta un futuro di stenti e carestia, questo si comporta come un militare che si prepara per scendere in battaglia, ovvero riempiendo il proprio sacco a pelo con tutto ciò che può essergli utile alla sopravvivenza. Analogamente zuccheri e grassi, sono le riserve preferite dal nostro corpo quando la carenza di cibo è tale da indurlo a conservare tutto ciò che ha a disposizione proprio su addome, fianchi, cosce e glutei.

/5

Il ritmo delle vostre abitudini influisce sul metabolismo, esistono alcuni trucchi per controllarlo.

Il funzionamento degli esseri umani è molto simile a quello di un'auto: non appena non si preme più l'accelerazione, si inizia a rallentare, inevitabilmente fino a fermarsi. Nella maggior parte dei casi, le responsabili di ciò siete voi stesse, e il protrarsi di abitudini sbagliate. La frenesia della vita quotidiana, la casa, i bambini, le amiche, gli impegni di lavoro, spesso sottraggono del tempo prezioso alla cure di se stessi. In realtà non serve del tempo, occorre semplicemente riflettere un pò di più e non sottovalutare le azioni che si compiono quotidianamente ed ormai in automatico. Basta tenere in mente, che il metabolismo lavora e aumenta la sua velocità solo se è stimolato continuamente, al contrario, se inizia a mancare cibo, o attività fisica, questo, trovandosi "disoccupato" rallenta inevitabilmente sempre di più. Leggendo questa gallery vi ritroverete in delle cattive abitudini, che però vanno subito modificate al fine di diventare alleate del vostro benessere.

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te