Ricette con i fiori

  • 1 7
    Credits: Araba Fenice Edizioni

    Se non avete mai provato il minestrone di pollo e girasole, il tonno ai fiori di ginestra o la mousse di cioccolato alla violetta, è ora che vi diate da fare. Rivoluzionare la cucina con una ventata di profumi, sapori e colori primaverili: questo è il motto di Diego Bongiovanni, il cuoco floreale più famoso che ci sia. Nel libro Ricette con i fiori ci svela 143 ricette di antipasti, primi, secondi, dolci, coktails con cui combattere il grigiore quotidiano. Ricette con i fiori è una ventata di allegria culinaria che non può non conquistare, anche solo la per le splendide immagini dei piatti floreali che accompagnano le ricette.

    Ricette con i fiori
    Diego Bongiovanni
    Araba Fenice Edizioni
    pagine 160
    euro 19,90
    Compralo su BOL

  • 2 7

    Diego Bongiovanni è il super-cuoco che ha scritto Ricette con i fiori, ovvero: più di 140 modi per portare nuovi sapori, colori e profumi in cucina. È giovanissimo: è nato ad Asti (terra promettente dal punto di vista culinario) nel 1983 ed è cresciuto "in mezzo ai fornelli". Partecipa a trasmissioni televisive, fa il consulente per grandi ristoranti, si presta all'editoria come food designer. E inoltre insegna. Dove possiamo andare a gustare le sue specialità? Al ristorante Sinoira di Costigliole d'Asti, dove Diego sperimenta nuovi gusti e nuovi piatti. E dove si dedica anche alla cucina ciliaca, per la quale tra l'altro il ristorante Sinoira è specializzato.

  • 3 7
    Credits: Araba Fenice Edizioni

    Le cose da sapere
    Innanzi tutto occorre sapere se un determinato fiore è commestibile o meno: alcuni hanno un cattivo sapore, altri possono essere pericolosi o velenosi...Non è assolutamente detto che un fiore dal buon profumo o di bell'aspetto sia, solo per questo, commestibile: alcuni possono essere invece velenosi e persino mortali (è il caso dell'oleandro o del maggiociondolo). Il fiore della stessa pianta può avere sapori differenti di anno in anno, a causa di possibili condizioni climatiche differenti: prima dell'uso per preparare piatti da offrire ad ospiti od amici, conviene assaggiarne pochi petali per assicurarsi del sapore.

    Le cose da non fare
    Non sono adatti nemmeno i fiori colti sul ciglio di strade trafficate: potrebbero avere assorbito sostanze inquinanti e potenzialmente pericolose. Non raccogliere tanti fiori da una sola pianta: potrebbe rimanere compromessa la sua bellezza e, in certi casi, la sua vitalità e salute.

  • 4 7
    Credits: Araba Fenice Edizioni

    Ricette con i fiori di Diego Bongiovanni
    Spuma di gorgonzola nel cestino di parmigiano e fiori di geranio
    Prendere della carta da forno e ricavare un cerchio della grossezza di un piatto che stia in microonde. Formargli sopra un cerchio di parmigiano e metterlo in microonde al massimo fin che non inizi a dorare. Toglierlo subito dal micro e adagiarlo su una coppetta rivolta al contrario in maniera di fare un cestino di parmigiano. A parte in una ciotola impastare 300 g di gorgonzola con 100 g di mascarpone con una manciata di fiori di geranio misti sale e pepe. Formare delle palline  con il pallottoliere da gelato o con 2 cucchiai e adagiarle nel cestino di parmigiano, decorare con fiori di geranio e condire con un filo di olio extra.

  • 5 7
    Credits: Araba Fenice Edizioni

    Ricette con i fiori di Diego Bongiovanni

    Risotto cipolle di troppa spek e malva (nella foto)
    In un tegame far rosolare 100 g di cipolla di tropea tagliata a listarelle, una volta ben cotte mettere il riso e tostare bene il tutto. Bagnare con una goccia di vino bianco, far evaporare e aggiungere del brodo man mano e continuare la cottura sempre girando. A metà cottura aggiungere 4-5 fettine di spek tagliato a pezzi e una manciata di fiori di malva secchi e finire la cottura. Una volta cotto togliere dal fuoco, mantecare con parmigiano abbondante e una noce di burro e servire.

  • 6 7
    Credits: Araba Fenice Edizioni

    Ricetta con i fiori di Diego Bongiovanni

    Soufflè di patate e fiori di calendula dal cuore morbido
    Cuocere 400 g di patate in abbondante acqua salata per circa 40 minuti. Una volta cotte pelarle e schiacciarle con lo schiaccia patate in una ciotola e aggiungerci una manciata di fiori di calendula, 3 tuorli, i tre albumi montati a neve ben ferma, una manciata di parmigiano sale e pepe e girare delicatamente fin quando omogeneo con l'aiuto di un cucchiaio di legno. A parte imburrare delle formine di terracotta o porcellana e cospargerle di pan grattato,versare l'impasto dentro e immergergli al centro un pezzo di crescenza. Cuocere in forno per circa 10 minuti a 180° e servirlo subitoaltrimenti si sgonfia dopo una 10 di minuti.

  • 7 7
    Credits: Araba Fenice Edizioni

    Ricetta con i fiori di Diego Bongiovanni

    Polpo patate e camomilla
    Pulire il polpo e cuocerlo per circa 40 minuti in acqua sale e un tappo in maniera che acceleri la cottura. Una volta cotto lasciarlo raffreddare nel suo brodo e una volta tiepido pelarlo, tagliarlo a tocchi e condirlo con olio extra sala papa una spicchio di aglio tritato e una manciata di fiori di camomilla. Servire in un piatto  su delle patate bollite pelate e schiacciate con lo schiaccia patate e condite anch'esse con olio pepe e sale. È possibile aggiungerci delle olive.

/5

Diego Bongiovanni ci insegna a rendere più profumata la nostra cucina in un libro che è un inno alla primavera in tavola

 

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te